Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Un anno di Australia in low cost, si inizia

1 minuti di lettura

Greta Beatrice Sanvito all’anagrafe, Gretolina per gli amici e @gretyna su Twitter.
Dopo la Laurea in Scienze del Turismo e poco più di due anni in una multinazionale a occuparmi di web content e social media marketing, prendo una decisione importante con molta leggerezza: andare in Australia per un anno.

Che cosa vi viene in mente pronunciando questo nome?
Nella mia testa, Australia rievoca una distesa vuota e lontana, tanto lontana. Quando ho cominciato a raccogliere informazioni per il mio viaggio, mi sono accorta che non sappiamo quasi niente di questo giovane paese, stabile, pacifico e buono. L’ho scelta come destinazione proprio perchè la sento così remota: scendere dall’aereo e realizzare che l’unica sicurezza che porto con me è lo zaino sulle mie spalle.

Sembra che quasi tutti, prima o poi, comincino a sentire un richiamo verso l’Australia. Qualcuno torna, altri rimangono là, ma tutti confermano che la qualità della vita è molto alta, che si può ottenere il Work and Holiday Visa in poche ore, che con qualche accorgimento si può viaggiare in lungo e in largo senza spendere una fortuna e che qualche lavoretto per auto finanziarsi la vacanza lo si trova sempre.
Realtà o finzione? Verità o bugia? L’unico modo per scoprirlo è partire e verificare di persona.

Forse non ci avete mai pensato, ma l’Australia ha un sacco di primati: è la sesta nazione più grande del mondo e l’isola più estesa, ha una popolazione molto bassa, è l’unica isola a essere un continente e l’unico continente a essere anche una nazione. L’unica nazione a essere nata come come prigione.
E’ la casa della più grande cosa vivente che esiste sulla terra, la Great Barrier Reef, e del più stupefacente monolito, l’Ayers Rock. Un posto dove si trovano più creature letali che in qualunque altra parte del mondo.

Una cosa che ho imparato viaggiando è che ogni posto è diverso e richiede capacità di adattamento differenti. A priori non so dire che cosa mi aspetto da questo viaggio. Seduta alla mia scrivania, circondata dalle comodità che mi accompagnano da sempre, posso dire che mi pongo solo due obiettivi: sopravvivere e vedere quanta più Australia possibile, spendendo il minimo. Couchsurfing, wwoofing,ostelli, case di amici, pavimenti, sacchi a pelo…
Le certezze sono: partenza prevista per il 18 aprile, arrivo a Brisbane intorno al 20.

Come andrà a finire?

481 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

10 cosa da fare imperdibili a North Stradbroke Island

Un’isola meravigliosa dove animali, natura e uomo convivono in perfetta armonia: se siete amanti di paesaggi naturali e sport, non perdete questo articolo. North Stradbroke Island vi aspetta!
Destinazioni

Brisbane South Bank: il mare nel centro della city

Vivere una giornata da spiaggia nel centro di Brisbane è possibile a South Bank. Nel post troverete tante attività consigliate per chi decide di visitare il Queensland e in particolare questa zona divertente e rilassante della città da vivere insieme a tutta la famiglia.
Destinazioni

Brisbane: una giornata a Mt Coot-tha e ai Botanic Gardens

Una vista pazzesca della città dal Mt Coot-tha e una visita a stretto contatto con la natura passeggiando per i Botanic Gardens!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *