Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Terme di Viterbo, giornata di relax vicino Roma

4 minuti di lettura
La Fonte del Bullicame è gratuita, mentre le Terme dei Papi vengono 13€ nei giorni infrasettimanali. Ecco le terme che vi consigliamo a Viterbo, a pochi km da Roma, per una giornata di relax fuori dalla Capitale.

Sfatiamo un mito: le terme non sono luoghi adatti soltanto ad agiati signori di una certa età, in cerca di un rimedio per articolazioni doloranti ed acciacchi più o meno accentuati. Una giornata alle terme è una giornata di relax completo, per disintossicarsi dallo stress quotidiano, per liberare mente e corpo dai pensieri più pesanti ed inevitabili, che torneranno a fare capolino puntualmente il giorno successivo, trovandoci però più rigenerati e pronti ad affrontare nuove sfide. Inoltre, non parliamo di centri benessere o spa, bensì di piscine con acque termali, ottime sia per famiglie che per coppie che per gruppi di amici che vogliono passare una giornata diversa unendo al divertimento ed al relax le proprietà naturalmente benefiche delle acque termali.

terme-papi-viterbo

A Viterbo, a pochi chilometri da Roma, acque ipertermali, cioè caldissime e cristalline, sgorgano spontaneamente sospinte da gas sulfurei dalla fonte del Bullicame, nata da una lunga frattura della crosta terrestre. Le acque, tra gli elementi che le compongono, sono ricche di sali di magnesio, zolfo e bicarbonato di calcio e donano beneficio a varie zone ed apparati del nostro corpo.

Fonte del Bullicame

La fonte del Bullicame ed il parco ad essa connesso, è ad accesso completamente gratuito. Le pozze calcaree formate dall’erosione dell’acqua costituiscono un parco termale gratuito per tutti coloro in cerca di relax, senza la pretesa di ottenere servizi da centro benessere. Il parco infatti, a parte il parcheggio –gratuito e non custodito- ed un prato naturale intorno ai bacini d’acqua, non offre alcun servizio aggiuntivo se non le proprietà naturali delle stesse acque. Date le dimensioni non eccessive e la fruibilità completamente libera e gratuita del sito, è normale trovare un po’ di affollamento soprattutto nei giorni festivi e nei weekend, quando famiglie con bambini, camper e gruppi di persone si concentrano sui bordi calcarei delle vasche.

fonte-bullicame

Terme dei Papi

A pochi passi dal parco termale gratuito del Bullicame, la stessa fonte alimenta una grandissima piscina monumentale, posta però all’interno delle stabilimento termale delle Terme dei Papi. Di proprietà di un grande hotel dove si possono effettuare un gran numero di trattamenti terapeutici con le acque ed i fanghi derivati da queste, è anche possibile entrare soltanto nell’area della piscina, per rilassarsi nell’acqua calda, abbandonarsi sotto il getto della doccia termale o provare la vasca idromassaggio.
L’ingresso alle Terme dei Papi viene 13 euro nei giorni infrasettimanali, mentre per i prefestivi e festivi 18 euro a persona. Se volete, si possono affittare anche sdraio o lettini, ma è possibile stendere gratuitamente il proprio telo su un piacevole prato verde intorno alla piscina. Anche nei giorni più affollati, l’ambiente è tranquillo e rilassato. D’estate ci si rilassa sul prato o all’ombra degli alberi tra un bagno e l’altro, mentre d’inverno la piscina fumante diventa un suggestivo rifugio dal freddo e coccolarsi sotto una coltre di acqua cristallina che sgorga a 58 gradi centigradi è ancora più rilassante.

All’interno dell’area piscina c’è un punto ristoro che offre panini leggeri, pasta fredda, macedonie di frutta fresca con yogurt o gelato, creme di caffè e gelati artigianali. Tutte cose che permettono di non affaticare troppo la digestione e tornare in acqua molto presto dopo un riposino o una chiacchierata sdraiati sul prato.

bullicame

Dopo le 21:30, il sabato sera, inizia l’orario notturno che permette l’ingresso alla piscina fino all’una di notte. Già quando il sole inizia a calare e l’aria inizia a rinfrescare, i primi fumi che fuoriescono dall’acqua colorano l’atmosfera di qualcosa di magico ed invitano a bagnarsi ed a galleggiare in quel piacevole e caldo tepore. I più temerari possono rimanere seduti nell’acqua bassa vicino alle bocche, dalle quali sgorgano cascatelle bollenti a 58 gradi. Man mano che ci si allontana però, l’acqua diventa più mite e pur rimanendo calda, è molto più piacevole sostarvi. Se poi si vuole addirittura fare una breve nuotata, cosa non comune in una piscina ipertermale, si può arrivare dove l’acqua raggiunge un altezza di 3 metri ed una temperatura leggermente più fresca.

Dopo un bagno di tranquillità, la cascata calda vi farà abbandonare qualsiasi tensione accumulata durante i giorni di lavoro. O più semplicemente vi delizierà la pelle e la schiena, mentre chiacchierate amabilmente con il vostro compagno/a o i vostri amici, seduti sul gradino di pietra. Confesso che non sarei venuta più via, ma lo spazio non è molto ed è cortesia lasciare agli altri bagnanti in attesa la possibilità di usufruire della cascata naturale, magari per trasferirsi verso la vasca idromassaggio.

Questa vasca purtroppo è a pagamento, ma possono entrarvi fino a 5 o 6 persone contemporaneamente, quindi se siete un gruppo di amici dividerete la spesa, che è di 4 euro per 10 minuti di idromassaggio. All’ inizio pensavo fossero pochi, ma non appena la vasca è diventata un ribollire e la forza del massaggio ha iniziato a far sentire la sua pressione sulle varie parti del corpo non ho fatto altro che godermi la sensazione che mi ha accompagnato per un tempo sufficiente da farmi sentire soddisfatta e da farmi desiderare di nuovo la calda e calma piscina monumentale. Naturalmente, se volete potete ripetere l’esperienza quante volte vorrete e dato il pagamento richiesto, la vasca non è neanche molto gettonata. I bambini, neanche a dirlo, si divertono moltissimo ed è anche molto romantico farla soltanto in due con la dolce metà, magari quanto cala la sera.

terme-viterbo

Alle Terme dei Papi, spogliatoi, docce ed asciugacapelli sono inclusi nell’ingresso e vengono costantemente puliti da inservienti che ho trovato molto gentili e cortesi, così come i numerosi bagnini ed assistenti, sempre presenti a bordo piscina.

Tra il parco termale gratuito della fonte del Bullicame e le Terme dei Papi, complete di servizi ma a pagamento, c’è un’altra possibilità per godere delle acque termali a Viterbo: le Masse di San Sisto. Area termale gestita dall’associazione “Le Masse di San Sisto”, mette a disposizione parcheggio, docce e spazi per cambiarsi in un parco ben pulito e per usufruirne è richiesto soltanto di versare la quota annuale all’associazione che si aggira sui 30 euro e permette ingressi illimitati tutto l’anno.

A pochi passi da Roma, dalla sua storia ma anche dalla sua frenesia di grande città. Lontane anni luce dallo stress e secoli dalle preoccupazioni quotidiane. Calde ed accoglienti, ma anche divertenti e rilassanti. Gratuite o low-cost, le terme vi aspettano per una giornata diversa, per tutti.

In alternativa c’è sempre il Bagnaccio a Viterbo.

17 articoli

Informazioni sull'autore
Scrittrice compulsiva, musicista da strapazzo, viaggiatrice instancabile. Laureata in Musica e Spettacolo adora i gatti, il suo compagno di viaggio e di vita ed il suo pianoforte. Dalla provincia di Roma, dove vive, ama scoprire il mondo a partire dai tesori nascosti a pochi chilometri da lei, fino alle latitudini più estreme del Pacifico, passando per la sua adorata Inghilterra con sosta obbligata a Londra, che torna a trovare almeno una volta l’anno. Da sempre orientata verso la filosofia low-cost, per necessità ma anche perché pensa che viaggiare di più e meglio spendendo di meno sia una scelta stimolante e responsabile.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta romana dell'abbacchio allo scottadito

La ricetta tipica dell’abbacchio allo scottadito, uno dei cinque piatti della tradizione romana che sicuramente avrai trovato in qualche trattoria tipica romana. Ecco come si prepara e qualche consiglio in più per una realizzazione perfetta anche a casa.
Destinazioni

Cosa vedere a Orvieto tra sotterranei e panorami umbri

Ad Orvieto ci sono davvero tantissime attività da fare, tra la visita del Duomo, le discese nei suoi pozzi e i suoi incredibili sotterranei. E’ la meta ideale per trascorrere un weekend insolito nel cuore dell’Umbria, sia in solitaria che in famiglia, le esperienze infatti sono adatte a tutti.
Come Muoversi

Treno storico nelle Marche: da Ancona per Fabriano e Pergola

Treno storico nelle Marche, la Ferrovia Subappennina Italica da Ancona per Fabriano e Pergola. Tutti i dettagli su dove è possibile prenderla, che giro prevede e come è possibile sfruttarla assieme alle biciclette per un viaggio green.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!
[sibwp_form id=2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.