Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

A caccia di vintage a Firenze

3 minuti di lettura

shopping-vintage-firenze

In quanto a negozi vintage Firenze dà grandi soddisfazioni. Si celano tutti in piccole stradine laterali, quasi volessero giocare a nascondino, ma se possibile, rendono la ricerca ancora più divertente. Ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche, e nei miei peregrinaggi fiorentini mi sono imbattuta in diversi, questi quelli dove ritornerei di certo:

Lady Jane B, via dei Pilastri 32/r: tanto piccolo quanto ben assortito. Abbigliamento e accessori solo donna che arrivano per lo più da Londra. E lo stile che propone Sabrina, titolare di questo store nel quartiere più fiorentino che c’è, è proprio quello british e bon ton della capitale inglese. I vestitini fantasia, le stringate modello oxford, i foulard e i cappelli, le postine, insomma: qui trovate tutto quello per cui impazzireste nella città della regina. Vasta scelta anche di bigiotteria americana e di occhiali da sole firmati e non , tutto rigorosamente vintage e in ottime condizioni. I prezzi sono onestissimi e uscire senza aver preso qualcosa sarà impossibile. E se siete qui solo per un breve periodo ma, come me, vi siete innamorati di Sabrina e del suo negozio non preoccupatevi: Lady Jane B fa anche spedizioni.

Street Doing in via dei Servi 88/r: un bellissimo e grande negozio a 10 minuti a piedi dal Duomo. Ha un ricco assortimento di abbigliamento uomo donna ed è il paradiso degli accessori: trovate davvero di tutto, dai cappelli ai foulard, agli occhiali da sole e non, con una scelta che soddisferà i collezionisti più accaniti. Anche per le borse un discorso a parte: di tutte le dimensioni, prevalentemente di pelle e di colori che vanno dal nero al beige, passando per blu intensi con catena dorata a contrasto. Matteo è simpaticissimo e vi aiuterà nella scelta. I prezzi sono nella media, quantomeno adeguati visto che la qualità è altissima. Attenti all’arella nella seconda stanza con tutto a 20 euro, lì trovate le chicche imperdibili .

L’ Chiodo, via dell’Anguillara 39/r: Stretto e lungo proprio come un chiodo, abbigliamento e accessori uomo – donna, anni ’70 e ’80, con focus sugli Eighties: molti capi in pelle, t-shirt coloratissime e jeans e converse, oltre a una scelta di modelli vintage customizzati con borchie e quant’altro da Brando e Giulia, i proprietari. Borchie che possono essere applicati anche sui capi che già avete, basta portarli in negozio. Buona scelta anche di scarpe: si va dai classici stivali in pelle ai mocassini, alle oxford più particolari. Prezzi medio- bassi. Da non perdere se si è alla ricerca di buone occasioni.

Epoca Vintage, via dei Fossi 6/r: Valentina Ferroni ha seguito le orme del nonno, che già nel 1968 aveva un banco dell’usato al mercato di San Lorenzo: da questa passione generazionale è nato Epoca, uno dei primi negozi vintage della città.  Il negozio, grande e con delle belle vetrine sulla strada  e un’insegna dal sapore retrò che non passa inosservata, propone abbigliamento e accessori uomo/donna. Si trovano grandi marche, come Chanel, Gucci, Hermes, Camerino,Fendi, E. Pucci, Valentino, Les Copains, Beltrami, The Bridge, Celine, ma anche pezzi smarchiati, rigorosamente vintage e di qualità. Occhio alle scarpe e agli occhiali da sole. Prezzi medio alti, ma si trovano anche ottime occasioni. E si esce sempre con qualcosa di unico.

Desii Vintage via De Conti 17/19: se amate il vintage e siete in coppia Desii è  perfetto per voi: sono due store, uno affianco all’altro, dedicati rispettivamente a uomo e donna, due scrigni di design e stile che caratterizzano anche l’arredamento e l’atmosfera e l’arredamento dei negozi, scelto con cura maniacale. Ispirazione British  per l’uomo, quasi da lord di campagna, con proposta di giacche in tweed, stringate modello oxford, cardigan. Grande scelta di cravatte e borse e valigie da viaggio in pelle.

Ci si sposta anche Oltremanica per la parte donna, con focus su foulard, occhiali da sole a farfalla, postine e francesine. Borse Hermes,  Chanel e Louis Vuitton di ogni misura. L’essenza british si ritrova  negli abitini e nei cappotti ma non manca un buona rappresentanza di   grandi stilisti italiani Pezzi storici e collaudati, entrate se volete fare l’acquisto della vita, o almeno dell’anno.

Desii Lab in via della Spada 40/r propone invece uno stile alla Kate Moss, più giovane e fresco, e unisce capi vintage a pazzi di stilisti emergenti  e a proposte costumizzate. Non mancano le gandi firme, magari con le loro linee “giovani”. Aperto a febbraio 2013, si rivolge a una clientela più giovane e allora largo a t-shirt, leggins, Dr. Martens, cappelli borchiati,giubbotti e stivaletti in pelle. Grunge con stile.

11 articoli

Informazioni sull'autore
25 anni, apolide. Nasce in Toscana, vive in Calabria, da sette anni sembra stanziale a Milano, anche se progetta future evasioni. All'ombra della Madunina frequenta la scuola di giornalismo "Walter Tobagi" e scrive e fotografa per il suo blog Miracolo a Milano. Scopre l'amore per il nuovo e il viaggio in Inghilterra a 16 anni. E non si ferma più: Europa, Russia, Usa, Australia. Sempre immersa nella cultura locale, con un occhio al prezzo. Sempre zaino in spalla, Reflex al collo e block notes in mano: perché raccontare un viaggio è quasi bello come viverlo.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.