Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Rocchetta Mattei: un castello da fiaba tra i colli bolognesi

2 minuti di lettura
La storia della Rocchetta Mattei, il gioiello vicino Bologna che l'Alhambra di Granada con i suoi dettagli moreschi. Nel post la storia, il costo dei biglietti e le visite guidate.

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Gennaio 4, 2017

Rocchetta Mattei, come arrivare

Si arriva dalla strada che conduce da Tolè a Riola, frazione Grizzana Morandi.
Da Bologna, altrimenti, si imbocca  l’autostrada A1 fino a Sasso Marconi dove si esce per poi prendere la  SS64 fino a Riola; da Firenze autostrada A1 direzione Bologna fino a Pian del Voglio direzione Castiglion dei Pepoli quindi direzione Camugnano, Riola; Da Pistoia Statale 64 direzione Porretta Terme, qui proseguire per Riola.

Per chi viene invece alla Strada di Casigno, scendendo dall’ultimo tornante la si scorge già in cima alla collina, una parentesi di Vicino Oriente tra i colli bolognesi. Lo stile moresco è inconfondibile e regala la sensazione di avvicinarsi alla scenografia di una fiaba. La costruzione di questo luogo eclettico risale al 1850 e porta la firma del conte Cesare Mattei. Egli ricevette il titolo nobiliare nel 1847 da papa Pio IX per una donazione terriera che avrebbe aiutato lo stato pontificio a fermare l’avanzata austriaca.

La storia della Rocchetta Mattei

La vita del conte fu segnata dalla morte dell’amatissima madre, alla quale reagì con un odio profondo nei confronti della medicina classica, che non la seppe salvare: da qui nacque la sua idea di dedicarsi allo studio di una nuova disciplina medica, più efficace, in quanto dedita a curare lo spirito oltre che il corpo. Nel 1850 acquistò i terreni dove sorgevano le rovine dell’antica rocca di Savignano e il 5 novembre dello stesso anno iniziò la costruzione del castello che avrebbe chiamato “Rocchetta“: questo luogo divenne la sua casa, ne seguì personalmente la costruzione e qui iniziò ad accogliere i pazienti che chiedevano delle sue cure.

I suoi studi empirici lo condussero verso la via della cosidetta Elettromeopatia, la cura del male attraverso rimedi semplici dal punto di vista della composizione chimica, ma dallo straordinario effetto placebo. Molto giocava, nei pazienti, la suggestione della straordinaria clinica-rifugio del conte: ogni dettaglio dell’edificio rievoca luoghi straordinari, lontani, quasi magici.

La visita della Rocchetta Mattei

Il visitatore ha la sensazione di viaggiare nel tempo e nello spazio, spostandosi dai cortili moreschi della Alhambra di Granada, alle foreste dei tropici, all’Europa del liberty. Cesare Mattei rendeva unica la sua dimora con la suggestione e il simbolismo, certamente per gusto personale, ma anche per creare nei suoi pazienti una sensazione di incomprensibile mistero.

Dal 2005 la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna (Carisbo) ha in mano le sorti del castello, lo acquistò e ne iniziò il restauro, rendendo fruibile al pubblico tanta meraviglia dell’architettura.
Per poterlo apprezzare al meglio, delle guide autorizzate accompagnano i gruppi lungo il percorso, cui si accede previa prenotazione.

Prezzi e biglietti, ingresso gratuito

Soltanto la prima domenica del mese l’accesso è gratuito (il biglietto d’ingresso ha invece normalmente un costo di 10€), ma in tal caso non è previsto accompagnamento. La nostra esperienza è stata entusiasmante, mi sentirei di raccomandare una visita a chiunque passi nei dintorni di Bologna.
Non dimenticate due accortezze: prenotate entro il venerdì pomeriggio del fine settimana in cui volete accedere al castello e presentatevi alla biglietteria almeno 10 minuti prima dell’orario previsto per confermare la vostra presenza.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

20 articoli

Informazioni sull'autore
Sostenitrice del “bagaglio a mano sempre e comunque”, adora viaggiare leggera. Ha un debole per i paesaggi mediterranei, per la birra austriaca e per gli itinerari culturali. Archeologa di formazione, lavora oggi a Milano come guida turistica ed educatrice museale, ma ama uscire spesso dal traffico cittadino per lunghi percorsi in moto con Simone. Amante della natura, dell’arte e della buona cucina definisce il Viaggio “il suo unico vizio”.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come MuoversiFederchicca

Le città della bicicletta in Europa, quali sono

Ti sei mai chiesto dove è più facile e dove è più sicuro andare in bicicletta? Te lo svelo io perché secondo recenti ricerca in Europa le città sicure per le biciclette non sono tante, ma sono bellissime e vale la pena visitarle tutte. Vieni a scoprirle.
Eventi

Capodanno in Piazza 2024: tutti gli eventi

Capodanno in Piazza 2024, tutti gli eventi in Italia e nelle Piazze principali per entrare nel nuovo anno a suon di musica, ballando e facendo festa con artisti nazionali e internazionali. Le migliori Piazze dove andare a festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
Destinazioni

Casa Batlló si trasforma in un palcoscenico natalizio: concerto di luci e musica gratis per tutti!

A Natale, Casa Batlló diventa un palcoscenico di luci e colori. A Barcellona la celebre opera di Antoni Gaudì, completata nel 1907, attrae gradi e bambini dal 17 novembre fino al 18 febbraio, con un’esperienza notturna unica. Leggi l’articolo e scopri di più.