Québec City: tour nella città più antica dell'East Canada

Québec City, 5 tappe da non perdere

Québec City, 5 tappe da non perdere

Una città canadese, molto europea e a misura d'uomo, da visitare in una giornata piena: Québec City vi conquisterà al primo sguardo.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Québec City, affacciata sul fiume San Lorenzo e dichiarata nel 1985 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, è la città più antica dell’East Canada.

Non solo è una delle città del Québec più visitate, ma si differenzia per il suo aspetto molto francese e dunque europeo, poco metropoli e poco Nord America. Ma con le sue stradine acciottolate, i tetti grigi quasi parigini, l’assenza di palazzi e le vecchie mura che la circondano, saprà conquistarvi sin dal primo sguardo.

Per visitare la città è sufficiente una giornata intera: letteralmente a misura d’uomo, abbandonate la macchina e giratela su e giù per le vie della città vecchia. Riuscirete a vedere tutto senza neppure correre.

1. In battello a Lévis

Iniziate prendendo il traghetto per Lévis, la cittadina sulla sponda sud del fiume San Lorenzo proprio di fronte a Québec City.
Il battello offre la posizione ideale per avere la foto migliore del Chateaux Frontenac, l’hotel più fotografato del mondo che domina la vista della città.
La corsa costa pochi dollari ed è breve, nel giro di 30 minuti (15 minuti a tratta) riuscirete a fare andata e ritorno ed i traghetti partono circa ogni 20 minuti. Se avete più tempo potete anche valutare una crociera più lunga che dura circa un’ora e mezza per scoprire il San Lorenzo.

2. Il cambio della guardia a Québec City

Rientrati “in città”, se vi piacciono le cerimonie andate a la Cittadelle per il cambio della guardia (simile per certi versi a quello di Buckingham Palace) che si svolge da fine giugno a inizio settembre ogni mattina alle 10.00.
Mettete in conto almeno 40 minuti di sfilata. Per assistervi dovrete pagare 16 dollari canadesi che danno diritto all’accesso della fortezza, alla visita del museo con visita guidata (facoltativa) e alla cerimonia.

3. In cerca di souvenir in Rue du Petit Champlain

Una delle viette da non perdere è Rue du Petit Champlain, una stradina di pochi metri piena di boutique, perfetta se cercate qualche souvenir: affollata in estate e magica in inverno con tutti gli alberi di Natale, neve e lucine sempre accese.

4. Terrasse Dufferin: una vista bellissima

All’inizio della via troverete la funicolare per salire alla Terrasse Dufferin e per soli 3 dollari eviterete la scalinata arrivando proprio di fronte allo Chateaux Frontenac.
Da qui godrete di una bellissima vista sul San Lorenzo, passeggiate per tutta la vasta terrazza, non mancate di curiosare nell’hotel e arrivate fino alla Promenade dei Governatori.

5. Québec City, la città vecchia

A questo punto non vi rimane che perdervi nella città vecchia tra stradine e negozietti carini.
Ammirate Place Royale dove la chiesetta sembra quasi disegnata e arrivate fino alla piccolissima Rue du Tresor, per comprare un dipinto come a Montmartre.

Se l’antiquariato e gli oggetti antichi sono la vostra passione andate in Rue du St. Paul, la via degli antiquariati e se l’ora è quella del pranzo, fate sosta da Le buffet de l’Antiquaire. Non spaventatevi per la coda di persone in attesa, si smaltisce molto velocemente.

Per un souvenir particolare o per i fanatici del Natale non può mancare una tappa a La Boutique de Noël de Québec: adobbi natalizi tutto l’anno e buste di cioccolata calda ai mille gusti di cui fare incetta.
Per un food-souvenir, l’Épicerie J. A. Moisan, la drogheria più vecchia del Nord America, in Rue Saint Jean saprà soddisfare la vostra ricerca.

Per vivere un’atmosfera particolare e intrigante, ogni sera al calare della luce sono disponibili i Ghost tour dove le guide, rigorosamente vestite in costume d’epoca, alla luce di una lanterna, vi accompagneranno per tutta la città vecchia raccontandovi le storie e le leggende che animano questa città.

Consigli per cenare e dormire a Québec City

Per una cena indimenticabile scegliete Chez Boulay-Bistro Boréal nel cuore della città alta, romantico e con uno stile decisamente nordico.
Qui, Arnaud Marchand – uno degli chef più conosciuti in Canada – realizza i suoi piatti utilizzando solo prodotti “boréal”: prodotti locali che arrivano dalle terre estreme a nord del Canada.

Interessante anche Le Lapin Sauté in Rue du Petit Champlain con i suoi tanti vasetti di terracotta appesi fuori e un menù davvero particolare.

Infine per dormire scegliete un hotel centrale con tanto di parcheggio dove lasciare la macchina: l’Hotel Champlain Vieux si trova proprio all’interno della città vecchia ed è un ottimo compromesso tra costo, qualità e posizione.

Booking.com

© 2018 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

New York, la mini guida della prima volta, prima parte

Viaggio a New York cosa vedere in 7 giorni

Il mio viaggio a New York è stato un sogno. Era da quando ero piccola che desideravo vedere la città di New York e quando mi hanno regalato i...