Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Visitare i musei con la Firenze Card

3 minuti di lettura
Una carta museale utile per differenti tipologie di turista: ecco tutte le informazioni per acquistare, attivare e utilizzare al meglio la Firenze Card. Pronti a partire?

Perché state progettando di venire a Firenze?
Per salutare un amico, per assaggiare la bistecca o forse per visitare la sua straordinaria offerta culturale e artistica? Se questo è il motivo allora c’è qualcosa che vi può aiutare e accompagnare in questa piacevole ma anche un po’ impegnativa attività: la Firenze Card.

Firenze Card: come funziona

La Firenze Card è una carta museale che esiste già da anni e che cresce, nei numeri di acquirenti, nei servizi offerti, nei musei compresi e purtroppo anche nel prezzo.
In questo momento (maggio 2019) la potete acquistare a 85 euro a persona, la validità è di 72 ore dalla prima attivazione (cioè dal primo utilizzo) e i luoghi da visitare inclusi, fra musei e monumenti, sono poco più di settanta fra Firenze città e qualche comune del territorio circostante.

Perché comprare la Firenze Card

Ci sono dentro tutti, big e meno big: il David di Michelangelo, la Venere di Botticelli, la Cupola del Brunelleschi, Palazzo Vecchio

Comunque la Firenze Card è molto utile per diverse tipologie di turista: per le famiglie, per esempio, perché ogni adulto può includere un minore sulla sua card; per quelli che restano qualche giorno in città, che hanno la possibilità di pianificare le loro visite organizzandole in modo intelligente, senza bisogno di prenotare l’ingresso nei musei più visitati.

Al momento l’accesso alla Cupola non è garantito e la prenotazione è obbligatoria. Per prenotare è necessario ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria in piazza San Giovanni 7 ed effettuare la prenotazione presso l’apposito totem. ATTENZIONE: il ritiro del biglietto funge da ‘attivazione’ della Firenzecard, a partire dalla quale cominceranno a decorrere le 72 ore di validità.
Temporanea sospensione priorità di accesso a Campanile di Giotto, Battistero di S.Giovanni, Cripta di Santa Reparata e Museo dell’Opera del Duomo.

La Card è interessante anche per quei visitatori che magari sono a Firenze non per la prima volta e che hanno la possibilità di andare a visitare musei o luoghi un po’ meno affollati, come certi musei comunali, oppure le ville Medicee o le più recenti aperture…

Per poter usufruire dell’ingresso prioritario alla Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia è necessario effettuare la prenotazione obbligatoria, gratuita secondo le seguenti modalità:

1. Chiamando il call center multilingua Firenze Musei al numero + 39 055-294883 (dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì; dalle 8.30 alle 12.30 il sabato), fornendo il proprio nome e cognome. Il servizio non è attivo la domenica e i festivi. Riceverai un codice da presentare presso la Biglietteria di Orsanmichele, Biglietteria My Accademia e Biglietteria degli Uffizi per ritirare il tagliando di prenotazione da esibire, inisieme alla tua Firenzecard, alle porte di accesso prioritario dei musei.

2. In loco presso uno dei seguenti punti, mostrando la tua Firenzecard: Biglietteria di Orsanmichele (presso Chiesa di Orsanmichele, lato Via dei Calzaiuoli, dal lunedì al sabato 9.00-16.15; Chiuso domenica e festivi); Biglietteria My Accademia (via Ricasoli n.105/r, da martedì a domenica 8.15-17.30; Chiusura lunedì); Biglietteria degli Uffizi (porta n.2 e porta n.3, da martedì a domenica 8.15-18.05; Chiusura lunedì).

3. Presso le biglietterie di Galleria degli Uffizi, Museo Nazionale del Bargello, Palazzo Pitti, quando acquisti la Firenzecard. In questo caso potrai effettuare direttamente la prenotazione in biglietteria al momento dell’acquisto e ritirare il tagliando da esibire, inisieme alla tua Firenzecard, alle porte di accesso prioritario dei musei.

N.B. La prenotazione gratuita deve essere effettuata anche per i minori di 18 anni del nucleo familiare del possessore della Firenzecard.

Aperture recenti

Per fortuna  a Firenze non ci sono solo gli Uffizi, che per carità sono un super museo da vedere (io ci torno ogni inverno, in quelle poche settimane di bassa stagione, a godermeli in pace…).

La città presenta delle new entries: dal Museo dell’Opera del Duomo, tutto restaurato e riallestito in modo stupefacente qualche anno fa, al Museo degli Innocenti, che valorizza la storia artistica dell’istituzione per l’infanzia ma anche quella umana dei trovatelli che venivano abbandonati.

E abbiamo il Museo della Fondazione Zeffirelli, che ha aperto qualche mese fa nel complesso di San Firenze e che ancora non fa parte della Firenze Card ma sta per entrare.

Infine segnalo i nuovi spazi del Convento di Santa Maria Novella, sottratti alla Scuola Carabinieri che si è spostata altrove e che sono veramente affascinanti.

Altri servizi

Per quanto riguarda altri servizi, non museali, c’è un’altra carta che si accompagna a questa ed è la Firenze Card +.
Costa 7 euro a persona, permette di viaggiare con i mezzi pubblici cittadini per tre giorni e molti esercizi commerciali sono partner: fanno sconti o regalano piccoli oggetti. La Card + non si può acquistare da sola, ma solo a completamento della carta museale.

Novità

Una nuova card nella famiglia Firenzecard: Firenzecard Restart con cui è possibile estendere di ulteriori 48 ore la validità della propria Firenzecard, a condizione che quest’ultima sia scaduta e che sia stata acquistata negli ultimi 12 mesi. Firenzecard Restart è una card esclusivamente digitale, utilizzabile solo tramite Firenzecard app per smartphone/tablet iOS o Android. Con Restart sarà possibile prolungare la propria vacanza o ritornare a Firenze per visitare i musei ancora non visti. Costo 28€ per persona.
Firenzecard App: l’app gratuita che permette di avere sul proprio smartphone una guida di tutti i musei del Circuito, con informazioni pratiche sugli orari di apertura e chiusura e sugli eventi in corso presso i musei del Circuito. La App ti permette anche di avere la card in formato digitale e quindi, direttamente sul proprio smartphone.

Capito tutto?

192 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Panzerotti pugliesi, la ricetta originale

La ricetta originale dei panzerotti pugliesi, da replicare dopo un viaggio a Bari o per ricordare una vacanza. La ricetta originale dei panzerotti con mozzarella e pomodoro è fritta, non al forno.
Dove Dormire

Casa nella natura, dove andare in vacanza in sicurezza

Casa nella natura è il portale olandese che arriva in Italia. Una selezione di alloggi come baite, case di campagna, yurte, glamping o trulli dove dormire in mezzo alla natura e sentirsi sicuri in vacanza e lontani dai centri abitati.
Ricetta

Fregola sarda, la ricetta con il pesce e i frutti di mare

La ricetta perfetta della Fregola sarda, un piatto tipico della Sardegna. Tutti gli ingredienti e il procedimento spiegato passo dopo passo per realizzare anche a casa un buon piatto di fregola sarda con il pesce o i frutti di mare.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!