Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello

2 minuti di lettura

parco

Il parco naturale del Sasso Simone e Simoncello si trova ad appena 40 km dalla costa romagnola e riminese. É una meta ideale per chi é alla ricerca di una vancanza a contatto con la natura. Per estensione é posizionato a cavallo delle regioni Emilia Romagna e  Marche, tra le province di Rimini e Pesaro Urbino. É al confine con l’omonima riserva toscana che ricade nel comune di Sestino, in provincia di Arezzo. La vetta più alta del parco é il monte Carpegna, 1415 metri, mentre i due “sassi” sono a quote un pò più basse (1200 metri). Siamo in pieno Montefeltro.

Tanti sono gli accessi per le camminate all’interno della riserva e son ben evidenti grazie ad una segnaletica che riporta distanza del percorso, tempo di percorrenza e difficoltà. Vari sono gli uffici territoriali del parco in grado di fornire tutte le mappe e le cartine del caso, in particolare uno a Carpegna, in provincia di Pesaro Urbino, e i centri visite Pontecappuccini (e IAT) di Pietrarubbia e Pennabilli (con annesso Museo Naturalistico), in provincia di Rimini.

La riserva naturale presenta un distesa di alberi notevole e di forte impatto, ne rimarrete colpiti specialmente al tramonto osservandola dall’alto. Un set ideale anche per gli appassionati di fotografia. Il territorio del parco é in parte anche poligono militare e si deve anche a loro il mantenimento di quello che é uno dei più grandi polmoni verdi d’Italia.

Naturalmente il trekking la fa da padrone come disciplina sportiva, ma troverete anche percorsi adatti alla mountain bike e al cavallo. Volete arrampicarvi sui Sassi? Anche questo é possibile grazie ad un cavo in acciaio, dal lato marchigiano partendo dal percorso della Cantoniera a 900 mt di altitudine. Me é una mini ferrata, sia chiaro. Altrimenti dal lato toscano, partendo dal comune di Sestino per il sentiero Cà Gallo la salita sarà più dolce. Occhio a mucche e cavalli, loro sono i padroni del territorio. Tante sono le particolarità da raccontare, ma intanto sappiate che é vietato raccogliere i fossili attorno ai due Sassi e che al di sopra del Simoncello, dove é posizionata una grande croce di ferro, una volta era esistente un antico fortilizio ideato da Cosimo de’ Medici di cui rimane solo qualche traccia.

Se siete camperisti, le zone meglio attrezzate le troverete a Carpegna, lato marchigiano del parco, ma anche a Cantoniera si trova un largo piazzale (non asfaltato) dove posizionare il proprio mezzo.

Il territorio é tutto da scoprire, e non manca la possibilità di rifocillarci in qualche ristorante/trattoria della zona. Ma questa é un’altra storia…Sul sito web del parco (www.parcosimone.it) potrete comunque visionare le varie strutture del parco, dove trovare ospitalità oppure ipotesi di escursioni e le zone di sosta migliori.

[vlcmap]

149 articoli

Informazioni sull'autore
Nelle sue vene scorre anche sangue finlandese, pertanto quando si muove all’estero é come se fosse a casa sua. Riminese, ama profondamente il suo territorio e specialmente il suo entroterra. Appassionato di enogastronomia, é sempre alla ricerca di un evento, una sagra, un ristorante, un vino da poter raccontare. Dopo la laurea Inizia a scrivere come collaboratore di redazione per alcune testate giornalistiche. Oggi é un freelance.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Cosa vedere a Orvieto tra sotterranei e panorami umbri

Ad Orvieto ci sono davvero tantissime attività da fare, tra la visita del Duomo, le discese nei suoi pozzi e i suoi incredibili sotterranei. E’ la meta ideale per trascorrere un weekend insolito nel cuore dell’Umbria, sia in solitaria che in famiglia, le esperienze infatti sono adatte a tutti.
Come Muoversi

Treno storico nelle Marche: da Ancona per Fabriano e Pergola

Treno storico nelle Marche, la Ferrovia Subappennina Italica da Ancona per Fabriano e Pergola. Tutti i dettagli su dove è possibile prenderla, che giro prevede e come è possibile sfruttarla assieme alle biciclette per un viaggio green.
Destinazioni

A spasso nel tempo nel Borgo di Portobuffolè, Veneto

Il Borgo di Portobuffolè è uno dei Borghi più belli d’Italia e si trova al confine tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia. Un Borgo meraviglioso pieno di storia e curiosità, ma anche di tanti musei, come il Museo delle Barbie.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.