Lione per bambini: 3 parchi da non perdere

Lione con bambini: 3 parchi da vedere

Lione con bambini: 3 parchi da vedere

Lione con bambini, i tre parchi che non puoi non conoscere se desideri fare un viaggio in Francia, nella bella città di Lione. Ecco un elenco con indirizzo dei tre parchi più divertenti della città.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Guardandomi intorno e osservando, da lontano, quanto è cambiata la vita dei miei amici con l’arrivo dei figli, ho iniziato a riflettere su una questione che, in vista di un ipotetico futuro di madre, considero di fondamentale importanza : come evolve la concezione del viaggio quando ci si sposta con bambini molto piccoli? Se da spensierati si prenotava un biglietto a occhi chiusi per qualsiasi destinazione e con ogni mezzo, la presenza dei figli, invece, quanto incide sulla scelta del programma di viaggio?

parchi-bambini-lione

Sono certa che viaggiare in famiglia con i figli è un’esperienza meravigliosa di condivisione e scoperta, e posso solo immaginare le difficoltà che si incontrano nel soddisfare le richieste dei più piccoli. Per esempio, una volta arrivati nel luogo scelto, cosa fare per non rendere noiosa la permanenza ai bambini che, si sa, sono poco interessati alle chiese del ‘500, ma preferiscono di gran lunga correre, giocare e rotolarsi tutto il tempo per terra ?

L’ispirazione viene da un progetto chiamato “playground around the corner”, che raccoglie in una mappa consultabile on-line tutti i parchi giochi del mondo, per informare i genitori in partenza sui luoghi all’aperto nei quali trascorrere un po’ di tempo con i piccoli e considerare il viaggio non solo nell’ottica “visite guidate-tanto camminare”, ma intenderlo anzitutto attraverso lo sguardo giocoso dei bambini.

parchi-animali-lione

E così, abitando a Lione, ho pensato di fare qualcosa per me di “insolito”,  qualcosa a cui effettivamente non avevo mai dato granché importanza e che mi ha dato la chance di scoprire degli angoli della città diversi e nuovi. Se avete l’intenzione di fare un giro da queste parti, cari genitori, vi consiglio tre parchi assolutamente da non perdere.

parchi-botanici-lione

Parc de la Tête d’or

Nel parco più grande della città, il Parc de la Tête d’or, troviamo un grande lago adatto a divertenti passeggiate in canoa tra anatre, oche, papere e altri simpatici animali lacustri; un enorme giardino botanico, con tanto di serra e piante tropicali di ogni tipo, anche carnivore; uno zoo parc con animali di ogni dove e specie (zebre, coccodrilli, struzzi, giraffe, orsi, tigri) e un singolare parco giochi con vista su adorabili cerbiatti e tanto verde. Diverse le attrazioni tra scivoli e arrampicate, ma è presente anche uno spazio insabbiato per far rotolare i bambini, il tutto vicino a un mini-teatro con spettacoli del burattino Guignol e l’immancabile giostra viennese. Confesso che, vedendo i bimbi giocare e ridere, ho desiderato anche io tornare bambina per godere di tutto quel gran da fare spensieratamente.

Parc des Hauteurs

Parc des Hauteurs

Spostandoci verso l’altro lato della città, nell’ovest, approfittando di una visita alla Cattedrale della Madonna di Fourvière con panorama della città annesso, si può scegliere di fare una pausa nel Parc des Hauters, attraversando la Passerelle des 4 Ventes, che regala delle viste a dir poco eccezionali e tanta natura. Il parco in sé offre solo un’attrazione e dei dondoli, ma è un ottimo compromesso tra le esigenze turistiche dei genitori e quelle ludiche dei figli, poiché immerso in uno dei punti più visitati della città.

Parc Sergent Blandan

Parc Sergent Blandan

A Sud, 17 ettari di paradiso verde danno vita al Parc Sergent Blandan, tra i miei preferiti in quanto privilegia lo sport e il divertimento per grandi e piccoli : è presente una sala sport efficiente e accessibile a tutti; campi da calcio, pallavolo, basket e ping-pong; uno skater park attrezzato anche per i rollers e i monopattini e due parchi giochi, dei quali uno oserei dire all’avanguardia con enormi scivoli al chiuso alti circa due metri!

Parc Sergent Blandan-sedute

Forse sembrerò scendere dalla luna, ma nei miei ricordi i parchi giochi erano quelli con un due altalene, uno scivolo che se rimasto troppo tempo al sole bruciava ed era necessario bagnarlo con dell’acqua e i classici dondoli. Ma tutto evolve, ed è bello vedere i bambini divertirsi e godere di spazi all’aperto così grandi e attrezzati in cui esprimersi e coinvolgere anche i genitori.

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

48 ore a Parigi, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Parigi? Cosa vedere in tre giorni

Un weekend a Parigi è un sogno. Diciamoci la verità, Parigi è sempre una delle mete europee più belle. Per quanto i francesi possano più o meno...