Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Tre insolite destinazioni in Irlanda

3 minuti di lettura
Consigli per scoprire l'Irlanda in modo autentico e viaggiare on the road in un mese insolito. Pronti per conoscere questa terra meravigliosa?

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 27, 2019

L’Irlanda è un paese in cui perdersi, dove i suoi prati verdi, i cieli mozzafiato che vanno dal blu al grigio, dal viola all’arcobaleno, e le sue pecorelle col muso nero non ti stancano mai!

Nella mia testa l’Irlanda era un paese noioso, dove poter vedere solo prati verdi… e invece ho scoperto che che quei semplici prati verdi non ti stufano mai!

Siamo infatti partiti per il nostro viaggio in Irlanda un po’ per caso e un po’ affascinati dalla foto in copertina della Lonely Planet…appunto prati verde brillante e cieli blu intensi. Ricordo ancora che eravamo in libreria alla ricerca di un’ispirazione per il nostro viaggio in ottobre e non sapevamo dove andare… finchè non ci è caduto l’occhio sulla copertina della guida dell’Irlanda ed è stato amore a prima vista! Così Irlanda è stata!

Irlanda in ottobre

Ottobre è un mese un po’ anomalo per andare in Irlanda, ma abbiamo pensato che in questa terra piove sempre quindi luglio o ottobre non sarebbe cambiato molto, e poi si è rivelata essere una scelta ideale perché abbiamo potuto godere dei magnifici paesaggi irlandesi senza nessun altro, avere costi decisamente più bassi rispetto all’estate e la prima settimana non abbiamo quasi visto una goccia di pioggia… ma tanti tanti arcobaleni!

Irlanda on the road

Ci siamo messi ad organizzare il nostro viaggio itinerante, quindi abbiamo optato per noleggiare una macchina, perché sì, ci sono anche molti treni, ma non ti permettono di raggiungere quei paesini più isolati che sono i più caratteristici e che poi ci sono rimasti nel cuore!

Per gli alloggi abbiamo scelto i tipici b&b ogni volta che potevamo e piccoli ostelli con camere private per le città come Dublino e Galway. Anche i b&b ti rimangono nel cuore e grazie al calore e alla cura degli alloggi e dei proprietari ti senti sempre a casa.

Per non parlare dell’ “irish breakfast” che ti preparano con cura ogni mattina.
Così dopo aver pianificato ogni tappa siamo partiti alla volta di quello che sarebbe stato uno dei viaggi che a cui siamo più affezionati!
Potrei scrivere pagine e pagine sull’Irlanda, sui motivi per cui va assolutamente visitata, sui posti da visitare, ma ho selezionato per voi tre mete assolutamente imperdibili e fuori dai soliti itinerari.

Ecco le tre mete che non si può correre il rischio di perdere in Irlanda:

1. Westport e una passeggiata al Croagh Patrick

Westport è un tipico paesino sulla costa ovest dove potrete alloggiare in un tipico b&b (noi abbiamo alloggiato al Killary House b&b, ottimo!!) e iniziare la giornata con una ricca Irish Breakfast, che vi servirà per affrontare la scalata del Croagh Patrick, la montagna sacra per gli irlandesi e vetta più alta dell’Irlanda.

Per arrivare in cima ci vuole una lunga passeggiata (3/4 ore tra andata e ritorno) che però vale tutta la fatica, perché dalla cima vedrete sotto di voi un oceano di nuvole e luce! Uno spettacolo indimenticabile si apre alla vostra vista quando arrivate in cima (e a farvi compagnia ci sarà qualche capretta bianca e nera): l’oceano della Clew Bay con piccoli isolotti sabbiosi, in cui si riflette il tipico cielo irlandese ricco di nuvole, ognuna diversa dall’altra.

2. Le Aran Island in tandem

Un luogo fermo nel tempo. Niente macchine, pochissime costruzioni e una natura incontaminata. Vale un giro in bici per vedere l’Irlanda più pura, rocce a picco sul mare, prati verdi, spiagge bianche e magari anche per poter comprare un capo in lana prodotto in loco!

3. Allihies, un posto fuori dal mondo

L’ultimo villaggio alla fine della penisola di Beara, dove arrivi solo dopo un lungo tragitto in cui ti convinci di esserti perso. E invece ecco una fila di casette colorate (tra cui il delizioso Seaview Guesthouse dove abbiamo alloggiato), un benzinaio e un pub e quella è Allhies.

Troverai l’O’Neill’s Bar&Restaurant, il pub più caratteristico di tutta l’Irlanda, con fish&chips, ottima birra e animato da gente locale che si raduna per suonare musiche irlandesi… e probabilmente proverà anche a coinvolgerti! Puoi terminare allora la serata con un buon bicchiere di whiskey.

5 articoli

Informazioni sull'autore
Sara, 28 anni, milanese di nascita ma si sente a casa in tanti posti. Psicologa, danzaterapeuta e viaggiatrice. Legge, balla, sorride, ma pensa tanto, è curiosa, le piace conoscere persone nuove e poi ritornare da quelle con cui basta uno sguardo per stare bene. La natura la fa respirare, la città la affascina, vorrebbe tempi lenti, ma l’ammalia l’urgenza. Thomas, toscano di nascita, mamma romana, papà dell’Alto Adige, ha studiato a Roma e vive a Milano. Insomma il viaggio fa parte di lui. Ha 35 anni, è ingegnere informatico con la passione per la fotografia. Insieme coppia nella vita e nei viaggi. Otto anni fa il loro primo viaggio insieme e da lì non si sono più fermati. A entrambi piace l’idea di far viaggiare gli altri condividendo le loro storie, attraverso parole e fotografie, e credono nel loro progetto-sogno di vivere viaggiando. Così hanno dato via al loro blog travelcoffeebreak.org, perché viaggiare è ciò che fanno in ogni pausa caffè!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Le meraviglie d'Irlanda: scogliere, isole e castelli

Esiste il mal di mare, il mal di terra e il mal d’Irlanda. Un male che provano solo i fortunati che hanno avuto modo di passeggiare per i territori irlandesi. Un amore che nasce appena scesi dall’aereo. L’Irlanda è verde, è accoglienza, è semplicità, leggende e tradizioni. Tra costiere, isole e castelli, qui si può trovare un elenco delle meraviglie naturali d’Irlanda.
Ricetta

Ciceri e Tria, la ricetta originale salentina da rifare a casa

Ricetta originale salentina: Ciceria e Tria, ha una storia antichissima ed è conosciuta principalmente in Puglia e nel sud Italia. Qui trovi tutti i consigli e le indicazioni per realizzarla anche a casa, dopo la vacanza.
Ricetta

Ricetta sarda della zuppa gallurese

La ricetta della zuppa gallurese, ricetta sarda per chi ama la Sardegna e i viaggi tra spiagge e nuraghi ma anche la cucina. Non solo vacanza quindi, ma anche tutte le istruzioni per riprodurre queste ricette a casa.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.