Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Granada low cost, bagni arabi gratuiti

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Dicembre 10, 2012

Granada è davvero una piccola perla ai piedi della Sierra Nevada, circondata da mare e montagne, splendida tutto l’anno per il suo clima mite che raramente vede la pioggia e che ha temperature medie che oscillano tra i 14 e i 16 gradi, con punte minime in gennaio (6 gradi) e massime in agosto, che arrivano a toccare i 40 gradi.

Il periodo migliore per andare a fare un giro a Granada è sicuramente la primavera, in particolare aprile, quando il profumo di rose e zagare (i fiori degli agrumi che sono una costante della città) si mescola a quello del the, venduto sfuso nelle moltissime botteghe sparse nella città. La luminosità è una costante: il numero di ore di sole durante l’anno sono ben 2662 e, in estate, dovrete andarvene dalla spiaggia dopo le 21.00 se vorrete assistere agli splendidi tramonti che il luogo saprà regalarvi.

A Granada gli Arabi lasciarono in eredità un patrimonio artistico e architettonico eccezionale, costruendo la rossa, meravigliosa Alhambra, oggi considerata simbolo dell’Andalusia: capolavoro dell’arte moresca e Patrimonio Unesco dal 1984, è stata candidata dalla Spagna tra i 21 candidati finalisti delle sette meraviglie del mondo moderno.

Granada è stata anche dimora di Salvador Dalì, Federico Garcìa Lorca, Andrès Segovia e Manuel de Falla, facendo diventare la città un vero e proprio centro della letteratura e della musica del ‘900. Oggi Granata può essere visitata a piedi molto facilmente: vi consiglio di andare all’ufficio del turismo nel Comune dove vi proporranno e vi daranno le relative informazioni dei possibili percorsi da fare, da quello delle tapas, a quello dei giardini, del flamenco, dei patios. L’ufficio si trova in Plaza del Carmen, tel. 0034 958 248280.

E ora, qualche informazione low cost: i bagni arabi medioevali El Banuelo sono gratuiti, così come il Palacio de Dar-al-Horra, il Palacio de los Cordova, il Palacio de la Madraza e il Museo Max Moreau. Anche il Museo de la Alhambra e quello de Bellas Artes, all’interno dell’Alhambra, sono gratuiti.

21 articoli

Informazioni sull'autore
Uno zaino o un aeroporto la emozionano da sempre. Dopo la laurea ha iniziato a insegnare alle elementari, dove cerca di trasmettere ai bambini che le barriere fisiche e culturali possono essere superate. Sempre in movimento, adora intrufolarsi tra la gente emozionandosi di fronte ad ogni piccola scoperta. Si definisce viaggiatrice e non turista. Ha una grande passione per i mercatini, dove spesso ama assaggiare il cibo di strada. Da 10 anni viaggia col suo infaticabile compagno, vagabondo come lei.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

10 città della Spagna da vedere almeno una volta

La Spagna non è solo mare e divertimento, ma al contrario ha tantissimo da offrire in termini di natura, di storia e di panorami. Tutto dipende da ciò che stai cercando, perché in base alla regione cambierà la lingua, lo stile di vita e le attività da fare.
Destinazioni

Le meraviglie d'Irlanda: scogliere, isole e castelli

Esiste il mal di mare, il mal di terra e il mal d’Irlanda. Un male che provano solo i fortunati che hanno avuto modo di passeggiare per i territori irlandesi. Un amore che nasce appena scesi dall’aereo. L’Irlanda è verde, è accoglienza, è semplicità, leggende e tradizioni. Tra costiere, isole e castelli, qui si può trovare un elenco delle meraviglie naturali d’Irlanda.
Ricetta

Ciceri e Tria, la ricetta originale salentina da rifare a casa

Ricetta originale salentina: Ciceria e Tria, ha una storia antichissima ed è conosciuta principalmente in Puglia e nel sud Italia. Qui trovi tutti i consigli e le indicazioni per realizzarla anche a casa, dopo la vacanza.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.