Derry, Irlanda del Nord: 5 tappe da non perdere - Viaggi Low Cost

Cosa vedere a Derry per una visita fai da te

Cosa vedere a Derry per una visita fai da te

Una città di frontiera davvero affascinante, palcoscenico principale dei più significativi eventi storici che riguardano l'Irlanda del Nord. Derry è una cittadina da visitare e vivere in modo autentico, passeggiando lungo le mura e immergendosi nelle atmosfere dei pub.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Derry è una città di frontiera, palcoscenico principale dei più significativi eventi storici che riguardano l’Irlanda del Nord. Facendo una passeggiata sulle mura, non potrete fare a meno di innamorarvi di questa cittadina da cui trasuda il desiderio di libertà e spensieratezza che i suoi abitanti hanno riscoperto solo dopo i trattati di pace del 1998.

La storia di Derry

Innanzi tutto se vi state facendo la domanda ma è Derry o Londonderry? è meglio fare subito chiarezza. Il nome Londonderry è quello dato dai coloni inglesi che l’hanno ricostruita nel XVII secolo, mentre Derry è il nome dell’insediamento precedente, che deriva dal gaelico e che letteralmente significa bosco di querce. Ormai per tutti gli irlandesi è Derry. Se la chiamate Londonderry ci possono essere solo due spiegazioni: o siete visitatori un po’ sprovveduti al vostro primo viaggio in Irlanda del Nord o, cosa inverosimile, state esprimendo chiaramente il vostro nostalgico schieramento politico a favore della Corona inglese.

1. Il centro storico

Detto questo a Derry non potete perdervi. Il centro storico è tutto racchiuso nelle mura seicentesche, la cui struttura è completamente intatta e interamente percorribile per un totale di circa 1,5 km. Per cui il mio consiglio è di iniziare la visita proprio dalla passeggiata sulle mura e di godere della vista su un altro quartiere che è quello del Bogside. Il Bogside dall’alto emana tutte le vibrazioni delle ribellioni che lì hanno avuto luogo a partire dalla fine degli anni ’60.

2. I murales tradizionali

Qui potete anche scendere per osservare più da vicino i murales che lo caratterizzano. I murales sono sempre stati l’espressione artistica del conflitto nordirlandese e oggi a Derry questa tradizione continua e rappresenta ancora la memoria visiva della città. Se scendete nel Bogside e volete approfondire la vostra conoscenza degli eventi del Free Derry e del Bloody Sunday, che proprio qui hanno avuto luogo, potete visitare il piccolo ma significativo Museum of Free Derry. Qui vedrete e ascolterete documenti di drammi così vicini nel tempo che non potrete che uscirne profondamente toccati.

3. La piazza principale di Derry

All’interno delle mura potete raggiungere la piazza principale, che porta il nome di Diamond, centro geometrico dello spazio all’interno dei bastioni.
Potete visitare la Cattedrale di San Columba (è richiesta un’offerta, come nella maggior parte delle chiese anglicane di valore storico), o prendervi un caffè al Craft Village, un gradevole quartiere pedonale con negozietti e tanto di cottage.

4. Visita lungo il Fiume Foyle

Prendetevi poi un altro po’ del vostro tempo per scendere dalla parte del Fiume Foyle. Qui, proprio fuori da una delle porte della città, visitate il Guildhall, il municipio, accessibile liberamente a tutti i visitatori. A piano terra si trova una piccola esposizione permanente sulla storia della città.
Mentre se salite al primo piano, salvo eventi, potete visitare il salone principale con il suo bell’organo e le vetrate. All’interno del Guild Hall, cosa che non guasta mai, trovate anche i bagni, sempre puliti e gratuiti.

Usciti dal Guildhall non dimenticatevi per nessun motivo di rendere omaggio al fiume di Derry, il Foyle. Attraversate il Peace Bridge, il ponte dalla forma serpentina inaugurato nel 2011, e se avete tempo seguite la corsa del fiume, a volte pacifica, a volte nervosa, facendo qualche passo sulla pedonale che lo costeggia.

5. Le atmosfere da pub

Bene, a questo punto di sicuro sarà almeno mezzogiorno e quindi siete più che legittimati a godervi una pinta al pub. E se siete in Irlanda e non avete già sviluppato una preoccupante dipendenza per i suoi pub, beh è ora di iniziare. Se invece siete già amanti delle atmosfere festose e inebrianti che avvolgono le serate irlandesi, allora potreste programmare di spingervi oltre e ripetere la vostra visita a Derry a fine ottobre per il suo Halloween, considerato il più grandioso d’Europa. La maschera è d’obbligo.

Per finire un consiglio pratico: nonostante sia vicinissima al confine con la Repubblica, a Derry dovrete usare la sterlina. Ovviamente carte di credito e bancomat sono accettate ovunque.

Booking.com

© 2019 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

48 ore a Londra, mini guida per 3 giorni low cost

Cosa vedere a Londra in 3 giorni

Quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita, diceva Samuel Johnson e noi siamo d'accordo con lui. Stancarsi di Londra è praticamente...