Come viaggiare di più spendendo di meno

Becherel, la cite du livre remplies de librairies pres de la porte Saint-Michel.
Destinazioni

Bécherel: la Cité du Livre in Francia

2 minuti di lettura
Se siete amanti di libri e cultura, ecco cosa dove sapere su questo piccolo, adorabile borgo nel nord della Francia.

Questo articolo è stato aggiornato il Febbraio 18, 2019

Nel Nord della Francia, precisamente nel dipartimento d’Ille-et-Vilaine, nella regione della Bretagna, si nasconde una piccola cittadina medievale di nome Bécherel, sorta come una piccola roccaforte militare, e conosciuta oggi in tutto il mondo come “la città del libro”.

La città del libro in Bretagna

Questo soprannome gli è stato dato dopo che, nella seconda metà del ‘900, per riprendersi da una crisi economica e tessile, sono state investite risorse in vari progetti culturali che hanno portato la nascita di ben 15 librerie, una per ogni 44 abitanti, tenendo conto che attualmente la cittadina ne conta ben solo 800.

Con il tempo, questa piccola cittadina, che conserva ancora oggi un fascino architettonico, è diventata meta europea per appassionati di cultura e libri, e di pellegrinaggio per tanti bibliofili europei.
La sua fama come patria del libro è dovuta anche ai vari eventi che ogni anno si svolgono qui. Il più importante è senza dubbio “La Fête du Livre” che avviene ogni fine settimana di Pasqua. Durante questa manifestazione il piccolo borgo diventa un teatro a cielo aperto nel quale si svolgono dimostrazioni pratiche per apprendere le tecniche librarie di stampa e rilegatura, letture animate nei giardini privati, biblioteche intineranti, nonché il tradizionale mercato del libro antico d’occasione.

Tra le tante librerie presenti nelle stradine di questa cittadina quelle più consigliate sono ovviamente “La vache qui lit” che è anche un caffé e permette così ai suoi visitatori di godersi la lettura di un buon libro ad uno dei suoi tavolini, immersi nella tranquillità che caratterizza Bécherel. Sulla stessa linea d’onda troviamo anche la libreria “Port Saint Michel” che al suo interno custodisce una sala da tè.

Cosa vedere a Bécherel

Ma oltre ad essere la patria del libro, come abbiamo detto, Bécherel custodisce anche un ricco patrimonio architettonico, che gli ha portato anche la denominazione di “Petite cité de Caractére de Bretagne”.

Quindi non potete assolutamente perdervi una visita al Castello di Caradeuc, uno dei più belli della regione, circondato da un esteso parco, che gli ha permesso di essere soprannominato “Versailles bretone”. Poi potrete proseguire la vostra passeggiata verso la Chiesa Les Iffs, costruita in pieno stile gotico, per poi concedervi una piccola pausa dalla vostra escursione nel Parco di Thabor, che sorge sui resti di un cimitero alle spalle della Chiesa di Notre-Dame de Bécherel.

Siamo sicuri che se amate i libri e la lettura sia sorta in voi un po’ di curiosità e voglia di visitare questa piccola cittadina che conserva un immenso tesoro di cultura, tradizione, storia, favole e leggende celtiche, come dimostra anche la sua vicinanza al Bosco di Paimpont comunemente associato alla mitica foresta di Brocéliande, dove si svolgono le vicende di Merlino e della fata Morgana nel ciclo di leggende di Re Artù.

7 articoli

Informazioni sull'autore
Roberta, 22 anni, napoletana di nascita, ma cittadina del mondo. Le sue due più grandi passioni sono la scrittura e viaggiare. Due passioni che combacia portando con se durante i suoi viaggi un quaderno e una penna nera, dando vita a storie e racconti.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Le meraviglie d'Irlanda: scogliere, isole e castelli

Esiste il mal di mare, il mal di terra e il mal d’Irlanda. Un male che provano solo i fortunati che hanno avuto modo di passeggiare per i territori irlandesi. Un amore che nasce appena scesi dall’aereo. L’Irlanda è verde, è accoglienza, è semplicità, leggende e tradizioni. Tra costiere, isole e castelli, qui si può trovare un elenco delle meraviglie naturali d’Irlanda.
Ricetta

Ciceri e Tria, la ricetta originale salentina da rifare a casa

Ricetta originale salentina: Ciceria e Tria, ha una storia antichissima ed è conosciuta principalmente in Puglia e nel sud Italia. Qui trovi tutti i consigli e le indicazioni per realizzarla anche a casa, dopo la vacanza.
Ricetta

Ricetta sarda della zuppa gallurese

La ricetta della zuppa gallurese, ricetta sarda per chi ama la Sardegna e i viaggi tra spiagge e nuraghi ma anche la cucina. Non solo vacanza quindi, ma anche tutte le istruzioni per riprodurre queste ricette a casa.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.