Lago di Tenno, Trentino: un'acqua dal colore unico

Lago di Tenno: un’oasi nei pressi del Lago di Garda

Lago di Tenno: un’oasi nei pressi del Lago di Garda

Vicino Riva del Garda vi aspetta un lago cristallino e dai colori cangianti: tutti i consigli per la vostra gita al Lago di Tenno!

di , | Cosa Fare

Booking.com

Il Lago di Tenno è uno splendido lago azzurro situato nel Comune di Tenno, in provincia di Trento, a pochi passi dal Lago di Garda e, precisamente, da Riva del Garda, dove sono cresciuta.

Le origini del Lago di Tenno

Si tratta di un bacino di origine unica che si è formato in seguito ad una frana del dosso di Ville del Monte e  che ha bloccato il corso del suo immissario. È un lago rotondo, incastonato in un paesaggio alpino a 570 metri di altezza. Con una superficie di circa 200 m² ed è un vero e proprio gioiello naturale del Trentino, grazie anche alle sue incredibili sfumature azzurro-turchese delle sue acque, nelle quali si specchiano le verdi montagne circostanti.

Un lago dal colore unico

Attorno al lago ci sono pochissime costruzioni e un fitto bosco, che lo rendono ancora più bello. Ed è proprio questo verde del bosco, unito alle pietre e alla sabbia bianca del fondale, che conferiscono all’acqua un colore che, in base al meteo, varia da un verde bottiglia ad un azzurro smeraldo.

Una sua particolare caratteristica è quella di avere un forte sbalzo di livello, anche di 15mt, in base al periodo dell’anno ma anche alle stagioni particolarmente piovose o particolarmente secche.
Generalmente a fine estate lo si trova piuttosto basso ed è possibile accedere a piedi, tramite una striscia di sassi, alla piccola isola centrale. A fine autunno e in inverno, invece, l’isola scompare e alcuni alberi spuntano dal lago, sommersi per metà, creando un effetto davvero suggestivo.

Quando il lago è davvero basso affiora talvolta anche un’altra isola, chiamata “Isola dell’86”, proprio perché nel 1986 comparve per la prima volta e vi fu posta una targa che dice: “Quando mi vedrete, piangerete”, proprio perché l’affioramenteo di questo secondo isolotto significa un periodo di estrema siccità  e quindi poco felice per le coltivazioni dell’area.

Come raggiungere il Lago di Tenno

Il Lago si trova sulla strada che collega la città di Riva del Garda a Ponte Arche. Non è raggiungibile direttamente in macchina, ma si accede da una scalinata oppure da una stradina sterrata.

Dalla Riva del garda si può facilmente raggiungere in macchina, percorrendo una serie di tornanti, in circa 15 minuti, dista infatti 11km circa, prendendo la SS240 verso Valle di Ledro/Lago di Tenno.
Consiglio di parcheggiare al parcheggio Lago di Tenno per poi proseguire a piedi fino al lago, che si raggiunge in pochissimi minuti.
Una strada alternativa da Riva del Garda è la SS421 in direzione Varone/Cologna/Tenno. Se siete dei ciclisti, potrebbe piacervi fare la strada dalla città gardesana al Lago di Tenno in bici, ma vi consiglio vi farla nelle ore meno calde in estate.

L’acqua è limpida e generalmente fresca, tanto che d’estate si fa tranquillamente il bagno. È praticamente un’oasi di quiete, ad esclusione di alcune domeniche estive nelle quali ci troverete molti turisti a fare il bagno. Inoltre, è possibile fare una piacevole passeggiata attorno al lago in quanto è interamente costeggiato da una stradina sterrata, che costeggia la zona di balneazione.

Il lago dispone anche di una piccola zona dedicata a chi ha un cane o un qualche amico a quattro zampe che voglia fare il bagno.

Cosa visitare nei dintorni

Il paesino di Tenno, dal quale prende il nome, conta meno di 2000 abitanti. Più famoso del comune di Tenno è invece l’affascinante antico borgo medievale di Canale di Tenno, che vale davvero la pena visitare se vi trovate al Lago di Tenno, dal quale si può arrivare direttamente a piedi.

Il borgo medievale di Canale di Tenno è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e tra quelli meglio preservati dato che risulta giunto quasi intatto ad oggi. Il borgo si costituisce di piccole case in pietra, avvolte l’una sull’altra, tra vicoli, sottopassi e ballatoi.
In particolare, se vi capita di essere da queste parti nel mese di agosto, vi segnalo che, ogni estate in quel periodo, il borgo prende vita per un evento chiamato “Rustico Medioevo”, volto proprie a rievocare la storia di questo luogo, tra gastronomia, mercatini e spettacoli.

Booking.com

© 2019 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

Mini guida di Reggio Emilia

Cosa vedere a Reggio Emilia

Reggio Emilia è una delle cittadine di origine romana nate lungo la via Emilia, non è molto conosciuta a livello turistico, probabilmente anche per...