Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Berlino attraverso il muro, itinerario

2 minuti di lettura
L'attrazione principale di Berlino è, per fortuna, un qualcosa che non esiste più: ecco come ripercorrere la storia di questa splendida città!

Berlino, è una città in rinascita, un cantiere aperto. Berlino ne ha passate tante e adesso si sta rinnovando con palazzi e grattacieli moderni, senza dimenticarsi della storia che dopo 30 anni dalla caduta del muro la si vive e respira ancora. Andiamo a scoprire insieme gli angoli della storia di questa pulsante città.

A Berlino l’attrazione principale è qualcosa che fortunatamente non esiste più: il Muro, che per 30 anni ha diviso la città. Adesso passeggiando per tutta Berlino si trovano delle targhe commemorative dove c’era il muro così da poter capire come era la divisione della città.

Se volete toccare con mano la storia vi consiglio 4 luoghi assolutamente da non perdere.

1. Nordbahnhof

Il Muro non divideva solo la città di Berlino ma anche la sua rete di trasporti. Infatti i mezzi dovevano passare dalla parte orientale per poi tornare in quella occidentale della città.
Una di queste stazioni è la Nordbahnof. Si tratta di una “stazione fantasma“. Si chiama così in quanto i treni passavano, rallentavano, ma non si fermavano. Erano tutte pattugliate dai militari. In particolare in questa stazione vi è una mostra storica con foto riguardante il periodo.

2. Gedenkstätte Berliner Mauer

Se davvero volete conoscere la storia non potete perdervi questo luogo. Siamo nel quartiere di Scheunenviertel, nella parte nord di Berlino. Si tratta di un luogo commemorativo dove è possibile trovare un tratto del muro originale. Inoltre è stata ricostruita la famosa “striscia della morte”, ovvero quella parte dove passavano i mezzi dei militari che avevano il dovere di sparare a chiunque provasse ad oltrepassare il muro. Al centro di questa zona si trova la “Finestra della Rimembranza“, ovvero una parete tappezzata di fotografie di coloro che hanno tentato di scavalcare il muro e che purtroppo non ce l’hanno fatta. Oltre all’area esterna se ne trova anche una interna che funge da piccolo museo, con foto che ricordano il periodo e una sala proiezioni dove poter vedere il video che racconta dalla costruzione del muro fino alla sua caduta.

3. East Side Gallery

Siamo nel quartiere di Friedrichshain, dove si trova il tratto più lungo di muro ancora in piedi. Questa parte della città la si raggiunge tranquillamente con la metro e la fermata più vicina è la Ostbahnof.
Per circa 1,3 KM il muro corre parallelo alla Sprea, il fiume di Berlino.
Dopo la sua caduta più di 100 artisti provenienti da tutto il mondo si sono riuniti e hanno deciso di dipingere delle vere opere d’arte direttamente su un pezzo di storia. Tra i dipinti più famosi non si possono non citare: il famoso bacio sulla bocca tra i leader politici Leonid Brezhnev e Erich Honecker e la Trabant blu, la macchina della Repubblica popolare tedesca, che si apre un varco nel muro.

4. Checkpoint Charlie

Situato vicino a Potsdamer Platz, questo luogo storico rappresentava il principale punto di passaggio per tutti i diplomatici e gli stranieri che avevano il permesso di transitare tra Berlino Est e Ovest tra il 1961 e il 1990.

Oggi di questo luogo è rimasto ben poco, o meglio, più che altro è diventato un’attrazione per i turisti. Qui vengono venduti pezzi di muro come souvenir ed è possibile farsi fotografare con ragazzi travestiti da militare pagando qualche euro.

49 articoli

Informazioni sull'autore
Ormai entrata negli “enta”, ma con la stessa voglia di fare, scoprire e soprattutto viaggiare di un decennio fa. Nata a pochi passi dal Lago di Garda, precisamente a Riva, sono cresciuta con la passione di girare il mondo che mi è stata trasmessa già in tenera età dai miei genitori. Crescendo ho iniziato a visitare il mondo con le amiche e poi finalmente il grande volo da sola: Nepal, Tailandia e Australia sono stati il mio trampolino di lancio e di crescita e vi assicuro che una volta lasciato il nido è davvero difficile tornare alla vita di prima. Così da questo viaggio in solitaria è partita l’idea di creare questo blog, per rendervi partecipi delle mie emozioni e cercare di farvi vivere le sensazioni che un qualunque posto nel mondo può regalare.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

Borbonika al Vomero: dove mangiare a Napoli

Dove mangiare a Napoli ma con stile, un luogo che si trova nel Vomero per scoprire gusti tradizionali napoletani ma con stile rinnovato.
Destinazioni

5 località dove sciare nelle Dolomiti bellunesi

Dove sciare sulle Dolomiti? Ecco cinque consigli sulle località meglio attrezzate e più frequentate delle Dolomiti bellunesi. Da Arabba a Col Margherita fino a Auronzo di Cadore e non solo. Leggi l’articolo e scegli l’itinerario e la soluzione più giusta per te per sciare in vetta.
Destinazioni

Vacanze in autunno: le 5 mete più colorate d'Italia

L’autunno è un momento magico e suggestivo per viaggiare, sono tante le mete colorate in Italia tra cui scegliere per ritagliarsi qualche giorno di relax nei mesi di ottobre e novembre. Da nord a sud dello stivale, ecco cinque consigli per programmare un viaggio speciale.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.