Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Lago di Garda in un giorno

2 minuti di lettura
Il Lago di Garda è talmente grande e affascinante che avrete l'imbarazzo della scelta nel decidere cosa visitare e le esperienze da provare.

Veneto, Lombardia e Trentino-Alto-Adige si contendono le rive di uno dei laghi più belli d’Italia, il Lago di Garda. Il territorio che lo circonda offre i più diversi svaghi e paesaggi, ed avendo un solo giorno a disposizione sarebbe meglio scegliere una sola zona da visitare. Romantico per le coppie, divertente per i bambini, avventuroso per gli amici: c’è tutto a Lago di Garda. Prendete la macchina, il modo migliore per un giro in giornata, e lasciatevi trasportare dalle suggestioni.

Alla scoperta della Riva veneta

La parte veneta del Lago di Garda è ricca di esperienze da provare e luoghi da visitare. Prima di tutto, nei pressi di Peschiera, c’è un’ampia concentrazione di parchi divertimento, i quali se visitati occupano da soli una giornata intera. Quindi se avete intenzione di visitare Gardaland, o Movieland, o anche solo il Parco Natura Viva, contate di poter vedere solo quello e magari prendervi un giorno in più per visitare anche il lago stesso.

Risalendo, dopo Peschiera del Garda non perdetevi Lazise, una cittadina che affonda le sue radici nella preistoria. È possibile infatti visitare l’antico villaggio di palafitte, l’insediamento romano, fino ad arrivare alle mura di epoca medievale. Fate una passeggiata lungo la riva e non mancate di notare il riferimento a Piazza San Marco, risalente alla dominazione veneziana della Serenissima sul Garda.

Tappa successiva Bardolino. Fermatevi qui all’ora di pranzo e gustatevi l’ottimo vino del luogo, per poi inoltrarvi lungo la famosa Strada del Vino.

Prima di arrivare alla tappa finale di questa giornata sulla riva veneta, fermatevi al castello scaligero di Torri del Benaco. La visita non richiede molto tempo e il prezzo è contenuto per un castello ristrutturato che offre una visione della vita nel Medioevo sulle rive del lago. Infine, per concludere la giornata, allontanatevi dal lago e raggiungete Monte Baldo, salite con la funivia e gustatevi un panorama mozzafiato, magari al tramonto.

La Riva lombarda e trentina

Altrettanto pittoresco e affascinante, il giro del lato lombardo e trentino del Garda, che vi permetterà di gustare la natura, la strada e i paesini più piccoli e nascosti.

Sirmione è il perfetto punto di partenza per questo viaggio. Una città piena di storia e cultura, a partire dalle Grotte di Catullo, fino alla città medievale. Qui potrete gustarvi una carica colazione guardando il Garda prima di partire all’avventura. Le sue terme e i tanti punti di interesse l’hanno resa una meta ambita già da artisti e scrittori come Stendhal e Goethe.

Tappe fondamentali per la storia italiana più recente sono Salò e Gardone. A Salò troverete un lungolago perfetto per una passeggiata romantica, mentre a Gardone si trova il Vittoriale degli Italiani. Parco e museo voluto da Gabriele D’Annunzio, merita sicuramente una visita approfondita perdendosi tra le passeggiate e i sentieri proposti. Fate attenzione però agli orari di apertura, diversi tra estate e inverno.

Limone è l’ultima città lombarda di questo tour, un paese piccolo e caratteristico, il cui nome ne suggerisce anche il prodotto tipico: gli agrumi. Anche in questo caso il miglior consiglio per la visita è quello di perdersi tra i vicoli lasciandosi trasportare dalle sensazioni di questo paese.

Infine, arriverete nel lato trentino del lago, con Riva del Garda e Torbole. Da quest’ultima tappa potrete avventurarvi in una passeggiata di circa 4 km, per un’ora di natura e meravigliosi scorci sul Lago di Garda che vi porterà fino a Tempesta, dove gustare una meritata cena.

24 articoli

Informazioni sull'autore
Nata e cresciuta nella provincia di Venezia, Beatrice ha sempre avuto una grande passione per i viaggi e per la storia. Laureata in archeologia, ama girare il mondo per scoprire il passato, vivendo però sempre il presente e con lo sguardo fisso al futuro. Ha iniziato a scrivere un blog per raccontare le sue avventure e i libri che la accompagnano nel percorso. Predilige i viaggi in totale libertà, senza troppa organizzazione e cercando di immergersi il più possibile nella cultura del luogo.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.