Emilia Romagna, scoprire in auto le bellezze della regione

In auto alla scoperta delle colline della Romagna

In auto alla scoperta delle colline della Romagna

Un itinerario in auto con partenza da Bologna per scoprire i posti più belli situati nelle colline della Romagna per arrivare fino alla Riviera Romagnola, tra Rimini e Riccione, sempre esplorando e gustando i prodotti tipici.

di , | Come Muoversi

Booking.com

Qualche giorno fa ho iniziato a pensare a come impostare un post sulle colline romagnole. Si parla spesso delle colline toscane in Italia, ma quando pensiamo all’entroterra romagnolo non c’è nulla che questa campagna possa invidiare alle altre regioni del nostro Bel Paese.

bologna

Atterrando in aereo noleggia un’auto a Bologna e organizza un bell’itinerario per le colline romagnole, alloggiando negli agriturismi intorno alla zona di Bologna, fino ad arrivare a Rimini. Una settimana, ma anche 5 giorni a spasso per la Romagna, apprezzando il verde e la zona collinare di questa regione e non solo la sua costa.

mortadella

Ferrari, Mortadella e Lambrusco

Una delle prime tappe che consiglio, per chi ama i sapori e le bellezze italiane, anche automobilistiche, è la zona di Maranello. Tra Modena e Maranello, Castelvetro e Vignola si possono assaggiare alcuni dei sapori più buoni della regione Emilia Romagna. Lambrusco, aceto balsamico, grana padanomortadella e chi più ne ha più ne metta. La prima vera tappa di un viaggio a zonzo in auto per me dovrebbe essere questa, se non altro per fare un rifornimento di bontà da assaggiare poi durante il viaggio.

museo-ferrari

Nella zona di Maranello, gli amanti delle automobili possono visitare il Museo Ferrari, messo a nuovo da pochissimi anni, e gustarsi a pieno la storia di questa terra e della sua famiglia.

colline-romagna

Terme e Sangiovese

Proseguendo verso la Riviera Romagnola, passando per le dolci colline di Bologna e scendendo a Imola, si arriva alla zona in cui il Sangiovese è di casa. Qui tra Predappio, Bertinoro e a zona di Forlimpopoli si possono assaggiare alcuni dei vini più buoni dell’intera Regione. Qui si può anche soggiornare in qualche agriturismo e vedere anche come avviene la produzione, come vengono gestite le cantine, parlare con i produttori e, nel caso veniate in autunno, assistere alla raccolta dell’uva.

terme

Oltre al Sangiovese in questa zona si possono fare anche ottime terme. Riolo Terme e Bagno di Romagna sono due dei più rinomati centri termali della zona bassa della Romagna. Oltre alle terme a cielo aperto che si possono fare per tutta l’estate, assistendo così a scorci incredibili e visioni notturne uniche, si può pernottare qualche notte negli agriturismi in zona o nelle stesse strutture termali che hanno tutte 4 o addirittura 5 stelle.
piadina-rimini

Piadina e Mojito

Rimini e la zona costiera della Romagna, offre molto, molto di più, ma il divertimento e la piadina sono le due cose per cui viene più spesso ricordata e menzionata. Ovviamente non dovete dimenticare il bellissimo centro storico della città di Rimini, come le attività culturali che a Rimini, come a Ravenna e a Santarcangelo di Romagna si organizzano durante tutto l’anno, ma se volete apprezzare le specialità di questa zona, vi consiglio la piadina.

spiaggia

A Rimini nello specifico vi consiglio La Lella per una piadina al volo e La Casina del Bosco per un pranzo più strutturato con tanto di cheescake della casa. Secondo me poi non avrete nemmeno le forze per andare a stendervi al sole. Se desiderate fare questo percorso in inverno, non dimenticatevi di assaggiare i cappelletti o i passatelli, i piatti tipici di questa zona. Piatti di pasta fresca cotta in brodo, una delizia per gli amanti della buona cucina, da non perdere!

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

Tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia riminese

Cosa vedere in Valmarecchia

Un tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia, tra boschi, storia, arte e naturalmente la gastronomia. La valle del Marecchia, dove scorre...