Dormire in Toscana, in Val d'Orcia: Fattoria Pieve a Salti

Un soggiorno in Toscana nella bella Val d’Orcia: Pieve a Salti

Un soggiorno in Toscana nella bella Val d’Orcia: Pieve a Salti

Dormire in Toscana in Val d'Orcia, ecco la recensione della Fattoria Pieve a Salti.

di , | Dove Dormire

Booking.com

Ammetto di avere un debole per la Toscana, per il suo cibo, i suoi vini, i paesaggi e gli infiniti tesori artistici del suo territorio. Ho così scelto di trascorrere qualche giorno di vacanza nella provincia di Siena in Val d’Orcia, una delle zone che più adoro per le sue Crete e i suoi tramonti mozzafiato.

Come luogo di soggiorno ho prenotato a Pieve a Salti, non un semplice agriturismo ma una vera e propria fattoria che con i suoi edifici rustici è a cavallo di due comuni: Buonconvento e San Giovanni d’Asso. Avete presente quelle cartoline da sogno con case assolate sopra le colline circondate da lunghi filari di cipressi e tramonti mozzafiato? Ecco, mi trovavo in questo contesto scenografico e non vi scrivo il numero infinito di fotografie scattate.

Bilocale 9 camera matrimoniale

La struttura di fattoria Pieve a Salti ha la reception principale a Podere Caprili, nel comune di Buonconvento, e nello stesso stabile si trovano il ristorante, una piccola sala colazione, diverse camere al piano superiore ed una grande piscina esterna. A meno di 800 metri c’è il borgo di Pieve a Salti dove avevamo la nostra camera, una tripla in stile rustico con doppi servizi.

Ho scritto borgo non a caso dato che nell’arco di 200 metri son presenti l’antica Pieve, una seconda reception con sala colazione, una piscina coperta, e diversi appartamenti che dal loro nome tradiscono il loro antico uso, come il Vecchio Forno oppure la Piccionaia. Molti degli appartamenti hanno anche una cucina dato che chi prenota qui spesso vi rimane anche per due settimane ed è l’ideale per le famiglie.

WP_20140504_067

Tu sei in un agriturismo toscano ma i servizi a disposizione sono praticamente da hotel, come il centro massaggi, la piccola palestrina, corsi personalizzati di yoga ed altro.

Al risveglio, la mattina, non stupitevi se i cavalli dovessero passare proprio sotto la vostra finestra. Questo agriturismo ha ovviamente un grande maneggio, gestito da Clara e Marco, ed è gettonatissimo. Chi viene a Pieve a Salti deve assolutamente godersi anche una tranquilla cavalcata attorno alle colline e magari immortalare la chioma dell’antico leccio secolare che in lontananza sembra proteggere i tanti turisti che affollano questa struttura.

11705530_1016413691716093_3799835502562056991_o

Ho scelto Pieve a Salti anche per la sua posizione strategica. Infatti di fronte a sè ha il borgo di Montalcino, la capitale del Brunello, distante solo qualche chilometro e che non ho mancato di visitare partendo dal suo castello e perdendomi poi nei tanti negozi che offrono ogni tipologia di vino. Tornando indietro vi consiglio poi di fare una visita  al vicino borgo medievale di Buonconvento che ancor oggi presenta intatte le mura che lo cingono. Si trova a 3 minuti di auto da Pieve a Salti ed è tappa obbligata sia che andiate verso Montalcino che verso Siena. Se avete fame fate un salto da Mario, ristorante che apre di sera ed ha un grazioso giardino interno.

Dato che eravamo in Val d’Orcia non ci siamo persi di visitare la splendida Pienza ad appena 26 km da Buonconvento. Parliamo di un gioiello urbanistico sempre affollato di turisti stranieri. Visitata la sua cattedrale e l’adiacente palazzo Piccolomini, entrate nel ristorante La Terrazza del Chiostro che si trova sul corso principale. L’ingresso è gratuito e dalla terrazza giardino potrete fotografare il vasto paesaggio della Val d’Orcia, inserito nella UNESCO World Heritage Site. Prima di lasciare la città mi raccomando di assaggiare e acquistare le diverse varianti del famoso formaggio di Pienza, tutelato da un apposito consorzio. Se non volete pranzare in un ristorante nessun problema dato che molte botteghe di vini e formaggi hanno sempre qualche tavolino all’interno per mangiare bene ma in modo più spartano e sicuramente economico.

InstagramCapture_adde9ba8-83a4-4d0c-912d-f98dad878b3c

Rientrando da Pienza al tramonto ammetto di essermi fermato numerose volte a fotografare il paesaggio collinare della Val d’Orcia, i campi di farro e grano già mietuti non ancora arati e che sembrano letteralmente pettinati, e poi quei filari di cipressi tipici del paesaggio toscano. Mi sono fermato poi a San Giovanni d’Asso, ma per arrivarci non ho percorso la strada regionale che attraversa San Quirico d’Orcia e Torrenieri fino a Buonconvento. Ho optato per una scorciatoia tra le colline lungo la Strada Provinciale 14 Traversa dei Monti. Ci ho impiegato qualche minuto in più, ma il paesaggio che ho goduto è stato emozionante. All’interno del borgo di San Giovanni d’Asso ho visitato il museo del tartufo bianco che si trova all’interno del castello ed è aperto solo nei fine settimana dal venerdì a domenica.

La fattoria di Pieve a Salti dista solo 25 chilometri da Siena e onestamente, se fossi in voi e vi trovaste in queste zone, non mi perderei di visitare la stupenda Piazza del Campo e i suoi storici edifici.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Recensione

Un posto incredibile in Toscana, a metà strada tra Pienza e Montalcino, leggi la recensione e prenota la tua vacanza in Val d'Orcia.

5/5

Mini guida

48 ore a Firenze, weekend low cost in Toscana

Weekend a Firenze? Cosa vedere in tre giorni

Firenze è una delle città più belle d'Italia, una città che i turisti prendono d'assalto ogni inizio primavera fino alla fine dell'autunno e a...