Parigi, consigli low cost, grazie a Faq Parigine - Viaggi Low Cost

Parigi, consigli low cost, grazie a Faq Parigine

Parigi, consigli low cost, grazie a Faq Parigine

di , | Cosa Fare

Booking.com

Una grande intervista oggi, è con noi Carla la fondatrice di Faq Parigine, se non lo conoscete, vi consiglio vivamente di farci un salto, davvero molto utile ; )

Com’è iniziata questa passione del blog?
Non mi sono mai trasferita a Parigi. Ho iniziato a bazzicare la capitale francese nel 1976 e per sette anni (1999-2006), mio marito Gianluca e io abbiamo avuto un pied-à-terre nel 17ème arr. L’idea del sito è stata di Gianluca. Un giorno mi ha chiesto, “perché non condividi con gli altri il tuo know-how parigino ?“. E così, piano piano, sono nate le faq parigine

Quante mail ti arrivano su consigli per Parigi?
In posta privata, non moltissime, ma rispondo a numerosi quesiti su Parigi nell’apposito forum di TripAdvisor Italia e su AllExperts.com.

Parigi, un locale low cost dove mangiare?
Come rapporto qualità/quantità/prezzo, consiglio vivamente la Catena Flam’s, che propone una squisita specialità alsaziana, la Flammeküche. Un’altra catena dal buon rapporto qualità/prezzo è Chez Papa (cucina del sud-ovest francese). Infine, segnalo in termini assai positivi Chez Clément. In generale, a mezzogiorno si possono trovare, in moltissimi ristoranti e brasseries, formules molto convenienti (tra i 10 e i 15 euro).

È vero che gli hotel di parigi sono sporchissimi?
Per fortuna, non ho mai avuto esperienze del genere. Tutti gli alberghi parigini in cui ho alloggiato presentavano/presentano un buon standard d’igiene.

Il posto che tanti turisti non conoscono ma che vale la pena visitare?
Ce ne sono moltissimi, a dire il vero. Uno di questi è il Carré Saint-Louis (chiuso nei week-end), all’interno dell’omonimo ospedale, nel 10. (M° Goncourt): è una sorta di place des Vosges senza portici. Un altro è la cour de Rohan (chiusa la domenica), dalla cour du Commerce Saint-André, nel 6ème arr. (M° Odéon): un’infilata di minuscoli, incantevoli cortili, dove (piccola curiosità) si trova l’ultimo pas-de-mule rimasto in città (il pas-de-mule è un treppiede in ferro che serviva alle dame, agli uomini anziani e ai religiosi per montare in sella). Pare che Diane de Poitiers, la storica amante di Enrico II, avesse qui la sua residenza parigina.

Il panorama più bello di Parigi?
Quello dalla Tour Montparnasse. E’ molto suggestivo anche quello dalla piccola place du Calvaire, sulla Butte Montmartre (18ème arr., M° Abbesses).

Parigi la città degli innamorati, è vero?
E’ sicuramente una città che offre molti spunti romantici, come i quais della Senna, lo square Barye, la rue de Furstenberg, i tanti parchi (Montsouris, Monceau e Buttes-Chaumont in primis), l’incantevole Ile Saint-Louis.

Ma i francesi sono così antipatici come sembrano?
A mio parere, assolutamente no. Conosco personalmente un sacco di francesi adorabili.:-) Un buon modo per farseli amici è quello di rispettare le loro piccole “formalità”, a cui sono molto affezionati: è imperativo dire sempre bonjour, bonne journée, au revoir, à bientôt, merci, s’il vous plaît, e così via.

Posti low cost che vale la pena segnalare
Le collezioni permanenti dei musei civici parigini sono a ingresso libero (le mostre temporanee sono, invece, a pagamento). Sono altresì a ingresso gratuito le mostre allestite all’Hôtel de Ville (municipio) e >che vengono segnalate sul sito della Mairie de Paris.

Chiese, parchi e giardini sono, generalmente, a ingresso libero, un’eccezione è rappresentata dalla cripta della Basilica-Cattedrale di Saint-Denis, necropoli reale di Francia. I cittadini/residenti comunitari al di sotto dei 26 anni hanno accesso libero a tutti i musei e monumenti nazionali francesi. Soprattutto la domenica, in molte chiese (cattoliche e non) vengono organizzati concerti di musica classica a offerta libera.

D’estate, nei giardini e parchi parigini, vengono organizzati spettacoli (in genere concerti) che sono spesso a ingresso gratuito.

Booking.com

© 2011 - Riproduzione riservata

commenti

LA Flammeküche l'ho assaggiata quest'estate appena uscita dal musée grécin, il museo delle cere di parigi.. nella stessa zona (gran boulevards) è molto bello fare il giro dei passage couverts: ce ne sono tantissimi, molto diversi e particolarissimi ;)

Marzia

febbraio 28, 2011 | Rispondi | report

Wow Marzia, io mi sa che non l'ho mai mangiata : ( dovrò rifarmi ; )

Federica

febbraio 28, 2011 | Rispondi | report

carla è un mito, seguo il suo sito da oltre 6 anni e ho anche avuto il grande onore di conoscerla di persona a torino

M

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Vero M, Carla è una gran bella persona, ma soprattutto il suo forum su TripAdvisor è davvero fantastico : )

Federica

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Fede, è una sorta di pizza ma moooolto più leggera! poi condita come quella in foto con la creme fraiche, lardons (pancetta) e oignons (cipolla) è una bomba!!

Marzia

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Marzia mi sta venendo fame… sono le 9 di mattina : S

Federica

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Condivido appieno le risposte di Carla che mi ha dato spunto per visitare posti ancora non scoperti! ^^
Boooona la Flammeküche!!!

IP

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Grazie del tuo commento Italiani Pocket ; )

Federica

marzo 1, 2011 | Rispondi | report

Rispondi

Mini guida

48 ore a Parigi, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Parigi? Cosa vedere in tre giorni

Un weekend a Parigi è un sogno. Diciamoci la verità, Parigi è sempre una delle mete europee più belle. Per quanto i francesi possano più o meno...