Tasse aeroportuali: ma quanto mi costano? - Viaggi Low Cost

Tasse aeroportuali: ma quanto mi costano?

Tasse aeroportuali: ma quanto mi costano?

di , | Come Muoversi

Cerchiamo di capire qualcosa in più sulle tasse che ogni volta ci tocca pagare per comprare un biglietto aereo:

tasse aeroportuali, sono le spese che la compagnia paga per l’utilizzo dei servizi aeroportuali e variano in base agli aeroporti;
supplemento carburante, indicato sul biglietto con il codice YQ;
tassa per la sicurezza, un costo che è stato aggiunto dopo le vicende dell’11 settembre e che rimane invariato a seconda dei periodi di allerta più o meno alta;
altri supplementi, sono i costi che possono dipendere anche dalle nostre esigenze, come il pagamento con carta di credito o l’assicurazione o recentemente Ryanair ha introdotto il pagamento per l’imbarco prioritario, salire sull’ aereo prima degli altri, per intenderci.

Le tasse sono ormai ovunque, anche sugli aerei. Perchè allora ci occupiamo solo ora di questo problema? Alcuni anni fa quando già esistevano i voli low cost, ma pochi erano gli abituè di questo tipo di viaggio, era difficile fidarsi e comprare, ma una volta fatto, il prezzo era davvero basso. Ora che almeno una volta nella vita, più o meno tutti abbiamo preso un volo low cost, o almeno ne abbiamo sentito parlare, i voli low cost sono diventati salatissimi.

Spesso poi bisogna stare attentissimi a quando si compilano i moduli dell’acquisto, perchè un solo errore può risultare fatale. Un cambio biglietto, cambio nome, cambio ora o cambio data, è più costoso che ricomprare il biglietto intero. Un cambio nome, potrei portarvi le prove, costa con la bellezza di 100€, mentre il biglietto spesso ne costa appena 20€.

© 2008 - Riproduzione riservata

commenti

Ciao Federica! Guarda che ERANO tasse quando gli aeroporti erano pubblici ora sono tutte società di diritto privato e le tasse sono in realtà il prezzo dei servizi di cui usufruiamo (per davvero o anche solo potenzialmente) dall’ingresso fino a quando non saliamo sull’aereo. Tutto questo deriva dall’insano gusto di scomporre il prezzo del trasporto aereo per farci fessi e contenti. Ti immagini se andando a comprare un auto ci dicessero che costa 100 ma che se voglio io sedili devo aggiungere 20, il volante 10 etc?? :)

@blogviaggiatore

dicembre 6, 2012 | Rispondi | report

Ciao Federica! Guarda che ERANO tasse quando gli aeroporti erano pubblici ora sono tutte società di diritto privato e le tasse sono in realtà il prezzo dei servizi di cui usufruiamo (per davvero o anche solo potenzialmente) dall’ingresso fino a quando non saliamo sull’aereo. Tutto questo deriva dall’insano gusto di scomporre il prezzo del trasporto aereo per farci fessi e contenti. Ti immagini se andando a comprare un auto ci dicessero che costa 100 ma che se voglio io sedili devo aggiungere 20, il volante 10 etc?? :)

@blogviaggiatore

dicembre 6, 2012 | Rispondi | report

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!