Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Silvio Bessone a Torino, una pausa al cioccolato

1 minuti di lettura

torino al cioccolato

Da Vicoforte al centro cittadino, in pratica dalla produzione nelle langhe alla distribuzione in Via Po a Torino, il salto è breve. Ed è breve soprattutto per Silvio Bessone se si pensa che i due punti sono relativamente vicini e che il salto doppio e carpiato il mastro cioccolatiere l’ha fatto aprendo punti vendita in mezzo mondo, dal Giappone all’Australia, dal Canada alla più vicina Spagna, fino a sfidare gli chef chocolatier francesi in terra loro!

Tornando a passeggiare sotto i portici di Via Po, fermiamoci al civico 3 ed entriamo al vecchio Caffè Regio, modernamente rinnovato secondo lo stile del nuovo gestore Silvio Bessone, ma ancora riconoscibile dalle storiche vetrine incorniciate in legno.

Fin dall’ingresso è tutto un pullulare di profumi di cioccolato e nocciole dalle tavolette fatte a mano alle praline dai gusti più svariati, dai gianduiotti in tre gusti differenti ai dolci al cucchiaio esposti nella vetrina interna. E ancora, sopra al bancone da pasticceria grandi vasi in vetro trasparente pieni di un dolce fortemente identificativo della provenienza dell’artista: i cuneesi, i cioccolatini ripieni di meringa e crema al cioccolato e rhum, venduti sfusi oppure in sacchetti preconfezionati. Produzione propria e bio garantita, forte concorrenza ai torinesi gestita a testa alta, consapevole della qualità del prodotto offerto, basti pensare ai numerosi premi ricevuti dallo stesso Silvio Bessone nei concorsi internazionali.

Impossibile attraversare questa zona del bar indenni: un acquisto da portare via o da gustare subito seduti ai tavolini del luminoso bar sul retro, collegato dall’interno e posto proprio di fronte al Teatro Regio, saranno tentazioni troppo forti. E poi… una famosa pubblicità sul cioccolato diceva “un peccato di gola? è un peccato che si può perdonare“, soprattutto a Natale!

[vlcmap]

56 articoli

Informazioni sull'autore
31 anni, radici lombarde e una goccia di sangue austriaco nelle vene. Coordina la corporate communication delle filiali estere dell'azienda per cui lavora ed è in viaggio una decine di giorni al mese. Sa che la sua vita non potrebbe essere altrimenti. Ha una passione spiccata per i viaggi vissuti come apertura verso luoghi e culture che vanno a comporre inevitabilmente anche la sua. Ha un sogno nel cassetto: scrivere e raccontare di viaggi come opportunità per i più, a testimonianza che il viaggio e le sue emozioni possano davvero essere per tutti.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Curiosità

Il rito di Halloween in Irlanda

Halloween è una festa nata in Irlanda e non in America come crede la maggior parte delle persone. Tutto ebbe inizio nella Contea di Meath, a pochi chilometri da Dublino. Definita come “Capodanno celtico”, Halloween si festeggia il 31 ottobre e un tempo rappresentava un rito che segnava il passaggio dalla luce alle tenebre, poiché coincideva con la fine dei raccolti e l’inizio del periodo invernale.
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.