Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Procacci a Firenze: una pausa da record

1 minuti di lettura

Procacci Firenze

Procacci è tante cose: un simbolo di Firenze, un tempio della toscanità, un locale di lusso, ma non è certo un locale economico, almeno non nel senso che si intende se si è alla ricerca di un posto da cui uscire con pancia e portafogli pieni.

Ma se invece si vuole gustare, con gli occhi prima che con il palato, della bellezza e della tradizionalità di un locale storico, aperto dal 1885 al 46 di via Tornabuoni ma con filiali anche a Vienna e a Singapore, questo è il posto giusto.

Non fatevi intimorire dalla classe che questo “negozio di delicatessen” emana fin dalla porta a vetri d’ingresso, entrate e dirigetevi verso il bancone in legno scuro dal quale fanno capolino tante specialità, ma risaltano i mitici panini, non ve ne pentirete. I prezzi di queste meraviglie “due morsi” vanno da 1 a 2 euro ciascuno, costo tutto sommato giustificato se si considera il locale, l’eleganza del servizio e la qualità degli ingredienti generosamente distribuiti nei panini. Da provare assolutamente quelli ripieni di salsa tartufata, per i quali Procacci è famoso e che sono citati anche nell’insegna, ma non sono da meno i panini con burro, rucola e salmone o quelli con brie, marmellata di fragole e aceto balsamico.

Un paradiso. Potrete degustare questi capolavori accompagnandoli da un bicchiere di vino, (buon accostamento anche l’acqua tonica) comodamente seduti nelle poltroncine di legno e pelle accostate ai tavolini con piano in marmo accanto al bancone. Rilassatevi circondati da scaffali di bottiglie di vino che arrivano a toccare il soffitto, per chi volesse poi, si possono acquistare tantissime specialità al tartufo, ma scommetto che i prezzi faranno male solo a guardarli.

Il locale è piuttosto piccolo e per evitare la calca e potersi sedere è bene andare un po’ prima dell’orario apertivo (verso mezzogiorno) o a metà pomeriggio. Magari alla fine uscirete dal locale con 8,10 euro di meno nel portafogli, costo di un piattino misto e un assaggio al calice, e ancora un po’ di fame, ma una pausa da Procacci è come farsi un piccolo regalo: fa bene al morale e allo spirito. Poco male se poi si esce da lì per entrare in panetteria. Andare da Procacci è una tra le cose imperdibili da fare (e rifare) a Firenze.

[vlcmap]

11 articoli

Informazioni sull'autore
25 anni, apolide. Nasce in Toscana, vive in Calabria, da sette anni sembra stanziale a Milano, anche se progetta future evasioni. All'ombra della Madunina frequenta la scuola di giornalismo "Walter Tobagi" e scrive e fotografa per il suo blog Miracolo a Milano. Scopre l'amore per il nuovo e il viaggio in Inghilterra a 16 anni. E non si ferma più: Europa, Russia, Usa, Australia. Sempre immersa nella cultura locale, con un occhio al prezzo. Sempre zaino in spalla, Reflex al collo e block notes in mano: perché raccontare un viaggio è quasi bello come viverlo.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Il Museo dell'Alto Medioevo all'EUR

Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949.
Destinazioni

A Roma sulle orme di Caravaggio: itinerario d'arte

A Roma l’itinerario di Caravaggio per scoprire con Roma Guides e i suoi piccoli gruppi un itinerario artistico culturale di Michelangelo Merisi, in arte appunto Caravaggio.
News

Passaporto Sanitario Covid, cos'è e come si userà

Passaporto Sanitario Covid, ecco come si userà il passaporto che dovremmo iniziare a vedere nel primo trimestre del 2021 per tornare a viaggiare non solo in Italia, ma anche in tanti altri paesi.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.