Come viaggiare di più spendendo di meno

Curiosità

La grotta di Lord Byron a Portovenere

3 minuti di lettura
A Portovenere esiste un luogo molto particolare e anche poco conosciuto, chiamato "la grotta di Byron". Il poeta romantico maledetto, che trovò in quel luogo a picco sul mare un piccolo rifugio creativo.

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 16, 2022

Oggi parleremo di Italia e di scrittori, in particolare di Lord Byron, scrittore della seconda generazione di poeti romantici, il “poeta maledetto”. Dal carattere multiforme, libero e libertino, questo poeta è una delle personalità meglio conosciute all’interno della letteratura inglese, insieme ai suoi colleghi Shelley e Keats. Pochi sanno che molte sono le località italiane raggiunte dal grande genio di Byron durante la sua vita: infatti, nel 1816 soggiornò per un po’ di tempo a Venezia ed era solito frequentare il famoso Caffè Florian in Piazza San Marco. Egli raggiunse anche Ravenna, Livorno, Pisa, Genova.

C’è però un luogo di cui si parla poco, ma che ha una grandissima importanza per Byron: Portovenere. Famosa per la sua acqua cristallina e per gli edifici a strapiombo sul mare, la cittadina è una delle mete più ambite dai turisti che si avventurano nell’enorme complesso delle Cinque Terre. In questo articolo, andremo infatti a scoprire le attrazioni principali di Portovenere e, soprattutto, ci concentreremo su una in particolare: la misteriosa grotta di Lord Byron. 

Come arrivare a Portovenere

Ci troviamo in Liguria, in provincia di La Spezia. Gli aeroporti più vicini a Portovenere sono quelli di Pisa e Genova, dai quali è distante circa 100 km da uno e 120 km dall’altro. Purtroppo, non è possibile raggiungere Portovenere direttamente con il treno: si dovrà scegliere tra l’autobus, il traghetto, l’auto o andare a piedi. Prima, però, si deve raggiungere una delle città più prossime della Liguria, ovvero La Spezia:

  • L’opzione più economica è l’autobus 11P (al solo costo di 3 euro) che da La Spezia in mezz’ora porterà direttamente a Portovenere;
  • La seconda opzione è il traghetto (al costo di 6 euro sola andata o 12 euro andata/ritorno), che dura solamente 30 minuti.

Cosa vedere a Portovenere

In una giornata a Portovenere, che è entrata a far parte del Patrimonio Unesco, si possono vedere molti punti d’interesse e visitare diverse attrazioni turistiche. Sicuramente, la vista mozzafiato che si ha soprattutto durante il tramonto, è già un motivo più che sufficiente per recarsi in questa cittadina ligure.

Consigliamo la visita di questi luoghi principali:

  • La celebre Palazzata a mare, ovvero le strette e verticali case coloratissime che s’affacciano sul mare: le tipiche fotografie da cartolina;
  • Il Centro storico, ovvero quel luogo che in ogni città e paese descrive a pieno la storia e la cultura del posto;
  • Chiesa di San Pietro, quella famosissima che ritroviamo in tutte le immagini di Portovenere e che si trova a picco sul mare;
  • Castello Doria, una fortezza grandiosa dalla quale è possibile ammirare il celebre Golfo dei Poeti dall’alto, al costo di 5 euro per gli adulti e 3 euro per gli under 14;
  • Grotta di Byron, della quale parleremo ora.

Portovenere

La grotta di Lord Byron a Portovenere

Quello che andremo a scoprire oggi è tra i luoghi che non si può non visitare durante un soggiorno a Portovenere e nelle Cinque Terre. Si tratta della Grotta di Byron, una cavità naturale di 20 metri con un ambiente sottomarino affascinante e che si trova in un’insenatura, sovrastata dalle mura del Castello di Doria e dalla Chiesa di San Pietro, entrambe a strapiombo sul mare ligure.

Si chiama in questo modo perché il poeta trovò qui il suo rifugio creativo e divenne per lui un luogo molto importante. Legata a questa grotta esiste anche una leggenda che ne ha aumentato il fascino. Si dice, infatti, che Lord Byron arrivò qui nuotando per ben 8 chilometri con l’intento di raggiungere il suo collega Shelley, altra figura emergente del periodo romantico inglese. Non a caso, il Golfo che fa parte di questa cittadina viene definito il “Golfo dei poeti”: qui chiunque abbia un po’ di spirito romantico riuscirebbe a trovare l’ispirazione per scrivere una poesia o un romanzo. In più, questa grotta è segnalata da una lapide. Prima di entrare, in alto sulla porta si può leggere un’incisione sia in lingua italiana che in lingua inglese:

Questa grotta, ispiratrice di Lord Byron, ricorda l’immortale poeta che, ardito nuotatore, sfidò le onde del mare da Portovenere a Lerici.

La grotta di Byron è tutt’ora un luogo di intramontabile bellezza e fascino, con un alone di leggenda e di mistero, spesso frequentato da amanti di attività subacquee grazie soprattutto alla ricchezza dei suoi fondali.

Finestra sul mare

Ogni città e ogni paese in Italia offrono una quantità molto ingente di luoghi ambigui e misteriosi, dei quali non molti conoscono l’esistenza o semplicemente la ignorano per lasciare spazio ad altro. Quando si viaggia, non è giusto ammirare e visitare solo grandi edifici, i patrimoni dell’UNESCO, grandi chiese e castelli famosi: è giusto ricordarsi che la maggior parte delle cose belle sono spesso le più piccole e le meno conosciute, quelle che vivono da secoli di enigmi e di mistero. Queste sono le cose di cui, alla fine, ci si ricorderà sempre.

41 articoli

Informazioni sull'autore
Asia è una viaggiatrice classe '96. Amante di scrittura e studiosa di lingue, non ama stare ferma. Romagnola d'origine e veneziana di formazione, ha vissuto anche in Irlanda. Le piacciono i viaggi di ogni tipo e ama definirsi "cittadina del mondo”.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come Muoversi

Perchè scegliere un viaggio on the road

Il viaggio on the road è uno di quei tipi di itinerari che bisognerebbe fare almeno una volta nella vita, poiché permette a chi lo fa di non saltare neanche una tappa e di scoprire ogni singolo angolo di un tour. In questo articolo andremo ad elencare le ragioni per le quali è meglio scegliere un viaggio on the road.
Destinazioni

Dove trovare i templi greci in Italia

Templi greci ne sono rimasti pochi, nel sud d’Italia. Le Valli di Agrigento e Paestum sono le più conosciute a livello internazionale, ma non sono le uniche. Venite a scoprire dove trovare i resti dei templi greci in Italia.
Destinazioni

Zaino o trolley con quale dei due è meglio viaggiare

Se stai organizzando un viaggio e non sai con cosa partire tra lo zaino e il trolley, hai trovato l’articolo giusto per te. Infatti in base al tipo di esperienza che andrai a fare, tra un viaggio in macchina, a piedi ma anche tra un volo per una meta europea o un viaggio intercontinentale, capiremo con cosa è meglio partire.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

8 spiagge 8 regioni da scoprire