Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cosa vedere a Bassano in un giorno

2 minuti di lettura
Una cittadina famosa per l'importanza avuta durante la Grande Guerra e perfetta per una gita di una giornata all'insegna di cultura e tradizione enogastronomica.

Bassano è una piccola cittadina in provincia di Vicenza sulle sponde del fiume Brenta, proprio ai piedi del Monte Grappa. Famosa soprattutto per l’importanza che ha avuto durante la Grande Guerra, si fa sicuramente notare anche per l’ottima tradizione enogastronomica. Tra i suoi prodotti d’eccellenza bisogna assolutamente citare gli asparagi bianchi e la ben nota grappa. Inoltre è un famoso centro per  la produzione di splendide ceramiche.

Come raggiungere Bassano

Bassano si può raggiungere con tutti i mezzi. Il treno è sicuramente un ottimo e comodo metodo per arrivarci, senza avere il problema del parcheggio. Voleste comunque raggiungerla in auto, non preoccupatevi. A ridosso del centro ci sono due grandi e comodi parcheggi. Seguite le indicazioni per “Prato 1” e “Prato 2”. Siete degli amanti dello sport? Allora potete arrivare in città in bicicletta percorrendo la ciclabile che costeggia il fiume.

Passiamo ora ad elencare le sei cose da visitare a Bassano.

1. Ponte Vecchio o degli Alpini

Certamente nella visita della città non può mancare una passeggiata sul famoso Ponte di Bassano, ovvero il simbolo della città. Costruito in legno nel 1209, poi venne distrutto da varie guerre e dalle periodiche piene del fiume. Successivamente il Palladio progettò e partecipò alla sua ricostruzione. Sfortunatamente fu nuovamente distrutto ma la struttura è ancora quella progettata dal famoso architetto. Percorrendolo dal centro storico verso l’uscita si raggiunge il piccolo Museo degli Alpini dove si possono trovare cimeli e un po’ di storia del ponte e della sua città.

2. Ossario

A Bassano si respira la Storia. Quindi non perdetevi la visita al grande Ossario. La Chiesa doveva essere il nuovo Duomo di Bassano. Ma a causa dell’inizio della guerra i lavori si fermarono e in seguito si decise di trasformarla in quello che oggigiorno è l’Ossario della città, dove sono raccolte più di 5000 spoglie di soldati che hanno combattuto durante la Prima Guerra Mondiale.

3. Piazza della Libertà e Piazza Garibaldi

Perdetevi tra le caratteristiche vie della città che vi condurranno nel cuore della città e nelle due piazze, una adiacente all’altra. In Piazza della Libertà potrete ammirare oltre al Duomo anche alcuni palazzi di prestigio come l’antica Stamperia Remondini e la bellissima Loggia del Comune. Inoltre ci sono anche due colonne, su una delle quali si trova il Leone di Venezia, per ricordare la dominazione veneziana sulla città. In Piazza Garibaldi si può ammirare la bella Chiesa di San Francesco e la Torre Civica.

4. Castello degli Ezzelini

Il Castello che sovrasta la città, dal XII secolo di proprietà della potente casata veneta degli Ezzelini, venne in gran parte costruito utilizzando mattoni e ciottoli recuperati nel vicino fiume Brenta. Dopo secoli in cui funse prima da roccaforte militare e poi da fulcro commerciale della città, è oggi utilizzato per mostre ed eventi e importanti porzioni della struttura sono aperte al pubblico per la visita.

5. Passeggiata lungo Brenta e Belvedere

Il luogo migliore dove fotografare il Ponte e avere uno sguardo sulla città? Certamente il  “Belvedere”. Uscite dal ponte e girate a sinistra. Ed eccovi arrivati. Qui potrete scattare delle splendide foto sul simbolo della città. Invece se andate verso destra potrete percorrere la bella passeggiata lungo il fiume Brenta, dove gli abitanti sovente si rilassano sulle sue sponde, prendono il sole e si rinfrescano.

6. Viale dei Martiri

Lungo questo Viale, si trovano 31 alberi e su ognuno di essi è appesa una targa con i nomi dei partigiani che durante la guerra vennero impiccati e lasciati lì per giorni. Un monito per non dimenticare la crudeltà della guerra.

49 articoli

Informazioni sull'autore
Ormai entrata negli “enta”, ma con la stessa voglia di fare, scoprire e soprattutto viaggiare di un decennio fa. Nata a pochi passi dal Lago di Garda, precisamente a Riva, sono cresciuta con la passione di girare il mondo che mi è stata trasmessa già in tenera età dai miei genitori. Crescendo ho iniziato a visitare il mondo con le amiche e poi finalmente il grande volo da sola: Nepal, Tailandia e Australia sono stati il mio trampolino di lancio e di crescita e vi assicuro che una volta lasciato il nido è davvero difficile tornare alla vita di prima. Così da questo viaggio in solitaria è partita l’idea di creare questo blog, per rendervi partecipi delle mie emozioni e cercare di farvi vivere le sensazioni che un qualunque posto nel mondo può regalare.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Panzerotti pugliesi, la ricetta originale

La ricetta originale dei panzerotti pugliesi, da replicare dopo un viaggio a Bari o per ricordare una vacanza. La ricetta originale dei panzerotti con mozzarella e pomodoro è fritta, non al forno.
Dove Dormire

Casa nella natura, dove andare in vacanza in sicurezza

Casa nella natura è il portale olandese che arriva in Italia. Una selezione di alloggi come baite, case di campagna, yurte, glamping o trulli dove dormire in mezzo alla natura e sentirsi sicuri in vacanza e lontani dai centri abitati.
Ricetta

Fregola sarda, la ricetta con il pesce e i frutti di mare

La ricetta perfetta della Fregola sarda, un piatto tipico della Sardegna. Tutti gli ingredienti e il procedimento spiegato passo dopo passo per realizzare anche a casa un buon piatto di fregola sarda con il pesce o i frutti di mare.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.