Vigo, Spagna: 5 tappe nella città più grande della Galizia

Cosa vedere in un giorno a Vigo

Cosa vedere in un giorno a Vigo

La città più grande della Galizia, tutta da scoprire, tra spiagge, musei, viste splendide e un centro storico pieno di vita.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Vigo, secondo me, rimane una destinazione un po’ sottovalutata e, per questo motivo, moltissime persone le dedicano una giornata (scarsa).

Vigo è stato il mio punto d’appoggio per 10 giorni, quindi, ho potuto viverla a pieno.

Essendo una grande città, la più grande della Galizia, quando si arriva, si nota subito il grande porto commerciale e i palazzi un po’ decadenti, nulla che possa colpire veramente.

Se invece ti ci addentri puoi scoprire una bella spiaggia cittadina, tanto verde, una parte vecchia affascinante, palazzi antichi e persone gentili.

Ero partita prevenuta perché online non avevo letto niente di incoraggiante.

Sono tornata piena di entusiasmo.

Se siete solo di passaggio a Vigo, ecco le cose che non potete assolutamente perdervi.

1. Playa Samil e la Costa di Vigo

A soli 7 km dal centro, troverete la Playa de Samil, una spiaggia super attrezzata e molto frequentata, soprattutto nel tardo pomeriggio, in tipico stile spagnolo.

Oltre a bar e ristorantini, troverete una pineta con vari tavoli dove poter fare dei piacevoli pic nic.

Vicino a Samil, in direzione Bouzas, troverete delle spiaggette piccole e suggestive, come Praia Tombo do Gato o Praia de Espedrigada.

Continuando invece dalla parte opposta, ammirerete tutta la bellezza della Costa di Vigo.

A circa 2 km dalla Playa de Samil, troverete la bella e bianca Praia do Vao che è collegata da un ponte alla Isla de Toralla, un’isola privata con un brutto grattacielo ma con un paio di calette stupende e accessibili a tutti.

Abbastanza vicino, c’è la Playa Canido e, per chi non è ancora stanco, può raggiungere la bella Playa Fortinon-Saians.

La costa è molto bella da fare a piedi, perdendo anche molto tempo ma, se avete solo un giorno, vi consiglio di muovervi con i comodossimi autobus cittadini che vi permetteranno di vedere vari posti in meno tempo.

2. Parque De Castrelos e Quiñones de León

I giardini del Parque de Castrelos sono un tripudio di fiori, laghetti e colori.

Nelle giornate calde è un ottimo rifugio e aiuta a distaccarsi dal traffico e dal caos della città.

Ho camminato per tutto il bellissimo parco, fino ad arrivare al museo Pazo Quiñones de León, dedicato all’arte gallega.

La residenza apparteneva ad un Marchese che l’ha donata alla città dopo la sua morte; non perdetevi il giro nei giardini della villa, davvero una bellezza.

3. O Castro

Insieme a Castrelos, O Castro, è il parco più importante della città, con una piccola differenza: non è così facile raggiungerlo.

Ci sono circa 370 scalini da fare ma, vi assicuro, che la vista da lassù è impagabile.

Qui si sono insediati i primi coloni e, lungo il percorso, si possono vedere le enormi ancore che ricordano la Batalla de Rande.

Il bello di O Castro, però, è all’interno delle mura della sua fortezza, dove si trova il castello e i bellissimi giardini. Come vi dicevo la vista è spettacolare.

Quando scendete, non perdetevi il piccolo sito di Castreño; qui potrete trovare esempi di abitazioni risalenti tra il III e il I secolo a.C.

4. Casco Vello

Il Casco Vello è il Centro Storico di Vigo, dove troviamo la Cattedrale di Santa Maria in Praza Igrexa e tanti localini e negozi che si snodano tra le diverse vie come Praza de Constitucion, la più famosa, o Praza de Pescaderia, dove potrete assaggiare le ostriche.

Qui si concentra la movida della città, un quartiere in rinascita e pieno di vita, dove bere una birra, mangiare tapas o gustare qualche specialità tipica gallega.

Ho adorato le vie strette e le case vecchie, ammetto che questo quartiere mi è piaciuto molto.

Da qui si raggiunge facilmente il porto turistico, dove potrete passeggiare con vista sull’oceano.

5. Bouzas

Non so se in un giorno riuscirete anche ad andare in questa parte di Vigo, però io ve lo segnalo lo stesso.

Bouzas si raggiunge comodamente con l’autobus e, per un certo periodo, è stata indipendente da Vigo, mentre ora ne fa parte.

Sono partita dal centro e ho percorso il bel Paseo che ti permette di ammirare l’oceano, per arrivare al Museo del Mar.

Il Museo del Mar è un piccolo museo dedicato al mare, con un piccolo acquario. Merita una visita, è davvero delizioso.

Lì vicino troverete un faro e delle calette davvero carine.

Ho avuto la fortuna di andare a Bouzas durante la Festa di Bouzas, in onore del Cristo de los Afligidos, che si tiene a metà luglio.

È stato un tripudio di bancarelle, cibo, musica e fuochi d’artificio.

Ah, ovviamente, inutile dirvi che si mangia benissimo.

Booking.com

© 2018 - Riproduzione riservata

commenti

Consigli utili e interessanti x un soggiorno abbastanza veloce nella citta’!!!

Adriana

settembre 29, 2018 | Rispondi | report

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

48 ore a Valencia, mini guida low cost

Valencia in 2 giorni: cosa visitare

Valencia è una delle città che più amo. Valencia non è grande quanto Madrid, non è festaiola come Barcellona, ma a suo modo ha tutto per...