Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Sottoriva: una strada di Verona dalla lunga storia

2 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Ottobre 23, 2012

Sottoriva ha una particolarità alquanto inusueta per Verona: è nella sua quasi totalità coperta da portici. Non troverete nessun altro posto con tali caratteristiche in tutta la città antica e questo le conferisce un fascino particolare. Imboccando questa via, che è separata dal fiume Adige solo da una fila di case, vi renderete conto di essere in discesa, e proprio da questo prende il nome la strada: ci troviamo al di sotto la riva dell’Adige.
Alzate lo sguardo e vi stupirete dell’architettura frammentata di queste case, costellate di Madonne e nicchie votive

Le mode che hanno avuto come protagonista questo angolo di centro storico sono state diverse: in origine era sede di tutti i negozi di antiquariato della città, in un secondo momento diventò centro della movida serale cittadina; a causa degli schiamazzi purtroppo i locali di tendenza hanno chiuso uno dopo l’altro. Attualmente negozi di antichità ed osterie si dividono pressocchè equamente gli occhi di portico.

La frequestazione però è molto cambiata e i numerosi ristoranti, pur mantenendo tavolacci in legno e un aspetto fintamente dimesso, sono per lo più frequentati dai turisti. Ma con le dovute eccezioni.

L’osteria Sottoriva che si trova circa a metà della via, è un locale amatissimo dai veronesi, i suoi tavoli sotto il portico sono pieni in ogni stagione, qui si può bere buon vino veronese ma anche raffinati champagne, mentre i piatti caldi sono rispolverati dalla tradizionale cucina locale. Da qualche anno l’ultima domenica di marzo questo locale organizza il “gran galà della bondola”: a cavalllo dell’ora di pranzo viene tagliata e distribuita , a tutti i presenti (che vi assicuro essere tantissimi),una mortadella gigante insieme a del pessimo vino, per l’occasione Sottoriva viene chiusa al traffico e la musica continua fino a pomeriggio inoltrato.

A pochi passi altro posto da non perdere è l’enoteca “L’istituto enologico”, non solo per una selezione notevole di bottiglie ad ottimi prezzi , ma anche e soprattutto per le meravigliose cantine di origine romane che potrete visitare entrando.

Sottoriva finisce in uno slargo tranquillo ed alberato, prendetevi qualche momento e accostatevi alla balconata che si affaccia sul fiume: di fronte a voi il teatro romano e la collina su cui è costruito, che culmina con la strana e dismessa costruzione del Castel Teodorico, mentre sporgendovi a sinistra la sagoma di pontepietra,uno dei simboli di Verona; dietro di voi l’abside e il campanile in mattoni di una delle più belle e imponenti chiese della città :S.Anastasia. Si perchè,anche se per un attimo percorrendo questa antica strada ciottolata sembrava di trovarsi in un tranquillo villaggio di provincia in realtà ci troviamo nel cuore della città.

492 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Tre idee per un weekend a luglio in Italia

È arrivato il mese di luglio. Avete un weekend libero e non sapete come passare al meglio il vostro tempo? Non chiudetevi tra quattro mura, non visitate gli stessi posti nelle vicinanze di casa vostra. In questo articolo vi verranno fornite tre idee per trascorrere un weekend in completa serenità in Italia.
Come Muoversi

Perchè scegliere un viaggio on the road

Il viaggio on the road è uno di quei tipi di itinerari che bisognerebbe fare almeno una volta nella vita, poiché permette a chi lo fa di non saltare neanche una tappa e di scoprire ogni singolo angolo di un tour. In questo articolo andremo ad elencare le ragioni per le quali è meglio scegliere un viaggio on the road.
Destinazioni

I sacrari militari in Italia della Prima Guerra Mondiale

Venite a scoprire i tre sacrari militari che accolgono e commemorano le spoglie dei soldati morti in guerra: Pasubio, Cima del Grappa e Redipuglia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.