Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Porta Montanara a Rimini, un po’ di storia

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Luglio 24, 2013

porta montanara rimini

Rimini è una città piena di storia che purtroppo non tutti conoscono. Seppur conosciuta benissimo per le sue discoteche e per il suo mare, Rimini non viene quasi mai “presa in considerazione” dal punto di vista storico e culturale dai turisti. Purtroppo sbagliando.

Rimini è infatti una città romana, fondata dai romani, la storica Ariminun che arrivava fino a Roma grazie alla Via Flaminia. Oltre al Ponte di Tiberio e all’Arco D’Augusto che tutti conoscono, almeno quasi tutti, a Rimini è stata recentemente riportata alla luce e alla sua posizione naturale la Porta Montanara.

La costruzione della Porta Montanara, detta anche di Sant’Andrea, risale al I secolo a.C. ed era una delle porte difensive della città attribuito a Silla. La porta rientrerebbe nell’ambito delle costruzioni che, nei primi decenni del secolo, seguirono alle rappresaglie nei confronti della città, già sostenitrice di Mario, suo avversario nella guerra sociale.

L’arco a tutto sesto in blocchi di arenaria, costituiva una delle due aperture della porta che consentiva l’accesso alla città per chi proveniva dai colli lungo la via Arretina, percorrendo la valle del Marecchia. Il doppio fornice agevolava la viabilità incanalando, in passaggi paralleli, il percorso in uscita da Ariminum, attraverso il cardine massimo, e quello in entrata.

Indagini archeologiche hanno appurato l’esistenza di un’ampia corte dei guardia con una controporta interna, a conferma della complessità del sistema difensivo.

Già dei primi secoli dopo Cristo, l’arco volto a nord venne tamponato, la porta così ridimensionata ad un solo fornice continuò a segnare l’ingresso alla città fino alla Seconda Guerra Mondiale. Al termine del conflitto, nella convulsa fase ricostruttiva il monumento fu distrutto nella parte rimasta in vista per tanti secoli, mentre fu recuperata la parte occultata nelle murature delle case adiacenti. L’Arco è stato rimontato nelle vicinanze del sedimento originario segnalato da una variazione della pavimentazione stradale.

[vlcmap]

2044 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Sicilia, le località più gettonate: indicazioni per visitarle

Le città più gettonate della Sicilia secondo un recente sondaggio di Holidu. Dove dormire in terra siciliana per vedere le migliori località dell’Isola, dove prenotare per vedere le chiese, assaggiare lo street food e tuffarsi nel miglior mare della Sicilia.
Dove Dormire

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks in uno dei quartieri più cool della città finlandese. Hotel ideale per famiglie perché c’è la cucina in comune, ma anche per coppie e amici grazie al bellissimo ristorante. Inoltre sauna finlandese e palestra e tanto altro, leggi qui.
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.