Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Firenze low cost, i consigli di Girovagate e Luca

3 minuti di lettura

Firenze, perla del Rinascimento, città bellissima e carissima. Non è un luogo comune quello che la dipinge come una delle mete meno a buon mercato. Tuttavia conoscendola un pò, tenendosi a debita distanza dai circuiti più turistici, si scopre che anche qui la qualità può andare a braccetto con la convenienza.

Dove mangiare:
strong>Girovagate: Al quartiere di San Nicolò trovate alcuni posticini deliziosi per una sosta dai sapori tipici toscani: dal Vinaino potete ad esempio gustare una delle bruschette della casa (buonissime quelle ai funghi porcini o al prosciutto toscano). Ma se volete conoscere la Firenze più verace rimanete su questa sponda e proseguite verso Santo Spirito e San Frediano. Qui troverete botteghe di artigiani e antiche trattorie. Per un pranzo veramente low cost è imbattibile il ristorante da Sabatino (proprio accanto a porta San Frediano), mentre se optate per uno spuntino veloce, allora non potete non assaggiare la schiacciata all’olio di uno dei tantissimi forni che trovate in giro. Dal famoso (e caruccio) Pugi che ne ha aperto uno anche in piazza San Marco al Forno Galli, anch’esso presente in molti punti della città, anche poco prima di piazza Santo Spirito, uno dei ritrovi più frequentati delle sere estive.

Luca: Un posto dove andar a mangiare e spendere veramente poco (per Firenze) è A Casa Mia, un posto alla mano, qualità normale ma considerando il prezzo è più che onesto.

Girovagate – Bistecca: Se è la bistecca che volete mangiare, sappiate che la spesa non potrà essere troppo low cost, ma la troverete tenera e succulenta a prezzi onesti da Boccanegra: ambiente rustico, cameriere/sommellier simpaticissimo. Il locale lo trovate vicino piazza Santa Croce, davanti al teatro Verdi Altri buoni indirizzi a prezzi bassi sono Il Contadino in via Palazzuolo (menù intorno ai 10€ a pranzo e cena) e I’Toscano in via Guelfa, zona centro.

Pizza – La sera volete concedervi una pizza? Una delle più buone è Spera, in via Cernaia, ma a non tutti piace l’ambiente semplice, le tavolate e l’affollamento onnipresente, lì trovate anche la pizza vincitrice del 1° premio ai campionati del mondo del 2005, Elena, 3 gusti in una pizza sola. Alta, soffice, alla napoletana. E scelta piuttosto ampia. Del resto li si va per mangiare solo la pizza, non c’è altro nel menù, ma è già un’impresa lasciare il piatto vuoto.

Proprio in centro, una delle più apprezzate è il Caffè italiano: qui la scelta è ancora più ristretta. Solo 3 pizze (Marinara, Margherita e Napoli) ma è a prova di intenditori. Con 10 € per una pizza, coperto e da bere ve la cavate in entrambi i posti.

Se volete invece una pizza un pò diversa, più sottile ma non meno buona, appena fuori dal centro vicino Porta al Prato ha aperto da 7 mesi I Templari: prezzi buoni (una margherita da 5 €) e qualità elevata. La pasta viene fatta lievitare per 2 giorni ed è composta da una miscela di grani duri e Kamut, squisiti i dolci (da 3.5 a 4.5 €, più cari ma ne vale la pena).

Aperitivo – Per l’estate da non perdere è un aperitivo su una delle terrazze con vista su Firenze: molto trendy è il Kitsch vicino piazza Beccaria (8,50 € per un aperitivo a buffet con vasta scelta) mentre in centro, dietro piazza della Signoria, una buona scelta è l’Angel: arredamento moderno che contrasta con le volte affrescate, elegante senza esagerazioni, abbastanza tranquillo, solo 6 €.

Gelato – Un gelatino per combattere il caldo torrido? Non solo per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma proprio perchè è buono buono, consiglio la gelateria alla Carraia, l’unica in centro a Firenze dove ci sono coni a 1 euro. E non sono miniconi… si possono scegliere fino a 2 gusti (il gelato a 2 euro è molto abbondante) e se non l’avete mai assaggiato provate il Buontalenti.

Per rilassarsi:
Luca: Per quanto riguarda i parchi, un bellissimo posto da visitare (appena fuori Firenze, a circa 10 km) è il parco di Villa Demidoff. Il parco è gratuito e all’interno si può trovare il gigante dell’appennino del Giambologna.

Altro parco dove andare per sfuggire all’afa di Firenze è il giardino di Villa il Ventaglio, proprio in Firenze. Anche questo è gratuita.

Dove dormire: Una delle bellezze di Firenze sono senza dubbi le sue colline. Dormire quassù e vedere la mattina tutta Firenze dev’essere spettacolare, ma anche dormire nel centro storico di Firenze ha i suoi vantaggi. In entrambi i casi i lati positivi sono immaginabili, dipende solo che tipo di vacanza si cerca. In ogni caso per dormire bene un b&b a Firenze è sempre l’occasione per conoscere persone del luogo che possano consigliarci anche sulle attività da svolgere in città, non male no?

La mini guida di Firenze è fatta in collaborazione con Girovagate e Luca.

2018 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
DestinazioniDove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Destinazioni

Cosa vedere a Saturnia oltre ai centri termali

Sei alla ricerca di attività insolite da fare a Saturnia oltre ai classici centri termali? In questo articolo troverai tutte le informazioni che cerchi per rendere il tuo soggiorno in questo splendido borgo unico e suggestivo. Partiremo dalle attività più comuni ma anche imperdibili, fino a quelle più insolite e di nicchia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

14 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.