Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cattedrale di Santa Maria del Fiore Firenze, perché visitarla

1 minuti di lettura

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore è anche conosciuto come il Duomo di Firenze ammirato e fotografato come uno dei simboli della città non solo dai turisti ma anche dai locali che amano questo posto e lo considerano davvero parte e rappresentante della città di Firenze.

Nel 1971 questa chiesa era la quinta più grande d’Europa, lunga 153 metri con una cupola larga 92 braccia fiorentine. La chiesa ha una pianta peculiare, composta a tre navate saldato a una enorme rotonda che sorregge l’immensa Cupola del Brunelleschi, la più grande cupola in muratura mai costruita. La costruzione, iniziata nel 1296 da Arnolfo di Cambio, fu continuata da Giotto a partire dal 1334 fino alla sua morte avvenuta nel 1337. Nel 1412 la nuova cattedrale fu dedicata a Santa Maria del Fiore, e consacrata il 25 marzo del 1436 al termine dei lavori della cupola del Brunelleschi.

Il Duomo è aperto dalle 10 alle 17 da luglio a settembre, da maggio a ottobre dalle 10 alle 16 e da gennaio ad aprile e da novembre a dicembre dalle 10 alle 16.30. Il sabato dalle 10 alle 16.45 e la domenica e le festività religiose dalle 13.30 alle 16.45. Altri orari specifici sono riservati alle feste di natale e di pasqua, mentre le chiusure si hanno il Capodanno, l’Epifania e la Pasqua. L’entrata avviene dalla porta sinistra della facciata e l’ingresso è gratuito.

La Cupola è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19 e il sabato dalle 8.30 alle 17.40, l’accesso è consentito fino a 40 minuti prima della chiusura. Il costo di ingresso €8, con biglietto multiplo Cupola più Museo di €11, biglietto multiplo Cupola più S.Reparata più Campanile più Battistero più Museo €23. Non sono previste riduzioni e la salita a piedi è di 463 scalini non c’è l’ascensore.

Altre informazioni dettagliate si trovano nel sito della Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

[vlcmap]

2018 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.