Compagni di viaggio, come sceglierli: i 10 da evitare

I 10 insopportabili compagni di viaggio

I 10 insopportabili compagni di viaggio

Dieci compagni di viaggio da evitare assolutamente per non incorrere nel rischio di rovinarsi le ferie. Le vacanze assieme al compagno di viaggio perfetto esistono, selezionatelo con cura, perché non si torna indietro!

di , | Eventi

Booking.com

I 10 insopportabili compagni di viaggio che ti ritrovi mentre guidi. Sicuro ognuno di voi ne ha avuto uno!

10. il catastrofista

Noto anche come quellochemetteansia.
Prima ancora di salutarvi indossa la cintura.
Poi afferra con la mano destra il maniglione sopra al finestrino mentre con la sinistra premerà sul cruscotto, frenandosi da qualsiasi sballottamento.

Se pensate che non abbia fiducia nel guidatore… avete ragione.
Se siete costretti a trasportarne uno dopo una serata brava, sarà meglio legarlo e
chiuderlo nel cofano, potrebbe urlare falsi allarmi per tutto il tempo.

9. l’ Abebebikila

A causa di un incubo che inconsciamente gli rende una percezione distorta nell’utilizzo degli spazi, metterà i piedi sul cruscotto anziché lasciarli al posto loro. Ci camminerà sopra, qualunque sia la condizione delle sue scarpe – o dei suoi piedi (nella celebre versione “AbebeBikila”/atleta etiope che a Roma, nel 1960, vinse la maratona senza scarpe). I passeggiatori di sesso femminile amano lasciare le loro impronte sul lunotto: non impediteglielo, è una patologia medica (ad Hollywood la chiamano “Walk of Fame Syndrome”). Pisciargli sul motorino è una buona vendetta, ma non potrete rivendicarne la paternità.

8. il burlone

In ogni classifica c’è un burlone.
In questa è quello che scrive LAVAMI / PENE / MI PIACE IL *** sul vetro (del passeggero sporco o appannato) della vostra macchina!

7. il cantante (di Sanremo)

Per loro, abitacolo è sinonimo di sala prove.
Mostreranno tutto il loro entusiasmo coinvolgendovi in un karaoke infinito.
Il loro repertorio, oltre al classico canzoniere italiano imparato durante gli anni negli scout, comprende vari successi stranieri degli anni novanta.
Mandateli a fanculo in inglese, sarà la prima parola che impareranno a pronunciare in quella lingua.

6. il Caronte

Quelli seduti sul sedile anteriore sono la principale causa della scomparsa di persone.
Condurrà i passeggeri per alternativissime strade nel vano tentativo di risultare a proprio agio per le vie della città.
Nella variante vacanziera, Caronte saprà trovare almeno una buona ragione affinché tutti siano convinti della sua effettiva capacità di orientarsi (“ho una prozia che abita qui vicino, ci sono passato milioni di volte”, avevi 2 anni, n.d.r.).
Quando un Caronte alla guida trasporta un altro Caronte, è meglio cancellare gli impegni da li ad una settimana.

5. il Dedalo

È l’alter ego di Caronte. per caratteristiche psicofisiche, non suggerirà un percorso nemmeno se fosse quello dal suo appartamento al garage.
Solitamente perso in chiacchiere di qualsiasi tipo col resto dei passeggeri, vi abbandonerà al vostro destino, lavandosene le mani in caso di smarrimento. Quando tutti saranno rassegnati a passare la notte girovagando a vuoto, egli attirerà l’odio di tutti con frasi tipo “dovevi girare prima”.

4. il donniebrasco

Vi conosce da anni e, pur conoscendo la risposta negativa, vi domanderà se può fumare.
Non ha la percezione delle stagioni, quindi proverà a convincervi della concreta fattibilità dell’operazione, proponendovi di accendere la sigaretta e aprire tutto il finestrino. Anche se vi trovate ad Oslo, in pieno inverno con bassa pressione atmosferica.

3. il ruminante

A qualsiasi ora del giorno e della notte la tua macchina sarà luogo perfetto per fare uno spuntino.
Solitamente a questa categoria appartengono individui che concepiscono il vocabolo briciola soltanto al singolare.
Giureranno che l’olio al centro del sedile c’era già prima che salissero. In realtà è vero: l’hanno lasciato la volta precedente.

2. il diggei

A giudicare dal suo comportamento sembrerebbe che lo stereo della tua auto sia l’unico motivo per cui si trovi li.
Il verbo imprescindibile per i dj è “cambiare”: spinti da un’innata vocazione hanno il potere di cambiare SEMPRE canzone prima che sia finita.
Per il dj non esistono passeggeri sui sedili posteriori! Per questo motivo il diggei ruoterà sempre la manopola del volume a un livello che azzera la comunicazione, vincendo già in partenza il tira e molla col guidatore.
A fine tragitto lascerà il disco inserito: avete appena vinto un poggia bicchiere per imbandire la tavola a tema musicale.

1. Il narcolettico

Generalmente persone vitaminiche nella vita reale, vanno sistematicamente in letargo prima che la macchina sia in quinta.
La lunghezza del tragitto è assolutamente irrilevante ai fini onirici: dormiranno profondamente anche per spostamenti brevissimi.
Il loro sonno è irreversibile, fino a destinazione.
Nella variante notturna, i narcolettici prima di entrare in scena si offriranno volontari per la guida. Non credetegli per nessuna ragione.

Ringraziamo ledieci.net per averci prestato questa classifica (divertentissima) di viaggio!

Booking.com

© 2012 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.