Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cambio valuta, questa sconosciuta

2 minuti di lettura

Non tutti i Paesi hanno l’euro e questo è abbastanza scontato, ma sarebbe bello che tutti i Paesi potessero dare un servizio di cambio moneta efficiente prima di partire o appena arrivati in un luogo.

Il mio post nasce dal fatto che in data 5 ottobre ho fatto 1.35 h di fila alle poste di Rimini (numero di uffici postali passati due) per cambiare 300 euro in sterline. Sì lo so, facile dire ora: “ma potevi andare in Inghilterra con il bancomat” oppure “ma perchè non hai prelevato direttamente là?” sì bè, facile dirlo ora ma alle poste c’ero io.

La mia insofferenza verso le Poste Italiane è grande e da sempre è nota a chi mi segue su twitter. Tutto questo preambolo è per dire che Rimini la città del turismo estivo è priva di qualsivoglia ufficio di cambio. Impossibile da credere vero? L’aeroporto Federico Fellini non ha un ufficio di cambio valuta e le banche non ti cambiano soldi se non hai il conto da loro. Anzi tutte fanno così tranne la mia, la Fideuram, che in realtà avrebbe potuto anche cambiarmi i soldi, ma non nella sede di Rimini, mi hanno detto, ma in quella di Bologna, comodo.

Dopo essermi informata su tutte queste attività, o meglio inattività presenti nella mia città, mi sono decisa ad affrontare le poste, cosa che volevo assolutamente evitare. Così armata di pazienza mi sono diretta nel primo ufficio in centro. Qui dopo 50 minuti di fila ecco il mio turno, hanno solo 120 euro da cambiarmi, ok prendo quelli e gli altri? Come faccio? Vada alle poste centrali, mi rispondono. Ok vado, di corsa.

Arrivo alle poste centrali e qui trovo altra fila, ottimo. Dopo altri 30 minuti riesco a cambiare tutti i soldi e mi becco anche la ramanzina della signora dell’ufficio che mi dice che potevo passare subito alle poste centrali invece di fare due file  ; (  non le ho risposto nemmeno.

A luglio di questo stesso anno mi è capitato di andare a Zara, Croazia, quella volta nemmeno le poste mi hanno potuta salvare visto che gli uffici postali riescono a dare un cambio solo per franchi, sterline e dollari, credo nient’altro. Ecco, le kune ovviamente non erano comprese. Quella volta ero partita dall’aeroporto di Pisa che ha sì un ufficio di cambio, ma avevano finito le kune, erano le 14 circa di giovedì pomeriggio, ma va bene.

Mi sono detta arrivo in Croazia e le troverò lì, nulla di fatto, l’aereoporto era sperduto, uffici di cambio chiusi, nessun bancomat, io con solo euro.
Attendo i vostri commenti, i vostri consigli e le vostre lamentele. Io non sono un ufficio di cambio ma sappiate che ho già dato e nel caso posso consigliarvi dove non andare a Rimini.

2011 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.