Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Ponza, 5 cose da vedere

3 minuti di lettura
Nell'Odissea fu l'Isola della Maga Circe, venite a scoprire cosa ha da offrire oggi questa splendida perla immersa nelle bellissime acque del Golfo di Gaeta

Che sia per un weekend oppure per un soggiorno più o meno lungo, eccovi alcune idee per un viaggio a Ponza.

Dove si trova Ponza

L’isola, immersa nelle bellissime acque del Golfo di Gaeta, fa parte, insieme a Palmarola, Zannone, Gavi, Ventotene e Santo Stefano, dell’Arcipelago Pontino.

Nell’Odissea fu l’isola della Maga Circe, oggi è invece meta di turismo e ha tanto da offrire a viaggiatori e non.

Come raggiungere l’Isola

È possibile arrivare sull’Isola di Ponza solo via mare dai porti delle seguenti città: Anzio, Formia, Napoli, San Felice Circeo e Terracina (tempo medio di navigazione 2 ore).

Per raggiungere i Porti della Regione Lazio dall’Aeroporto Internazionale di Roma Fiumicino, è necessario salire sul treno che raggiunge la Stazione Ferroviaria di Roma Termini da dove partono tutti i treni da/per Anzio, Terracina, Formia e San Felice Circeo.

Dall’Aeroporto Internazionale di Roma Ciampino, il collegamento da/per la Stazione Ferroviaria di Roma Termini è effettuato dai bus di linea.

Per raggiungere il Porto di Napoli dall’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino si può utilizzare il Servizio Navetta che collega l’aeroporto con la Stazione Centrale di Piazza Garibaldi.

Come muoversi a Ponza

Giunti sull’isola è necessario munirsi di un mezzo di trasporto quale esso sia (auto, scooter, bici), oppure servirsi di un taxi o degli autobus (in genere uno ogni 30 minuti).

L’isola ha ben 41 Km di coste, quindi non pensate che sia possibile girarla interamente a piedi; anche perché alcuni scorci davvero belli sono alle sue estremità.

Occhio però!

A Ponza è vietata la circolazione delle auto dei non residenti nei mesi estivi, per cui se l’auto è stata imbarcata sul traghetto, si consiglia di custodirla nelle aree parcheggio appositamente realizzate nei pressi del porto.

Il modo migliore per godersi la vacanza sull’isola è noleggiare una piccola imbarcazione o gommoni, rivolgendosi alle agenzie disposte sulla banchina del porto.

Io ho trascorso solamente un giorno e mezzo sull’isoletta e mi sono privato di tutte queste comodità, ma la prossima volta non mancherò di usufruirne.

5 cose da fare a Ponza

1. Il porto romano e il centro abitato

Appena sbarcati non potete non notare e poi passeggiare, per il porto romano.
Ben curato e caratteristico, tra le sue nicchie potrete scorgere diving center oppure numerose attività locali (bar, ristoranti e botteghe).

Intrufolandovi tra le viuzze e le ripide scalinate che caratterizzano il colorato centro abitato di Ponza, vi troverete nel cuore dell’isola.

Il bello di tutte queste casette sono i colori sgargianti (azzurro, bianco, rosa, giallo), e le loro forme squadrate e a tratti tondeggianti.

Tutte davvero molto belle e curate.

Tra le abitazioni ogni tanto potrete anche scorgere bellissimi panorami sul mare o sull’isola.

2. La spiaggia di Chiaia di Luna

500 metri di arenile di sabbia chiarissima, bagnati da un’acqua azzurra e trasparente, come poche io ne abbia mai viste nella mia vita, caratterizzano quella che è una delle icone dell’isola di Ponza.

Il nome Chiaia di Luna deriva dalla caratteristica curvatura (a mezzaluna appunto) dell’arenile.

L’accesso è consentito oltrepassando un tunnel romano che attraversa la montagna da parte a parte per una lunghezza di 168 metri e larghezza compresa tra i 2 ed i 4 metri.

3. Punta d’Incenso

Punta e Piana d’Incenso, estremità a nord di Ponza, offrono vista completa sull’intera isola. Da Punta d’Incenso si snoda un sentiero che porta fin su alla piana e che affaccia sull’isolotto di Gavi.

4. Cala Feola

Personalmente l’ho vista solo dall’alyo, ma mi venuta voglia di fare un tuffo solo guardando.
Cala Feola è un’insenatura naturale accessibile via terra, distante dal porto di Ponza 5/6 Km. La spiaggia è l’unica in tutta l’isola ad essere interamente sabbiosa inoltre, la cala comprende il complesso delle piscine naturali originatesi in seguito all’intensa attività vulcanica dell’isola.

5. Un itinerario a piedi

Vi propongo quello che avrei voluto fare e sul quale mi ero documentato, ma che per ragioni di tempo non sono riuscito a praticare.

L’itinerario è quello che conduce a Punta della Guardia, a sud di Ponza.

In alto, sulla punta del promontorio, si trova l’omonimo Faro della Guardia.

Il sito è raggiungibile sia via terra che via mare con imbarcazioni private o servizi navetta dal porto di Ponza da cui dista 2.1 miglia.

Inutile dirvi che questo sarà uno dei motivi per i quali tornerò a Ponza.

Quanto low cost è Ponza

In bassa stagione lo è davvero tanto, ma come ogni località estiva che si rispetti con l’arrivo della bella stagione le cose cambiano.

La zona più cara in assoluto è sicuramente quella del porto (una frittura e uno spaghetto 40€ lo vedo un po’ caruccio), tuttavia qualcosa di low-cost la si riesce a trovare (sopratutto lontano dal porto).

Per dormire le fasce di prezzo sono ampie, girate sulla 40€ a notte in media e le sistemazioni vanno dalle case vacanza agli hotel.

Le sistemazioni sono distribuite lungo tutta l’isola, con particolare densità nella zona di attracco. Magari fate un check dei vostri punti d’interesse e scegliete in base a quelli dove alloggiare.

Io ho alloggiato a dieci minuti a piedi dal centro, ma anche lontano ci sono posti bellissimi.

Ponza è sicuramente un posto dove tornerò per un soggiorno più lungo, magari per godermi di più la vita di mare e bagnarmi in queste bellissime acque azzurre.

E voi, ci siete mai stati? Avete qualche luogo da suggerirmi? Scrivetelo pure nei commenti.

20 articoli

Informazioni sull'autore
Laureato in Scienze della Comunicazione, mi interesso di strategia di comunicazione sui Social Media e di Social Media Management. Mi definisco un Instagram Strategist e Junior Copywriter, ancora in fase di crescita e sviluppo personale. Da poco più di un anno mi diverto a scrivere articoli di viaggio sul web. Ad oggi cerco di costruire la mia ‘identità’ digitale che è ancora in continua trasformazione e definizione. In più, per chi non si è stancato di leggere. Mi piace la fotografia, in particolare quella di viaggio e di paesaggio, che ripropongo sui miei canali social cercando di portare le persone nei luoghi in cui sono stato e cresciuto. Nel tempo libero mi dedico al nuoto, altra mia grande passione.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta della piadina romagnola: l'originale da fare in casa

Come preparare in casa da soli la ricetta della piadina romagnola: l’originale. Dopo un viaggio a Rimini e dopo aver assaggiato tante piadine, prova a fare da te la piadina romagnola, seguendo la ricetta della regina delle piadine: la ricetta della piadineria Dalla Lella.
Destinazioni

10 destinazioni dove vedere il foliage in Italia

La stagione dell’autunno è la stagione fotograficamente più bella per viaggiare, non solo in Italia, ma nel mondo. Durante il periodo autunnale…
Come Muoversi

Viaggio in Italia in auto: itinerari per viaggiatori avventurosi

Viaggiare in auto in Italia è semplice ma al contempo avventuroso, perché l’Italia come Paese si presta molto ai viaggi in macchina….
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.