Come viaggiare di più spendendo di meno

Come Muoversi

Tour delle città europee con guida gratuita con Sandemans

2 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Gennaio 29, 2014

Sandemans

Vi trovate in una nuova città per una toccata e fuga o per motivi altri dalla gita turistica (chessò… lavoro, lungo scalo tra un volo e l’altro), ma avete qualche ora a disposizione e volete carpire quanto più possibile del centro storico, delle caratteristiche principali, dell’orientamento cittadino, degli usi, dei costumi, dell’arte locale e riuscire ad avere una visione d’insieme da conservare nell’album dei ricordi?

Non è così impossibile e non c’è da scoraggiarsi nonostante il tempo sia risicato: una soluzione a portata di mano c’è.

Sevi trovate in questa situazione difficilmente avete avuto modo di organizzarvi un tour fai-da-te, oppure non ci siete proprio portati per il tour fai-da-te, magari ancor peggio in solitaria; ecco allora la trovata perfetta: a pianificare la visita ci pensa qualcun altro e il giro guidato per la città diventa facile, mirato, senza stress mentali e pressoché gratuito! Insomma, imperdibile.

Chi lo offre?

Sandemans: associazione, di base a Berlino, che coordina questo servizio a livello sovranazionale in ben 18 città tra europee ed extraeuropee.

Dove?

Se rimanete in Europa li trovate a Parigi, Bruxelles, Londra, Amsterdam, Praga, Liverpool, Barcellona, Edimburgo, Berlino, Copenhagen, Dublino, Lisbona, Monaco di Baviera, Madrid, Amburgo. Se invece siete fuori dal vecchio continente le tre (per ora) città in cui trovate questa opportunità sono Gerusalemme e Tel Aviv, in Medio Oriente, e New York negli USA.

Di cosa si tratta nel dettaglio?

Di un tour di gruppo, organizzato da guide locali che lavorano su base volontaria e sono principalmente studenti di arte, comunicazione, turismo, lingue che amano dedicare il proprio tempo libero alla città in cui vivono, per dar loro valore, per farle conoscere, per tenerle viva e diffonderne la conoscenza di cultura e bellezze autoctone. La guida parla generalmente la lingua locale e l’inglese, ma basta spulciare un pochino e magari si trova anche il gruppo guidato da chi spiega in italiano.

L’adesione alla comitiva di visitatori, spesso cosmopolita, può essere fatta rapidamente online scegliendo, ovviamente dopo alla meta, giorno e ora di partenza dal punto di ritrovo prefissato. Sappiate che è richiesto giusto un minimo di contributo per la gestione del tool di prenotazione, per Amsterdam ad esempio si tratta di 3 euro.

Gli approfondimenti sui punti toccati dal tour sono tutti disponibili online, così come è attivo un supporto informativo via email.

Che tipologie di tour sono disponibili?

Oltre al tour classico, per i più esigenti, a seconda della città vengono inserite le idee più originali e svariate.
Ad Amsterdam si può fare un tour in bici proprio come fanno i locals oppure focalizzarsi solamente sui coffeeshop o sul red district – per chi ama il genere; a Copenhagen è proposto il giro dei pub; a Edimburgo quello dei castelli; a Londra è stata introdotta la crociera sul Tamigi; da Monaco si può raggiungere il campo di concentramento di Dachau, appena fuori città, oppure visitare il castello di Neuschwanstein (quello che ha ispirato la Disney per intenderci) o ancora competere in un Beer Challenge per temerari; a Madrid non si può rinunciare alle tapascosì come a Gerusalemme non si può non aggiungere una visita al Monte degli Ulivi o ai luoghi sacri alla fede cristiana.

Queste e altre personalizzazioni (c’è davvero l’imbarazzo della scelta) sono chiaramente a pagamento, e possono essere o meno valutate a seconda dell’interesse personale e del tempo a disposizione.

Il rapporto qualità-prezzo è certamente garantito: tanto vale sperimentare.

Neanche a dirlo, nel caso del tour classico la mancia è gradita non solo perché siamo all’estero, ma perché questi ragazzi sono disponibili su base volontaria, non dimentichiamolo.

56 articoli

Informazioni sull'autore
31 anni, radici lombarde e una goccia di sangue austriaco nelle vene. Coordina la corporate communication delle filiali estere dell'azienda per cui lavora ed è in viaggio una decine di giorni al mese. Sa che la sua vita non potrebbe essere altrimenti. Ha una passione spiccata per i viaggi vissuti come apertura verso luoghi e culture che vanno a comporre inevitabilmente anche la sua. Ha un sogno nel cassetto: scrivere e raccontare di viaggi come opportunità per i più, a testimonianza che il viaggio e le sue emozioni possano davvero essere per tutti.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Destinazioni

Danimarca: Legoland e Lego House, quale preferire

Legoland e Lego House, un viaggio a Billund in Danimarca per vivere la magia dei mattoncini Lego non solo con i bambini ma anche per gli adulti.
Destinazioni

Vivere viaggiando: diventare nomadi digitali

Sei stanco di vivere ogni giorno sempre allo stesso modo? Hai voglia di scoperta e ami viaggiare? Forse dovresti pensare di diventare un nomade digitale, vivendo viaggiando. In questo articolo troverai consigli e informazioni a riguardo.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.