Come viaggiare di più spendendo di meno

Come Muoversi

5 falsi miti legati all’Interrail

2 minuti di lettura

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Acquista direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 15% in occasione dell’Estate e precisamente fino al 30 giugno compreso! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Novembre 4, 2013

Da più di 30 anni generazioni di ragazzi sono partiti per l’interrail alla scoperta dell’europa: zaino in spalla, biglietto del treno e tanta voglia di scoprire. Purtroppo, all’interrail sono stati associati, con il tempo, una serie di falsi miti, alimentati in parte dagli stessi viaggiatori. Sono personalmente partito 3 volte in interrail (Francia, Germania e Paesi dell’Est) e vorrei quindi cercare di sfatare alcune sciocche credenze.

1) Si dorme in ostello per risparmiare
Non c’è niente di più sciocco e falso. Gli ostelli, arrivano a costare anche a 15-20 euro a notte a persona, pur non offrendo assolutamente le comodità dell’albergo. Se si vuole vivere davvero l’interail, ovvero camminare tutto il giorno e visitare in modo pedissequo ogni angolo delle città in cui si arriva, non ci si può proprio permettere di passare notti in bianco in posti dimenticati da dio, o in scomodi dormitori. Siamo nel 2011: basta prenotare un hotel prima di partire, per pagarlo meno di un ostello. Non c’è niente di più semplice che beccare hotel a 3 o 4 stelle a 20 euro a persona a notte, basta sapersi organizzare.

2) L’interrail non si organizza, si parte e basta
Non è questo sia falso, è semplicemente stupido. A che pro partire senza alcuna idea in testa e ritrovarsi ad aspettare ore ed ora in stazioni treni per destinazioni improvvisate all’ultimo momento, buttando la cosa che si ha di più prezioso: il proprio tempo. Un buon viaggiatore si organizza sempre per tempo e ha sempre ben chiari i posti da raggiungere, prima di partire.

3) Per risparmiare ci si porta il cibo da casa e si mangiano scatolette
Ancora: 1 portarsi il cibo da casa è grottesco. Riempire a dismisura uno zaino destinato già di suo ad essere colmo (durata media del viaggia: 3,4 settimane) con del cibo comprato prima di partire è una decisione degna del peggior viaggiatore. Vi assicuro: si trova cibo anche all’estero, ed agli stessi prezzi, se non di meno, che in Italia. Inoltre, mangiare scatolette di fagioli per 3 settimane, forse piò permettervi di risparmiare pochi euro, ma contribuisce solo a rovinare il viaggio: servono energie per viaggiare bene e spostarsi ogni giorno, quindi serve mangiare decentemente, non in un tre stelle Michelin, ma semplicemente in posti locali, dove mangiano gli indigeni.

4) Il disperato assalto alle lavatrici
Non poche volte m’è capitato di vedere viaggiatori, già di loro ridotti in condizioni pessime, che vagavano per le città alla disperata ricerca di lavatrici per i propri vestiti. Ora, se si viaggia in estate, basta partire con uno zaino da 60-80 litri ed un numero decente di cambi per non dovere mai perdere tempo a lavare i vestiti. Si fanno due scompartimenti nello zaino e si dividono vestiti usati e puliti. Al ritorno si lava tutto.

5) Si parte senza guida perché l’interail è avventura
Ennesima follia: la guida è fondamentale. E’ li, sulla vostra bella Routard, che troverete, i consigli su dove mangiare, fare colazione e cosa visitare. Certo, mai delegare in toto ad una guida la proprio vacanza, ma rimane sempre un fedelissimo alleato. Non bisogna mai peccare di presunzione, in viaggio. Niente ci vieta poi di fermare qualcuno per strada per chiedere qualche dritta.

Conclusioni
Se l’interail lo fate per voi seguite i consigli. Altrimenti se lo fate per gli altri, e volete ingrossare le numerosa fila di quelli che han viaggiato solo per poter dire, una volta tornati: “abbiamo fatto l’interrail ci siamo ammazzati, mai mangiato per 3 settimane, dormito solo in stazione e mai lavati”, ignorate pure questo post.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

492 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

La faentina, il panoramico treno Faenza Firenze

Se ami i viaggi lenti e scoprire piccoli borghi poco conosciuti, la Faentina è ciò che fa per te. Si tratta di un treno panoramico che collega Faenza e Firenze, da dove potrai godere di panorami incredibili e grazie alle numerose fermate e corse giornaliere, potrai scoprire borghi unici, come Brisighella e Marradi.
Come Muoversi

Treno storico nelle Marche: da Ancona per Fabriano e Pergola

Treno storico nelle Marche, la Ferrovia Subappennina Italica da Ancona per Fabriano e Pergola. Tutti i dettagli su dove è possibile prenderla, che giro prevede e come è possibile sfruttarla assieme alle biciclette per un viaggio green.
Come Muoversi

Treno di Dante, da Firenze a Ravenna su un treno a vapore

Il Treno di Dante è il treno a vapore che va da Firenze a Ravenna per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Il Treno di Dante attraversa gli Appennini, passando borghi, castelli e colline. Tutte le informazioni per partire con il Treno di Dante qui.

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.