In Valnerina gennaio è il mese della tradizione popolare - Viaggi Low Cost

In Valnerina gennaio è il mese della tradizione popolare

In Valnerina gennaio è il mese della tradizione popolare

di , | Eventi

Oggi vi voglio parlare della Valnerina, una zona nella parte meridionale dell’Umbria arroccata sull’Appennino. Sono particolarmente affezionata a questa zona che considero una delle più autentiche e, permettetemi il termine, selvagge della mia regione.

Ogni stagione è quella giusta per visitarla… in inverno non manca mai la neve e vengono organizzate ciaspolate diurne o notturne che si concludono con pranzi o cene a base di specialità locali (non proprio light, ma ideali per recuperare le forze perdute ;)); in primavera e in estate ci si può divertire a fare rafting lungo le ripide del fiume Nera o emozionarsi davanti lo spettacolo offerto dalla Fioritura di Castelluccio di Norcia nel mese di giugno. Inoltre, tutto l’anno si può praticare trekking nei tantissimi sentieri tracciati.

Ma è nel mese di gennaio che la Valnerina rappresenta una meta da non perdere per chi vuole avvicinarsi alla sua cultura, conoscendone da vicino l’anima ancora radicata ad antiche tradizioni. La data clou è il 17 gennaio, giorno in cui si celebra Sant’Antonio Abate protettore degli animali, quando vengono organizzate celebrazioni e feste antichissime nei comuni della Valnerina (Cascia, Vallo di Nero, Preci, Monteleone di Spoleto, Scheggino).

L’evento che ogni anno attrae migliaia di visitatori è a Cascia dove si organizza, solo per questa occasione, “L’asta delle agnelle” in cui vengono messe all’asta bestie offerte dai proprietari di gregge che qui sono ancora numerosi. Altro appuntamento che vi segnalo è quello in programma per domenica 20 gennaio, sempre a Cascia, per la 37esima Rassegna interregionale delle Pasquarelle, uno dei più antichi e popolari festival delle musiche tradizionali della regione che accoglie 30 gruppi musicali provenienti da Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo che si sfideranno a ritmo di organetto e fisarmonica! Da provare almeno una volta!

Per maggiori informazioni potete consultare il sito www.lavalnerina.it, ricco di informazioni e con una sezione dedicata al download gratuito di mappe e materiale informativo.

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

Tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia riminese

Cosa vedere in Valmarecchia

Un tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia, tra boschi, storia, arte e naturalmente la gastronomia. La valle del Marecchia, dove scorre...

Meteo

Umbria
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!