Carnevalon de l'Alpon, il Carnevale a Verona - Viaggi Low Cost

Carnevalon de l’Alpon, il Carnevale a Verona

Carnevalon de l’Alpon, il Carnevale a Verona

di , | Eventi

Carnevalon de l'Alpon

Il Carnevale più importante di Verona è certamente il Bacanàl del Gnoco, festeggiato nel capoluogo appunto nel cosiddetto Venardi Gnocolar, ultimo venerdì di carnevale.

Ma in provincia un grande carnevale si scatena nel paese di Monteforte d’Alpone (VR) un carnevale che, oltre che una festa, è da oltre sessant’anni una vera e propria celebrazione collettiva, con serate musicali e di cabaret, scherzi goliardici e balli, e le immancabili sfilate delle maschere e dei più importanti carri allegorici di tutto il circondario.
Ufficialmente nato nel 1949 (ma con concrete testimonianze già dalla fine dell’Ottocento, con l’interruzione delle manifestazioni in periodo fascista), il carnevale di Monteforte d’Alpone è denominato Carnevalòn de l’Alpòn (dal nome del fiume locale) proprio per sottolinearne l’importanza e le dimensioni in termini di giornate coperte, di spazi cittadini impegnati e di persone che volontariamente si dedicano all’organizzazione.

Il tutto, quest’anno, inizia sabato 1 marzo con la grande sfilata notturna dei carri allegorici per le vie del capoluogo, replicando il giorno successivo nelle frazioni di Costalunga e Brognoligo. Il gran finale poi nuovamente a Monteforte d’Alpone, durante il pomeriggio di martedì 4 marzo, per una spettacolare festa di maschere, carri allegorici, genitori e bambini, in un’esplosione di colori e musiche come solo un grande carnevale è in grado di regalare.

Ci vogliono mesi e mesi di lavoro ogni anno per arrivare a mettere in piedi un’organizzazione carnevalesca di tali fattezze, partendo dapprima dall’ideazione, progettazione e costruzione dei carri (da tenere nascosti fino al momento fatidico) e passando per tutto il carnevale attraverso momenti di festa e di serissime elezioni, appuntamenti guidati magistralmente da Re del Torbolin, Principe del Gnoco e Sior Carnevalon, le storiche maschere di Monteforte.

Ma il Carnevalòn non si “limita” a sfilate, feste, scherzi e momenti di allegria. Il contorno enogastronomico non potrebbe certo mancare: in particolare, nella terra del Soave e del più locale Torbolìn, da cui il nome di una delle maschere tradizionali, un brindisi col buon vino fa da ottimo accompagnamento alle frittelle e al piatto d’eccellenza del carnevale veronese: gli gnocchi, preferibilmente al pomodoro come da tradizione.

Primo piatto che diventa inoltre il protagonista di un altro degli eventi salienti del carnevale montefortiano, in occasione della “Gnocolada” dell’ultimo venerdì di carnevale (appunto “Venardi Gnocolar”, quest’anno il 28 febbraio), quando in piazza Venturi si potranno degustare gli gnocchi offerti dalla Pro Loco e cucinati dagli Alpini, con a seguire la sfida tra le otto contrade a chi riesce a mangiare il maggior quantitativo di gnocchi.

© 2014 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mini guida

48 ore a Venezia, mini guida per un weekend low cost

Cosa vedere a Venezia in 3 giorni

Venezia è una delle città italiane che tutto il Mondo ci invidia. Venezia è la città dell'amore, la città dell'acqua alta, la città degli...

Meteo

Verona
C
% humidity
wind:
H • L