Vietnam, viaggio low cost fai da te, consigli

Come fare un viaggio low cost in Vietnam 

Come fare un viaggio low cost in Vietnam 

Vietnam, un viaggio low cost fai da te, tutti i consigli per viaggiare in moto, dove noleggiarla e come, quali città evitare e quali cibi prediligere per vivere a contatto con le persone del posto.

di , | Cosa Fare

Se siete viaggiatori con un insostenibile spirito d’avventura, amanti della natura, esploratori e alla ricerca di luoghi ancora non contaminati, il Vietnam fa al vostro caso. Soprattutto a coloro che sono alla ricerca di una destinazione low-cost, senza però voler rinunciare a tutte quelle esperienze e opportunità che ogni viaggio porta con sé.

Come infatti avete già letto nel mio post Vietnam: 5 cose da fare, il paese offre l’opportunità di esplorare la bellezza dei luoghi e delle sue persone nella loro autenticità. Sempre con riguardo e rispetto nei confronti della cultura locale.

vietnam-Hanoi-moto

Ho trascorso poco più di tre settimane in Vietnam, innamorandomi giorno dopo giorno del paese e con una nota di malinconia alla partenza. Leggi i miei consigli per un viaggio low-cost alla scoperta di una terra straordinaria.

Moto

Viaggiare in moto ti consentirà di assaporare ogni angolo del paese nella più totale libertà e ad un costo estremamente modico. Per questo molti viaggiatori optano per questo. La tratta comune è da Hanoi a Ho Chi Minnh (nord-sud) e viceversa, coprendo circa 2000 km. Fate attenzione nel scegliere la moto: a causa della loro popolarità, il mercato è ormai inflazionato e spesso i viaggiatori giunti ormai al termine la rivendono per cui tenete conto dell’alto rodaggio. Abbiamo speso circa 280$ (circa 250€) per comprare una moto che abbiamo poi rivenduto a Hanoi a 240£ (circa 215€). La spesa della benzina è ammontata a 80$ (circa 70€) per ricoprire l’intero tragitto.

vietnam-Hanoi

La moto più come è l’Honda Win100: non pensavamo ce l’avrebbe mai fatta ad un viaggio del genere, eppure ha sopportato il peso di due zaini e persone per tre settimane. Tuttavia, date le condizioni non ottimali, abbiamo dovuto effettuare diverse riparazioni, spendendo così diverse ore nei garage vietnamiti. Fortunatamente, troverete almeno un meccanico lungo ogni strada e, soprattutto avrete l’opportunità di conoscere gente locale. Spesso, mentre i meccanici erano intenti a rimettere la nostra Honda in sesto, eravamo invitati a pranzare in famiglia e riposare in casa.

Evitare tour organizzati

Evitate altamente i pacchetti organizzati: a Ho Chi Minh vi propineranno escursioni al Mekong Delta e ai tunnel di Cu Chi, mentre al nord sarete invasi con tour ad Halong Bay e visita alle grotte di Phong Nha). Abbiamo deciso di affidarci alla moto e scoprire alcuni dei posti indipendentemente; il che ci ha concesso di risparmiare una modesta somma. Ad esempio, peril tuor di un giorno alla cave di Phong Nha vi verrà chiesto almeno 70$. La moto ci ha permesso di avere un impatto quasi zero su trasporto e pagare solo l’ingresso alle singole cave, risparmiando due terzi sul prezzo e liberi di gestire il tempo.

vietnam-Mui Ne

Evitare città turistiche

Similmente al punto soprastante, il consiglio è quello di non evitare le città di punta: altamente turistiche e del tutto inautentiche. Tra queste Mui Ne al sud, Nha Trang e Da Nang al centro, entrambe sulla costa. Purtroppo sono molto gettonate tra i turisti che cercano il puro divertimento e relax, ma ai miei occhi si sono rivelate anonime in quanto preda delle infrastrutture ricettive e trasformate in vere e proprie in “parchi” alla mercè dei turisti. Percorrendo le strade di Mui Ne, non stupitevi di fronte alle insegne e menu in russo, dato l’alto afflusso di tali turisti.

I prezzi in tali località sono superiori alla media del paese. Noi abbiamo optato di pernottare in una località marina adiacente Mui Ne, non sviluppata dal punto di vista turistico ma Vera.

vietnam-po

Street food

Lo street food in Vietnam, così come in molte altre parti del mondo, rappresenta una grande fonte di risparmio. Con 1$ (circa 90 centesimi) potrete mangiare la tipica baguette vietnamita con uova e carne, tipica per colazione. Ci sono diverse varianti in base alla zona ed è piuttosto soddisfacente. Se viaggiate in modo, lungo la strada troverete chioschi di gente locale dedita alla cucina. Con meno di 2$ (circa 1,80 centesimi) potrete mangiare pho (la zuppa di spaghetti locale con carne), noodles e l’immancabile caffè vietnamita: caffè filtrato con l’aggiunta di latte in condensa.

vietnam-street-food

Sorridi

L’ospitalità e gentilezza del popolo vietnamita vi lascerà esterrefatti. Mentre camminate per strada, ordinate cibo, contrattate, chiedete indicazioni: la gente vi regalerà sorrisi in continuazione. Sorridere è, a mio avviso, un passepartout in Vietnam. Poiché puntavamo a un viaggio low cost e lontano dagli schemi, guidando ogni giorno per almeno sette ore, siamo diventati immediatamente familiari con gli usi locali: la moto ci ha regalato infinite avventure nei villaggi: quando ci fermavamo a chiedere informazioni o un posto dove ristorarci, la gente non esitava a preparare due piatti in più per noi.

Viaggiare low-cost in modo consapevole non è solo un’arma per risparmiare ma soprattutto per cogliere le infinite sfaccettature di una cultura per potersi identificare il meno straniero possibile.

© 2016 - Riproduzione riservata

Mappa

Mini guida

Kyoto, cosa fare in tre giorni

Kyoto, mini guida per 3 giorni in Giappone

Dopo aver visitato Kyoto in inverno ho pensato a quanto potrebbe essere incredibilmente meravigliosa in primavera. Kyoto mi è piaciuta da impazzire,...