Tour Napoli sotterranea

Tour di Napoli sotterranea

Tour di Napoli sotterranea

di , | Cosa Fare

Booking.com

napoli-sotterranea

Il Tour di Napoli Sotterranea se non siete troppo claustrofobici, è da provare. Prima di iniziare il racconto vi invito a fare il tour solo con la vera associazione di Napoli Sotterranea, quella che si trova in Piazza San Gaetano 68, su Via dei Tribunali e non altre. La strada che imboccherete è una strada chiusa e ancora prima di entrarvi troverete la fila per accedere al tour. Non vi preoccupate, la fila scorre veloce anche perché i tour partono in diverse lingue e così andrete avanti abbastanza spediti.

Il Tour di Napoli Sotterranea è stato per me davvero bello e interessante, ho cercato di prendere appunti fin quando ho potuto, la nostra guida era davvero brava, anche se ad un certo punto mi sono fatta prendere dall’ansia e in pochi minuti mi mancava l’aria lì sotto -.- Devo dire che il percorso è bellissimo e anche se sono riuscita a farlo tutto (tranne un pezzo facoltativo), è bene sapere prima di addentrarsi e pagare il biglietto che c’è una parte, proprio all’inizio del percorso (che si fa solo all’andata e non anche al ritorno perché si esce poi da un’altra parte) che da un po’ “fastidio”. La larghezza del primo tratto è di 70 centimetri, capirete che chi soffre un po’ gli spazi stretti farebbe meglio a non accedere anche per non rallentare tutto il gruppo poi.

Detto questo Napoli Sotterranea merita, per capire un po’ la storia della città, dai greci ai romani fino alla seconda guerra mondiale. Tutta Napoli è passata da qui sotto. Il tour inizia all’esterno ma in un attimo ci si ritrova a 40 metri di profondità. La prima sala che vedrete serve un po’ a introdurre tutto il resto e lascia il tempo alla guida di illustrarvi anche il primo corridoio più stretto, quello di cui vi parlavo sopra. La guida prima di procedere vi invita ad essere “onesti” con voi stessi e con il gruppo. Io il primo tunnel l’ho fatto ma devo dire che non mi sono sentita subito molto bene, poi ho resistito fino alla fine, ma ognuno faccia i conti con le proprie paure :)

Il tour dura circa 2 ore e non tutte e due le ore sono nel sottosuolo, dopo una prima parte di circa 50 minuti si passa all’esterno e al Teatro Greco Romano in parte ancora interrato e in parte ritrovato “a pezzi” nelle case delle persone che abitano nei pressi di Via dei Tribunali. Il prezzo del biglietto è di circa 9€ anche se il sito non menziona i prezzi, vi conviene quindi chiamare o passare direttamente a vedere prima di decidere di acquistare il tour.

La bellezza del tour è data dalle grotte che hanno un fascino tutto particolare. Queste grotte nascono come pozzi e cave per il tufo con il quale si costruiva la città all’epoca degli antichi greci e solo dopo è stato trasformato in acquedotto. Le sorgenti venivano incanalate e i pozzi scavati per estrarre la roccia. Tanti sono i metodi per prendere il tufo e per far passare l’acqua e la guida di Napoli Sotterranea vi mostrerà anche il modo in cui le persone che lavoravano qui sotto riuscivano a muoversi per i vari cunicoli senza problemi.

Le cave vennero poi chiuse e ripristinate nella Seconda Guerra Mondiale anche perché Napoli fu la città italiana maggiormente colpita dalla Guerra e qui sotto le persone andavano a rifugiarsi per scappare dalle bombe aeree. Dell’ultimo conflitto mondiale rimangono tanti reperti qui sotto come giochi per i bambini, chi infatti scappava per rifugiarsi qui sotto non sapeva mai quanto tempo dovesse rimanerci.

La parte del tour più impegnativa, che io però non ho fatto anche perché facoltativa, prevede l’uso delle candele o delle torce. Si passa in un cunicolo molto stretto e basso e si arriva in un’ampia sala dove ancora si trova un piccolo acquedotto. A voi scegliere se farlo o meno, ma se siete un po’ ansiosi come me… ve lo sconsiglio!

Booking.com

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

48 ore a Napoli, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Napoli: cosa vedere in due giorni

Per un viaggio a Napoli non vi basterà un weekend, dovrete senza dubbio ritornare. Per un viaggi a Napoli non vi basteranno due occhi e una bocca...