Da Bergamo a Marsiglia in autobus con Flixbus, tratta Low cost

Bergamo Marsiglia in autobus low cost

Bergamo Marsiglia in autobus low cost

Dall'Italia alla Francia in autobus, da Bergamo a Marsiglia passando per Torino e poi Nizza con il comodo e low cost autobus Flixbus, qui l'esperienza e i consigli per affrontare il viaggio.

di , | Come Muoversi

Il viaggio in autobus mi ha sempre affascinata: tante ore per raggiungere un luogo, camminare per il mondo alla scoperta di nuovi paesaggi, osservare il mondo dal finestrino. Del resto come durante i viaggi in treno e in automobile, anche se con qualche differenza.

La scorsa estate decisi di andare a trovare la mia amica francese a Marsiglia durante il mese di novembre; iniziai a cercare soluzioni economiche per affrontare il viaggio da Bergamo, città nella quale risiedo quando mi trovo in Italia, a Marsiglia, meta selezionata. Ovviamente iniziai a cercare voli aerei per raggiungere la città e mai, avrei pensato di utilizzare un altro mezzo di trasporto. Passai diverse ore al giorno a cercare la soluzione più adatta alle mie esigenze senza però trovare cifre soddisfacenti, tutte erano piuttosto elevate in relazione al viaggio che volevo sostenere.

Probabilmente perché non utilizzai il filtro “aeroporti nelle vicinanze”, per esigenze personali; valutando un Milano Linate o Milano Malpensa magari i prezzi sarebbero stati più contenuti. Avendo la necessità di partire da Bergamo, decisi di cercare in Google semplicemente “Bergamo – Marsiglia”, ed ecco apparire una pioggia di consigli per raggiungere la Francia. Fra i primi risultati mi apparve il sito di Flixbus e, conoscendo già la compagnia di autobus, mi incuriosii e aprii il link per vedere i prezzi. Rimasi stupita: per il viaggio di andata e ritorno risultava un totale di euro corrispondente a più della metà del totale che avevo trovato cercando i voli aerei.

Senza pensarci troppo decisi di comprare il viaggio in autobus e, nonostante fossero previste 11 ore totali, ero molto felice della mia scelta. Adoro viaggiare tanto e spendere poco! Soddisfatta della mia decisione iniziai a controllare tutte le mete di Flixbus, iniziando a pensare al prossimo viaggio ancora prima di partire per quello appena prenotato. È così, quando si inizia a viaggiare non ci si può più fermare, pensieri a parte, continuo a parlarvi del mio viaggio: non diretto ma con cambio a Torino sia all’andata che al ritorno, pagato in totale € 50.

Partii dalla stazione di Bergamo e andai a Torino; la tratta fu abbastanza breve e senza molto traffico. Arrivata a Corso Vittorio Emanuele e dovendo aspettare due ore prima del prossimo pullman, decisi di farmi un giro per la mia amata Torino, nonostante la valigia da trasportare non fosse comodissima. La giornata era molto calda e con il sole splendente, di certo rinchiudermi in un bar aspettando era l’ultimo dei miei pensieri.

Ero già stata a Torino ma erano passati molti mesi dall’ultima volta che la visitai, così utilizzai Google Map per orientarmi e andai alla stazione metro più vicina, per raggiungere Porta Nuova; da lì feci una camminata per il centro e poi tornai a Corso Vittorio Emanuele per salire sul prossimo bus. Seduta rigorosamente vicino al finestrino, iniziai a salutare Torino ammirandola man mano che mi allontanavo. Ricordo un tramonto bellissimo visto dal bus.

Una volta arrivati al confine ci fermammo perché gli agenti di polizia vollero controllare i documenti di ogni passeggero e, una volta accertato che tutto fosse in ordine, tornammo in marcia per raggiungere Nizza, dove il bus fece stop all’aeroporto. Dopodiché arrivammo diretti a Marsiglia verso le ventidue e trenta. Alla fine le undici ore di viaggio non mi affaticarono né stancarono più di tanto, mi divertii.

Una volta finita la mia permanenza a Marsiglia ritornai in Italia con lo stesso identico modo, Flixbus Marsiglia – Nizza, Nizza – Torino ed infine Torino – Bergamo. Il viaggio di ritorno lo affrontai in giornata, partii alle undici e arrivai a Bergamo alle diciannove; ricordo che dovetti aspettare due ore a Torino anche al ritorno ma, questa volta, decisi sì di aspettare nel bar vicino alla fermata del pullman, data la stanchezza dovuta ai giorni ricchi di camminate francesi che avevo sostenuto. Le tratte Marsiglia – Nizza e la successiva Nizza – Torino furono meravigliose al ritorno perché ebbi la possibilità di stare seduta al finestrino e quindi di ammirare le bellezze della Costa Azzurra.

Mare meraviglioso e sole splendente; ricordo con allegria l’infinità di gallerie presenti sulla strada, perché io ero sempre pronta a scattare fotografie al mare appena finiva la galleria. Molto divertente! Consiglio questa esperienza a tutti gli amanti dei viaggi lunghi, un po’ meno a chi non sopporta l’auto nemmeno per andare a fare la spesa. Alla prossima!

© 2017 - Riproduzione riservata

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!