Viaggiare sicuri in Grecia, tutto quello che devi sapere - Viaggi Low Cost

Viaggiare sicuri in Grecia, tutto quello che devi sapere

Viaggiare sicuri in Grecia, tutto quello che devi sapere

Visitare la Grecia è possibile anche in questo periodo, dopo l'emergenza sanitaria, bisogna però informarsi per tempo sui documenti da preparare e le regole da seguire sia per quanto riguarda la permanenza in Grecia, sia per il rientro in Italia.

di , | News

Booking.com

Tornare a viaggiare, dopo mesi trascorsi nello stesso luogo a causa dell’emergenza Covid-19, per molte persone ha rappresentato una vera liberazione. Spostarsi e organizzare un viaggio, anche fuori dall’Italia, oggi è possibile seguendo alcune importanti regole e informandosi prima del tempo in modo accurato. Una meta da sempre amata dagli italiani è la Grecia. Anche dopo la crisi sanitaria, la Grecia continua ad essere uno dei luoghi delle vacanze più ambiti per gli italiani. Perché? Non solo perché si tratta di una terra meravigliosa e ricca di isole solitarie, buon cibo e divertimento, ma anche perché questo paese ha registrato il tasso d’infezione più basso d’Europa. Dunque, viaggiare sicuri in Grecia è assolutamente possibile!

Dal 12 agosto 2020, per quanto riguarda il rientro in Italia, bisognerà dimostrare di essere stati sottoposti ad un test per mezzo tampone risultato negativo nelle 72 ore prima di essere rientrati in territorio italiano. Oppure si dovrà effettuare un tampone una volta arrivati in aeroporto o entro 48 ore dall’arrivo in Italia nelle strutture sanitarie di riferimento. Queste nuove regole sono valide a partire dal 12 agosto fino a nuove comunicazioni.

Sicuramente il clima perfetto di questo paese ha contribuito a creare le condizioni ideali per un ottimo ritorno al turismo.
Ecco come fare per viaggiare sicuri in Grecia: le accortezze da seguire, i dettagli da non trascurare, le regole da rispettare e alcuni consigli per muoversi senza preoccupazioni all’interno del territorio.

Viaggiare sicuri in Grecia

Raggiungere la Grecia per turismo nell’estate 2020 è possibile, ma ecco ciò che bisogna sapere prima di prenotare: a partire dal 1° luglio 2020, le Autorità greche potrebbero decidere di sottopporre i passeggeri in arrivo ad un tampone (test rinofaringeo). Si tratta di scelte prese a campione, con modalità casuali, dunque non è possibile sapere con anticipo se si verrà sottoposti al tampone. Anche le persone in possesso di test sierologico negativo potrebbero essere sottoposte al tampone.
I viaggiatori ai quali verrà eseguito il test, potranno proseguire il viaggio fino alla meta finale interna al Paese, ma dovranno assicurarsi di mantenere la distanza sociale per le 24 ore successive al tampone, monitorando con attenzione il proprio stato di salute.

Le Autorità greche si occuperanno di contattare le persone a cui è stato somministrato il test, solo in caso di positività. Ricordiamo dunque che la quarantena di 14 giorni è prevista solo nel caso in cui si risulti positivi al test. Se entro 24 ore dal tampone non si è stati contattati, sarà possibile continuare il proprio viaggio in piena libertà.
Naturalmente in caso di positività bisognerà seguire le indicazioni delle Autorità, le sanzioni amministrative in caso di violazioni ammontano a 5000 euro.

Cosa fare per viaggiare in Grecia

Qualunque sia il mezzo con il quale si decide di raggiungere la Grecia (via mare, via terra, via aereo), è necessario compilare un modulo online sul sito del governo travel.gov.gr. Il documento si chiama Passenger Locator Form e servirà ai viaggiatori per fornire tutte le informazioni necessarie sul loro luogo di provenienza, soggiorni precedenti e soggiorno in Grecia in corso. Il modulo, completo di codice QR, dovrà essere controllato da tutte le compagnie di trasporto prima dell’imbarco del passeggero. Nel caso in cui il viaggiatore non sia in possesso di questo documento, dovrà rimpatriare provvedendo alle spese del viaggio.
Il Paessenger Locator Form deve essere compilato e completato almeno 24 ore prima di entrare in Grecia, è consigliato dunque muoversi con anticipo perché le richieste sono molte e potrebbero esserci ritardi nella ricezione del codice QR.

Arrivare in Grecia con un’imbarcazione privata

Esiste un documento apposito da compilare per entrare in Grecia con un’imbarcazione privata: si chiama Maritime Declaration Health (da inviare alla Capitaneria di porto competente in Grecia tramite mail). Ecco dove trovare tutti i recapiti e le informazioni necessarie relative alle Capitanerie di Porto. Fino alla metà di agosto, però, non si potrà entrare in Grecia con un’imbarcazione privata che sia proveniente da Albania e Turchia.

Come muoversi durante la vacanza

Seguendo le indicazioni descritte non ci saranno problemi e potrete godervi pienamente il vostro soggiorno! Per muoversi all’interno del Paese, in molti consigliano di noleggiare un ciclomotore 50 cc. Affittare uno scooter in Grecia non significa affrontare una grande spesa e può essere davvero un’esperienza divertente. Lo scooter, inoltre, permette di visitare più luoghi possibile, piccoli borghi, cale nascoste che difficilmente raggiungereste a piedi. Le strade, in alcuni tratti, potrebbero essere sterrate e quindi non facilissime da percorrere. Basta essere prudenti e acquisire gradualmente confidenza con il mezzo! Ovviamente il casco è obbligatorio.
Un’altra esperienza da provare è il noleggio di un quad: il mezzo ha quattro ruote, la guida è dunque abbastanza differente da quella dello scooter.

Viaggiare sicuri in Grecia: distanziamento sociale

Al momento in Grecia è obbligatorio indossare la mascherina sui mezzi di trasporto, negli ascensori, nei luoghi pubblici, negli ospedali, nei negozi. La distanza interpersonale minima da rispettare è di 1,5 m.
Data l’attuale situazione sanitaria internazionale, un consiglio utile, prima di organizzare un viaggio in Grecia, può essere quello di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria con un massimale adeguato. Non sono cose a cui si vorrebbe pensare nel momento in cui si decide di partire per le vacanze, però, partire in sicurezza, soprattutto nel periodo storico che stiamo vivendo, è la scelta migliore.

Booking.com

© 2020 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

Natale a Bruxelles, cosa fare in tre giorni

Cosa vedere a Bruxelles a Natale

Un weekend di Natale a Bruxelles è un'occasione per vedere tutte le bellezze della città belga ma sotto una luce diversa, quella del Natale...