Milano, Van Gogh mostra multimediale

A Milano una mostra multimediale per scoprire il genio di Van Gogh

A Milano una mostra multimediale per scoprire il genio di Van Gogh

di , | Eventi

Booking.com

Milano-Van-Gogh

Nasce uno nuovo modo di vedere le opere d’arte: la mostra multimediale.
Dal 6 dicembre al 9 marzo 2014 si svolgerà a Milano VAN GOGH ALIVE, un vero e proprio spettacolo di suoni e luci, musica e immagini di grandi dimensioni che coinvolgono lo spettatore in un viaggio virtuale tra i capolavori più conosciuti e amati del grande artista olandese.

Non saranno quindi in mostra le tele autentiche, ma verranno proiettati i dipinti attraverso l’uso di una sofisticata tecnologia che proietta immagini ad alta risoluzione e che permette di riprodurre, e quindi osservare, i dettagli, le pennellate, i colori, le sfumature e tutti quegli elementi che rendono unici i quadri di Van Gogh, genio incompreso in vita ma molto amato dopo la sua morte.

La mostra è ospitata alla Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4, una vecchia industria che ha cessato di svolgere il suo ruolo e che è diventata un grande spazio espositivo dove vengono allestite mostre, eventi e performance. E’ uno dei luoghi della Milano culturale degli ultimi anni, dove vengono spesso organizzate rassegne e i cui ampi spazi ben si prestano a mettere in scena un’esibizione di questo genere.
Fanno parte del percorso espositivo anche le lettere che Vincent scrisse al fratello Theo, testimonianza diretta del dramma esistenziale che accompagnò la breve vita dell’artista, confidenze e sfoghi raccontate all’amato fratello, unico sostegno economico e morale della sua burrascosa esistenza, tracce importanti e testimonianze di una travagliata e sofferta realtà.

La mostra presenta tutta la vita e l’attività dell’artista, dagli esordi a Parigi fino al periodo provenzale, in cui Van Gogh si isola dal mondo per immergersi nella natura e nei colori solari della regione che tanto amò.

Il percorso è completo anche degli schizzi preparatori che gli servirono per dipingere le vedute dei campi, dei paesaggi e degli interni a lui tanto cari, come la sua camera ad Arles, e che hanno reso immortale uno degli esponenti più importanti dell’arte di tutti i tempi.

Booking.com

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com