Come viaggiare di più spendendo di meno

Eventi

Isole in Rete 2014, alla scoperta della Laguna di Venezia

3 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 6, 2014

Isole in Rete

Venezia, famosa per le sue tante bellezze storiche e culturali, nasconde sempre nuove sorprese e luoghi inediti, che però spesso passano in secondo piano rispetto a quelli più famosi e visitati. Fortunatamente negli ultimi anni nascono sempre più iniziative che permettono di scoprire sempre qualcosa di nuovo di questo territorio ricco e unico, Isole in Rete è una di queste. Lo scorso anno ho partecipato quasi per caso ed ora voglio consigliarvi questo evento che viene riproposto in piena primavera e sarà sicuramente una bella occasione, sia per i turisti che per chi abita già in questa zona, per imparare ad apprezzare uno dei tanti volti di Venezia, quello più vicino alla natura, alla storia e alla cultura locale.

L’Istituzione Parco della Laguna, domenica 11 e domenica 18 maggio 2014, in collaborazione con tante associazioni, cooperative, imprese e aziende locali organizzerà tante attività che coinvolgeranno in particolare nella Laguna Nord, con escursioni naturalistiche, tour in barca, attività sportive tipiche, incontri, passeggiate, spettacoli e tanto altro.

I principali luoghi protagonisti di queste iniziative sono:

  • Altino, dove domenica 11 si potrà visitare il Museo Archeologico con una guida e da cui si partirà nella stessa giornata per un itinerario tra i canali fino in Laguna a bordo del bragozzo. Durante entrambe le giornate sarà attivo poi un collegamento naturalistico tra Altino e Burano.
  • Sant’Erasmo, l’isola degli orti, che si potranno visitare autonomamente o guidati durante una camminata adatta a tutti alla scoperta anche della spiaggia e delle barene. Un tour in bici è invece in programma per domenica 18. Ci sarà poi la possibilità di imparare a pagaiare, di degustare e acquistare i famosi carciofi violetti tipici dell’isola, il vino e i prodotti delle aziende locali.
  • Isola della Certosa, potrà essere visitata grazie ad un’escursione storico-naturalistica o durante la presentazione del progetto di recupero dell’isola. Qui domenica 11 si potrà anche partecipare ad un incontro dedicato alle Tartarughe del mar Adriatico e della Laguna in collaborazione col Comune di Venezia e WWF.
  • Isola di Burano, durante entrambe le giornate si potrà visitare gratuitamente il cantiere della Remiera e provare a vogare, ma anche partecipare ad un tour fotografico guidato da esperti, fare un’escursione a bordo di un peschereccio o provare a lavorare il merletto in una delle botteghe locali. Per chi invece vuole conoscere la storia di quest’isola colorata domenica 18 è organizzata una visita guidata.
  • Mazzorbo, un’isola che non ha nulla da invidiare alla più famosa vicina Burano, infatti proprio qui si trova la Tenuta Venissa, il ristorante stellato della chef Antonia Kluggman. Sarà lei a guidare i visitatori in un tour che si concluderà con un aperitivo a base di cichetti e prosecco. Per gli amanti del vino si potrà anche partecipare ad una degustazione del vino Venissa, visitando i vigneti in cui viene prodotto. Da Mazzorbo partirannopurel’escursione in bragozzo alla scoperta di barene e canneti, l’itinerario con una barca ibrida sulle orme dei primi insediamenti umani in Laguna ed un’escursione enogastronomica in barca. Sarà poi possibile visitare la Chiesa di Santa Caterina.
  • A Torcello si potrà visitare la casa dell’artista Lucio Andrich, con possibilità di partecipare ad un pic-nic negli orti della casa; saranno organizzate itinerari guidati nel Museo e nella Cattedrale di Santa Fosca; i bambini invece potranno partecipare ad una caccia al tesoro storico-archeologica.

Questo però non è tutto, ci sono altre isole e zone in cui verranno organizzate iniziative: come Mazzorbetto, sede di un campo scout, Campalto dove si potranno visitare le barene a piedi o in bici, San Giacomo in Paludo visitabile grazie alle guide presenti e per l’occasione anche San Francesco del Deserto con il suo convento francescano.

In tutto questo camminare e navigare verrà sicuramente fame e per l’occasione in diversi luoghi interessati dalle iniziative di Isole in Rete si troveranno ristoranti con menù ad hoc, adatti a tutte le tasche a partire dai 10€ del menù al campo scout di Mazzorbetto fino ai 90€ del menù degustazione di Venissa.

Le attività di cui vi ho parlato sono in alcuni casi gratis ed in altri a pagamento, per questo vi consiglio di visitare il sito per avere tutte le informazioni necessarie. Sempre online potrete trovare gli orari dei trasporti con cui ci si potrà muovere tra i luoghi di Isole in Rete: sarà infatti organizzata una linea circolare che partendo dalla fermata Giardini-Biennale percorrerà in senso orario ed antiorario tutte le tappe in Laguna Nord. Si potranno utilizzare questi speciali vaporetti solo con un biglietto acquistabile a bordo al costo di 3€ e valido per una giornata intera (non utilizzabile sulle altre linee di trasporto cittadino).

Che dite, ci vediamo in Laguna?

138 articoli

Informazioni sull'autore
Cremonese d’origine ma col cuore tra l’Emilia e Venezia. Dopo due anni in Laguna e una laurea in Turismo ora è alla ricerca della sua strada per il prossimo futuro. Sempre in moto per cercare nuovi stimoli, occasioni e novità, incapace di rimanere ferma e inattiva. Pendolare da una vita ama i viaggi in treno “nonostante tutto”, ha una strana fissazione per i Balcani ed è affascinata dal web e dalle sue potenzialità ma anche da tematiche come il turismo rurale, le tradizioni e l’enogastronomia.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Tre idee per un weekend a luglio in Italia

È arrivato il mese di luglio. Avete un weekend libero e non sapete come passare al meglio il vostro tempo? Non chiudetevi tra quattro mura, non visitate gli stessi posti nelle vicinanze di casa vostra. In questo articolo vi verranno fornite tre idee per trascorrere un weekend in completa serenità in Italia.
Come Muoversi

Perchè scegliere un viaggio on the road

Il viaggio on the road è uno di quei tipi di itinerari che bisognerebbe fare almeno una volta nella vita, poiché permette a chi lo fa di non saltare neanche una tappa e di scoprire ogni singolo angolo di un tour. In questo articolo andremo ad elencare le ragioni per le quali è meglio scegliere un viaggio on the road.
Destinazioni

I sacrari militari in Italia della Prima Guerra Mondiale

Venite a scoprire i tre sacrari militari che accolgono e commemorano le spoglie dei soldati morti in guerra: Pasubio, Cima del Grappa e Redipuglia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.