Come viaggiare di più spendendo di meno

Eventi

Il Palio di Isola Dovarese, un ritorno al Medioevo

2 minuti di lettura

proloco isola

Da venerdì 6 settembre, fino alla sera di domenica 8 settembre il piccolo paese di Isola Dovarese, in provincia di Cremona, come da tradizione e da 47 anni a questa parte si trasformerà completamente per dar vita al tradizionale Palio. Le vie centrali torneranno al Medioevo e dalle 19 avviene l’”apertura de le Servitù de Passaggio, de lo bordello et de lo mercato. A partire da questo tempo per entrare ne lo borgo, bisognerà pagar gabella. Nelle contrade e nelle quattro taverne potrete trovar mercanti, losche femmine, diavolerie et curiosità, musica e canto a piacer vostro fin che l’alba non sopraggiunga”.

Per queste tre serate le luci artificiali verranno spente e tutto sarà illuminato da fiaccole e bracieri, si camminerà sulla paglia e gli abitanti saranno vestiti con abiti del tempo. Si potrà scegliere di cenare alla “Taverna del Viandante”, a quella dei “Sette Peccati”, alla “Taverna dell’aquila d’oro” o a quella “della Tinca”: in queste verranno proposti piatti le cui ricette sono ispirate alle tradizioni medievali e si trovano pietanze per tutti i gusti come le buonissime zuppe di cereali, lo stufato con le prugne, pesce di fiume e biancomangiare. Tutto qui deve essere mangiato con cucchiai di legno… e non provate a chiedere un coltello per la bistecca che avete scelto! Ad accompagnare la cena vi verrà servito del buonissimo vino speziato, tutto in bicchieri, piatti e brocche di terracotta.

Per le strade del paese si trovano, oltre alle taverne anche banchi in cui vengono venduti oggetti d’artigianato in pelle, spezie e tanto altro, chioschi dove bere un bicchiere di vino e mangiare qualcosa, l’angolo della cartomante e alcuni spazi dedicati ai giochi del tempo, tra cui il tiro con l’arco.

Ques’anno il tema del Palio è Il viaggio dell’eroe”, come Guerrino detto il meschino girò i mondi, sconfisse i giganti e trovò l’amore e durante le giornate ci saranno gli eventi tradizionali: venerdì sera la consegna delle chiavi al Podestà da parte del sindaco, la presentazione delle contrade e lo spettacolo degli arcieri. Sabato invece, nella piazza, si svolgerà tradizionale convivio: se volete vivere la serata in prima fila mangiando tra i signori del borgo dovrete però sborsare una cifra non proprio low-cost! Durante la sontuosa cena l’atmosfera verrà animata dallo spettacolo che da’ il titolo al Palio in cui i protagonisti saranno fuochi, danze e bandiere. La domenica invece già dalla mattinata si entra nel vivo, vengono aperte le taverne e nel pomeriggio si svolgono i giochi che decreteranno la contrada vincitrice, il tutto accompagnato come sempre da danze, sbandieratori, cortei e musica. Dopo cena lo spettacolo “I sette vizi capitali” della Compagnia all’Improvvisata e i fuochi artificiali concluderanno il Palio.

Durante queste giornate la moneta ufficiale è il Quattrino che vi verrà dato come resto se pagherete in Euro e che è possibile avere all’ “Ufficio di Cambio”. L’ingresso ha un costo di 9€ (o 4€ ridotto) ed è disponibile un ampio parcheggio ed un’area camper. Per tutte le informazioni, la prenotazione del convivio e gli abbonamenti per l’ingresso nei tre giorni è necessario contattare il numero 333 2535386.

138 articoli

Informazioni sull'autore
Cremonese d’origine ma col cuore tra l’Emilia e Venezia. Dopo due anni in Laguna e una laurea in Turismo ora è alla ricerca della sua strada per il prossimo futuro. Sempre in moto per cercare nuovi stimoli, occasioni e novità, incapace di rimanere ferma e inattiva. Pendolare da una vita ama i viaggi in treno “nonostante tutto”, ha una strana fissazione per i Balcani ed è affascinata dal web e dalle sue potenzialità ma anche da tematiche come il turismo rurale, le tradizioni e l’enogastronomia.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta romana dell'abbacchio allo scottadito

La ricetta tipica dell’abbacchio allo scottadito, uno dei cinque piatti della tradizione romana che sicuramente avrai trovato in qualche trattoria tipica romana. Ecco come si prepara e qualche consiglio in più per una realizzazione perfetta anche a casa.
Destinazioni

Cosa vedere a Orvieto tra sotterranei e panorami umbri

Ad Orvieto ci sono davvero tantissime attività da fare, tra la visita del Duomo, le discese nei suoi pozzi e i suoi incredibili sotterranei. E’ la meta ideale per trascorrere un weekend insolito nel cuore dell’Umbria, sia in solitaria che in famiglia, le esperienze infatti sono adatte a tutti.
Come Muoversi

Treno storico nelle Marche: da Ancona per Fabriano e Pergola

Treno storico nelle Marche, la Ferrovia Subappennina Italica da Ancona per Fabriano e Pergola. Tutti i dettagli su dove è possibile prenderla, che giro prevede e come è possibile sfruttarla assieme alle biciclette per un viaggio green.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!
[sibwp_form id=2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.