Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Tandem a Napoli: regno del ragù e del “cuzzetiello” take away

2 minuti di lettura
Se amate il ragù napoletano in tutte le sue forme, ecco il post che fa per voi: consigli di assaggio nei vari locali Tandem a Napoli, dal gusto tradizionale a quello più moderno del cuzzetiello.

Questo articolo è stato aggiornato il Marzo 3, 2020

Una gita a Napoli, si sa, non può prescindere dal provare la sua cucina. Cucina che non per forza vuol dire, ritrovarsi seduti in una trattoria. Se infatti si sta visitando il centro città e i tempi sono serrati, c’è un posticino dove è possibile assaggiare i piatti della tradizione napoletana continuando però a passeggiare per la città. Nel cuore di Napoli, all’incrocio tra Via Mezzocannone e Via de Marinis, sorge infatti Tandem: un locale aperto da un gruppo di giovani ragazzi napoletani. In un angolino in cui quasi ci si deve far caso, si entra nel regno del ragù napoletano… da asporto però!

Tandem ragù: Il “cuzzetiello” take away

In questo localino nel centro di Napoli, il ragù napoletano la fa da padrone ma, in una “nuova” veste e cioè nel cuzzetiello. Il cuzzetiello altro non è che la parte finale del cosiddetto “palatone napoletano”, il pane tipico della zona vesuviana dalla forma stretta e allungata, cotto a legna e realizzato con lievito madre. Da Tandem lo si ritrova ripieno di diversi condimenti, tipici della cucina napoletana: dal ragù semplice a quello con le polpette,dalla parmigiana di melanzane alla ragù con braciola di maiale.

E se i ragazzi di Tandem hanno reso finalmente il ragù napoletano take away, in realtà c’è da dire che il pane con un po’ di pomodoro, è anch’essa, da queste parti una tradizione. Si tratta infatti di uno spuntino che si usava fare in casa, quando magari si avevano a disposizione gli avanzi di pranzi o cene. Se però si vuole veramente assaggiare la vera pasta con il ragù, non c’è problema.

Vasta scelta e prezzi low cost

Sempre da Tandem, è possibile scegliere tra i classici della tradizione napoletana al piatto: rigatoni con il ragù, con le polpette, ziti alla genovese, gnocchi con provola e ragù, pasta con la ricotta e contorni vari come i friarielli. Della tradizione non manca davvero nulla e le porzioni, sono super abbondandanti! Il gusto? Indimenticabile! E i prezzi? Convenienti, come la tradizione del cibo da asporto napoletano vuole. Provare per credere e, soprattutto, per non dimenticarlo!

Non solo cuzzetiello: il gusto di Tandem a tavola

Tandem però, dopo il grande successo del suo originale take away, non è solo asporto. Sia nel centro storico che al Vomero, ha aperto i suoi ristoranti, dove è possibile gustare antipasti, primi, secondi e dolci della tradizione comodamente seduti. Il suggerimento per tutti i locali è di prenotare, per evitare l’attesa. Una volta qui, non si può non iniziare con la mitica scarpetta nel sugo, dove il pane è sempre rigorosamente il palatone napoletano. Anche la parmigiana di melanzane però, è deliziosa.

Proseguendo con i primi, se gli ziti al ragù sono un classico intramontabile, assaggiare i mezzani alla genovese, è un must. Soprattutto per gli amanti della cipolla. Il piatto cucinato ad arte e secondo tradizione, è perfettamente digeribile. E il suo sapore è qualcosa di unico: delicato ma che rimane impresso allo stesso tempo.
Per i secondi non ci si può tirare indietro davanti alle polpette al sugo, alle salsicce o alla “tracchia”, ovvero le costine di maiale. Qualsiasi sia la scelta, un contorno di friarielli non può mancare. E se poi c’è ancora spazio, anche i dolci accompagnati da un bicchierino di limoncello, non deludono.

6 articoli

Informazioni sull'autore
Emanuela, o meglio Ela, come la chiamava suo padre, è appassionata di viaggi fai da te, ottimista, instancabile, curiosa e buona forchetta. Napoletana classe 84, con sangue misto pugliese, è fortemente legata alla sua terra. Per lavoro si trasferisce a Roma, dove vive da 10 anni. Viaggiare fai da te per lei significa prepararsi al viaggio, studiando ogni singola tappa e i luoghi meno battuti. Perdersi tra mercati, osservare le persone, assaggiare la cucina locale e stare a contatto con la natura è tutto quello che non deve mai mancare nei suoi viaggi insieme ad un pizzico di avventura. Oltre i viaggi, i suoi hobby sono la danza, la cucina e il decoupage. Sul suo blog This Must Be The Trip, racconta di itinerari, aneddoti e delle emozioni dei suoi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Sicilia, le località più gettonate: indicazioni per visitarle

Le città più gettonate della Sicilia secondo un recente sondaggio di Holidu. Dove dormire in terra siciliana per vedere le migliori località dell’Isola, dove prenotare per vedere le chiese, assaggiare lo street food e tuffarsi nel miglior mare della Sicilia.
Dove Dormire

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks in uno dei quartieri più cool della città finlandese. Hotel ideale per famiglie perché c’è la cucina in comune, ma anche per coppie e amici grazie al bellissimo ristorante. Inoltre sauna finlandese e palestra e tanto altro, leggi qui.
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.