Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Rifugio del Fargno, Parco Nazionale dei Monti Sibillini

2 minuti di lettura
Volete trascorrere alcune giornate immersi in paesaggi strepitosi, pianificando escursioni e ammirando il cielo stellato? I Monti Sibillini fanno al caso vostro!

La montagna vera non è solo sulle Alpi, la montagna vera la trovi anche in Appennino, nelle Marche, sui Monti Sibillini. Giornate immersi in paesaggi strepitosi, per trekking e percorsi in mountain bike, cieli stellati e spazzati dal vento, nessuna connessione (evviva!): trovate tutto questo al Rifugio del Fargno.

Un rifugio nei Monti Sibillini

Una vacanza in montagna è uno dei metodi migliori che io conosca, per staccare dalla frenesia del quotidiano; così non manca mai nella mia pianificazione di vacanze più o meno low cost un fine settimana “lungo” che faccia da cuscinetto prima e dopo le vacanze più lunghe che mi posso permettere,  quelle estive. Il Parco Nazionale dei Sibillini è una meta naturalisticamente interessante abitando nel centro Italia.

Come raggiungere il Rifugio del Fargno

Ho sperimentato il Rifugio del Fargno a metà ottobre. Si trova nel comune di Ussita (MC); anche se il rifugio si può raggiungere in auto, il consiglio è di abbandonare le quattro ruote a Pintura di Bolognola e percorrere la strada sterrata che in un panorama già bellissimo sale serpeggiando verso la forcella del Fargno – ci vuole un’ora e mezzo a piedi.

Qui a 1820 metri s.l.m c’è il rifugio, un edificio tozzo e incapsulato nella roccia, che come un bunker si erge sulla forcella: controlla la valle da una parte, si affaccia sui monti dall’altra. È spazzato dal vento e dalla neve, infatti apre in maggio fino alla fine di ottobre, ma sempre tempo permettendo.

Tutto circondato com’è da montagne ricoperte di pascoli, brulle ma non cupe, essenziali, senza essere estreme – anzi sicuramente in questa stagione splendenti di verde – questo luogo è semplicemente bellissimo.

Il Rifugio e le escursioni

Il gestore, Andrea, è un giovane entusiasta che è inserito nel circuito Rifugi dei Sibillini: 6 rifugi per scoprire la montagna e il territorio del Parco dei Monti Sibillini in una zona che è stata pesantemente danneggiata dal terremoto del 2016 e che ha un gran bisogno di essere visitata, apprezzata e aiutata.

Il Rifugio permette di fare bellissime escursioni: quella giornaliera verso il Monte Priora, 2332 metri, dalla cui sommità si vedono panorami fantastici: il Monte Vettore, la Majella, il Gran Sasso e perfino il mare Adriatico se il cielo è limpido; oppure l’escursione adatta a tutti sul pizzo dei Tre Vescovi. Camminando al margine dei pascoli si incontrano greggi di pecore, e con un po’ di fortuna anche animali più interessanti come aquile o camosci.

L’esterno del rifugio è attrezzato con panchine e tavolini, quando sono andata io non era molto praticabile stare fuori… troppo vento!
Il grande salone centrale con un immenso camino è la sala dove si consumano i pasti tutti insieme, preparati con prodotti del luogo. Nella parte bassa del rifugio, invece, ci sono le camere per il pernottamento, con letti a castello molto comodi e già dotati di cuscini, coperte e piumini.
Il bagno è molto spartano, del resto questo rifugio è off-grid: c’è l’acqua ma niente telefono o gas, per l’elettricità c’è un generatore.

Tutto quello che viene offerto è conquistato con una certa fatica, per questo i prezzi potrebbero sembrare un po’ alti: ho pagato 30 euro a testa per il pernottamento con colazione, 45 euro per la mezza pensione.
Il cielo stellato, invece, quello che si ammira uscendo nel freddo della notte, quello è completamente gratis.

Foto notturna: Nane Brune

192 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

5 posti dove andare a mangiare tartufo in Italia

Degustare il tartufo bianco è una di quelle esperienze imperdibili della vita, in Italia non abbiamo che l’imbarazzo della scelta: sono tantissimi i ristoranti, le osterie, gli agriturismo dove è possibile ordinare un gustoso e pregiato piatto a base di tartufo. Nel post vi consigliamo 5 luoghi per fare la conoscenza di questa famosa e pregiata pietanza.
Destinazioni

Italia, 5 posti sul mare da scoprire in inverno

Se amate il mare d’inverno, non perdete questo articolo con alcuni consigli per una vacanza originale alla scoperta di panorami mozzafiato e di tempo trascorso in lentezza. Da nord a sud Italia, non esiste luogo più affascinante del mare d’inverno: provare per credere!
News

10 consigli per viaggiare sicuri post Covid

Per viaggiare sicuri dopo l’emergenza sanitaria, una buona idea potrebbe essere evitare i luoghi affollati, quelli del turismo di massa: nel post vi diamo 10 consigli per non rinunciare alla felicità del viaggio mantenendo la sicurezza.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *