Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Dove dormire a Oslo: Scandic St. Olavs plass, recensione

2 minuti di lettura
La recensione dell'Hotel Scandic St. Olavs plass di Oslo, un Hotel pulito e dalle camere di design. La colazione è abbondante e di qualità superiore rispetto ad altri Hotel del posto.

Questo articolo è stato aggiornato il Novembre 1, 2017

Amo da sempre la catena Scandic e mai una volta che mi abbia deluso, ecco perché se dovete soggiornare nel Nord Europa e magari è la vostra prima volta, vi consiglio di affidarvi a questa catena, secondo me non ne rimarrete delusi.

Partiamo con ordine. L’Hotel Scandic St. Olavs plass si trova a 10 minuti dalla stazione dei treni di Oslo, basta prendere un tram e fare due fermate, 10 minuti a piedi e il gioco è fatto. Da qui, sempre con 10 minuti ma in altra direzione, si raggiungono la Galleria Nazionale, il Municipio e il porto di Oslo, davvero tutto molto vicino.

Cosa mi è davvero piaciuto di questo Hotel?

Diverse cose, lo ammetto. Innanzitutto il design. Arredato con gusto, ma non basta, stile nordico, camere spaziose, almeno la mia aveva anche il divanetto in camera e un tavolino con due sedie. Camera colorata e bagno grande. Wifi funzionante e veloce, il frigo bar non l’ho notato, ma non l’ho nemmeno cercato.

Un’altra cosa che mi è piaciuta tantissimo è che, essendo questo Hotel frequentato anche di sera per il ristorante e il bar, c’è il doppio checkin, chiamiamolo così. Sia in ascensore, che ti fa salire ai piani solo con la carta dell’Hotel, che ai piani, che ti fa accedere ai corridoio, sempre e solo con la carta dell’Hotel, infine entri in camera, sempre con la medesima carta. Un po’ una scocciatura, si potrebbe pensare, ma assolutamente una garanzia in termini di sicurezza, soprattutto se si alloggia con bambini, anche se il mio aveva imparato a chiamare l’ascensore e a infilarsi dentro!

Altra nota super positiva il ristorante

Il ristorante dell’Hotel Scandic St. Olavs plass, nemmeno sembra un ristorante interno ad un Hotel. I piatti sono belli ed elaborati, così come l’ambiente, le stoviglie, i piatti sono curati e anche molto buoni. Il servizio è veloce e pronto, non sembra davvero di essere in Hotel e anche la vista sulla piazza non è male. Per chi volesse variare, alloggiando magari diverse sere, di fianco si trova un ristorante italiano e poco distante una pizzeria che ha ben poco di italiano ma dove le pizze non sono male e costano poco, il che se pensate che a Oslo è tutto carissimo, non è male. Noi l’ultima cena l’abbiamo fatta con la pizza in camera guardando i cartoni, per la gioia di Giulio.

Colazione ricca e di qualità

La colazione è un altro punto a super favore di questo Hotel. Molto ricca e di qualità con un angolo per celiaci, che non è da tutti, con tanto di tostapane appositamente per allergici al glutine. Muffin al cioccolato e ai frutti di bosco freschi ogni mattina, tanto dolce ma anche tantissimo salato, con diverse varietà di pesce, nemmeno a dirlo tantissimo salmone e marmellate biologiche di diversi gusti. Pane nero e bianco, con cereali e liscio. Mi ha stupito piacevolmente la qualità del cibo che, anche in questo caso, dava tutta l’idea di essere in un ristorante a 5 stelle.

2042 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Destinazioni

Gli insegnamenti danesi dell'hygge come stile di vita

Sei curioso di saperne di più della cultura hygge nata in Danimarca? In questo articolo scoprirai come mai è nato questo fenomeno e quali sono i suggerimenti principali per rendere anche la tua casa calda e accogliente. Ma non solo, hygge è anche un invito ad apprezzare le piccole cose della vita ed essere grati di ciò che si ha, senza darlo mai per scontato.
Destinazioni

4 mete per fuggire dal caldo in estate

Se sei stanco del caldo dell’estate e hai voglia di fresco e di natura, vieni a scoprire le 4 mete migliori. In questo articolo troverai spunti ed idee per itinerari alternativi e on the road, per vivere il nord Europa come hai sempre sognato, godendo anche il sole di mezzanotte!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.