Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Monestevole, borgo sostenibile Tribewanted in Umbria

2 minuti di lettura

2013-05-11-14-38-43

Non si tratta solo di un agriturismo, non è una semplice struttura ricettiva ispirata ai principi della sostenibilità. Monestevole è un progetto molto più ampio e complesso di ecologia applicata prima di tutto alla vita quotidiana. L’obiettivo dei due fondatori, Alessio Giottoli e Valeria Cancian è stato chiaro fin da subito: creare una comunità sostenibile nel cuore verde dell’Italia, a pochi chilometri da Perugia, vicino alla cittadina di Umbertide.

Monestevole nasce come nel XV secolo come torre di vedetta, sviluppandosi nel corso dei secoli per divenire un complesso padronale contadino, abitato fino agli anni ’50. Solo circa mezzo secolo dopo, inizia la rinascita di Monestevole, grazie alla ristrutturazione portata avanti dagli attuali  proprietari che l’hanno trasformato in agriturismo.

La radicale vocazione alle tematiche green, porta però Alessio e Valeria a voler creare qualcosa in più di una struttura ricettiva ecologica. Da qui inizia la collaborazione con Tribewanted, un progetto estremamente innovativo che mira a creare comunità sostenibili nel mondo, per dimostrare che un nuovo stile di vita è possibile e che con il contributo di tutti, possiamo cambiare le sorti del nostro pianeta. È il 21 marzo 2013 e l’agriturismo Monestevole diviene ufficialmente uno dei due villaggi Tribewanted al mondo (l’altro si trova in Sierra Leone). Una comunità focalizzata all’utilizzo di sole energie rinnovabili, con riciclo delle acque e dei rifiuti, fitodepurazione, compost, permacultura, bioedilizia e un’agricoltura interamente biologica. Tutto ciò che si svolge al suo interno, è programmato per non avere impatti nocivi sull’ambiente, ma soprattutto per rispettare le 3 declinazioni della sostenibilità: ambientale, sociale, economica. Da qui nasce anche il forte rispetto per le tradizioni locali, come la cucina e l’artigianato, per i quali vengono organizzati per tutto l’anno, workshop di formazione per gli ospiti, tenuti da esperti locali.

Monestevole si propone di insegnare all’Italia, che le comunità interamente sostenibili sono realizzabili anche in paesi già “sviluppati”, in cui il territorio pare quasi completamente consumato. A Monestevole si va, non solo per trascorrere una vacanza “al di fuori dal mondo”, nella pura campagna umbra, ma per vivere esperienze, lavorare insieme alla comunità locale, scoprire e imparare tutto quello che non si conosce sullo stile di vita sostenibile. Un’esperienza completa a 360° che accoglie gli ospiti nelle splendide stanze, con travi in legno e pietre grezze, dal tipico stile rurale umbro.

Il soggiorno include praticamente tutto: alloggio, pasti e vino della casa, esperienze di lavoro quotidiano con la comunità e partecipazione a progetti. Un posto dove si “vive bene”, dove le giornate sono scandite dal ritmo della natura, dove i cibi rispettano il susseguirsi delle stagioni e dove ci si ritrova tutte le sere, a mangiare insieme attorno alla grande tavola, raccontandosi storie, scoprendo che un futuro sostenibile per il nostro Paese, esiste.

[vlcmap]

43 articoli

Informazioni sull'autore
Viaggia on the road da quando è nata, grazie alla grande passione trasmessa dai genitori. Laureata in turismo, culture e territorio a Milano, dal 2010 ha deciso di dare vita al blog dove raccoglie tutti i diari di viaggio e da spazio a luoghi fortunatamente ancora poco conosciuti dal turismo di massa. Emiliana doc, non viaggia per fuggire, ma per guardare con occhi nuovi, scoprire con interesse e alla fine, tornare. Esiste solo una regola: viaggia con l'anima, viaggia con il cuore, fatti guidare dalla curiosità.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.