Top 10 delle attrazioni gratuite di San Francisco

10 attrazioni gratuite a San Francisco

10 attrazioni gratuite a San Francisco

San Francisco è una città non low cost? Secondo me vi sbagliate. Ecco 10 attrazioni completamente gratuite per visitare in autonomia la bella città americana di San Francisco.

di , | Cosa Fare

Booking.com

san-francisco-golden-gate

Golden Gate Bridge

Le attrazioni gratuite a San Francisco sono molte, iniziando da quello che è il simbolo della città ovvero il Golden Gate Bridge. Il ponte più famoso della California è percorribile gratuitamente da pedoni e biciclette, quest’ultime consigliate se venite dal porto o downtown in quanto la distanza per raggiungerlo è notevole. In città, soprattutto nella zona dell’Embarcadero, si trovano moltissime società di noleggio bici, che con un prezzo variabile dai $ 23,00 ai $ 32,00 vi permetteranno di avere una bicicletta con tanto di casco, cartina e lucchetto per tutta la giornata. Il ponte è lungo 2,7 chilometri circa, e sia che lo percorriate a piedi o su due ruote, le emozioni sono garantite! Assicuratevi di arrivare sino all’altra estremità e fermatevi al punto panoramico Vista Point North per poter ammirare lo skyline della città. Consiglio: scarpe comode e vestitevi a strati, arrivati a metà del ponte capirete il perché.

san-francisco-lombard-street

Lombard Street

Altro simbolo must-see della città, è la strada più tortuosa del mondo. Il punto a Russian Hill, nato per ridurre la pendenza della collina che raggiunge ben il 20%, è poi diventato uno dei punti più conosciuti di San Francisco e nonostante consista in un piccolo tratto stradale composto da 8 tornanti, a mio avviso vale davvero la pena farci una visita, se non altro per godere della vista della città ai vostri piedi.

san-francisco-embarcadero

Embarcadero

Il porto di San Francisco è un mix di funzionalità e intrattenimento. Iniziate dal Ferry Building dove al suo interno si trovano negozietti e ristoranti per tutti i gusti e dov’è possibile godere di una splendida vista sulla baia dal suo lato “waterfront”. Continuate poi sino al Pier 39, il molo trasformato in attrazione turistica, pullulante di negozietti interessanti e ristoranti. Assolutamente da non perdere il suo punto migliore: il pontile casa dei leoni marini di San Francisco, tanto amati dai turisti quanto dai locali. Passeggiando per i moli fermatevi a godervi lo spettacolo degli artisti di strada locali, dai musicisti ai moderni pittori a spray, rimarrete incantati per ore ad osservare le loro performance.

san-francisco-chowder

Fisherman’s Wharf

Poco distante dal Pier 39 si trova il quartiere storico dei pescatori, oggi sede di ottimi ristoranti di pesce che offrono anche bancarelle fronte strada per degli ottimi piatti a portar via: dai calamari fritti, al fish&chips, all’imperdibile granchio, specialità della zona, da provare nella versione zuppa, servita all’interno di una pagnotta di pane scavata (Crab chowder in bread bowl). Fate una capatina anche alla Boudin Bakery, enorme ottima panetteria con una vetrina sulla strada da dove potrete ammirare i panettieri all’opera.

san-francisco-rodney lough gallery

Rodney Lough Jr Gallery

Scoperta per caso, vale la pena fermarsi 10 minuti ed entrare in quest’esposizione delle opere del paesaggista Rodney Lough Jr. Gli amanti della fotografia si perderanno in quest’esposizione di capolavori con soggetto i paesaggi naturali che l’artista ha immortalato nei suoi numerosi viaggi. Ogni fotografia è corredata di dettagli tecnici e un breve aneddoto che la riguarda scritto in prima persona dall’artista. L’esposizione è un piacere per gli occhi, ed è dotata di divanetti per poter fermarsi di più ad ammirare le opere e, perché no, approfittarne un attimo per riposarsi. Le fotografie sono anche acquistabili, nella forma e dimensione desiderate.
san-francisco-attrazioni-acqua

Pier 45

Qui si trovano il sottomarino USS Pampanito e la Liberty Ship SS Jeremiah O’Brien, entrambi attivi durante la Seconda Guerra Mondiale e tuttora perfettamente conservati. Entrambe le imbarcazioni sono visitabili, a pagamento, con un prezzo di $12,00 l’una, oppure ammirabili esternamente senza spendere un centesimo. Ogni anno sono in programma varie crociere con l’SS Jeremiah O’Brien nella baia, controllate il calendario con il programma, dopotutto non capita tutti i giorni di poter solcare le acque a bordo di una nave originale della Seconda Guerra Mondiale tuttora funzionante.

Sempre al Pier 35 si trova il Musee Mecanique: una delle più grandi collezioni di strumenti musicali meccanici e antichi giochi arcade. Dai carillon alla famosa riproduzione del mondo circense “Carnival”, dalle indovine ai pianoforti automatici, dai più moderni flipper e slot machines, la visita è una delle esperienze più soprendenti che si possano fare. Tutte le macchine sono originali, la più antica risale al 1889, e tuttora funzionanti. L’ingresso è libero, però per far funzionare le macchine dovrete spendere qualche centesimo (un quarto di dollaro o 50 cent, dipende dall’attrazione) ma ne vale davvero la pena per vedere queste meraviglie ancora all’opera dopo tanti anni.

san-francisco-marittime

Marittime National Historical Park

Questo parco marino offre ai visitatori una splendida collezione di imbarcazioni antiche originali che include tra le tante il battello a vapore Eureka del 1890, il rimorchiatore a vapore Hercules del 1906 e quello che a mio avviso è il punto forte del parco, il veliero Balclutha del 1886. Come per il Pier 45, alcune delle imbarcazioni sono visitabili internamente pagando l’ingresso, altrimenti si può passeggiare tranquillamente e gratuitamente sul pontile ed ammirarle esternamente.

san-francisco-chinatown

Chinatown

Quasi ogni grande città americana ha il suo quartiere cinese, ma questo in particolare merita una vista in quanto si tratta della più grande e della più antica comunità asiatica del Nord America. Da non perdere la porta d’ingresso del quartiere, il Dragon Gate, sulla Bush St. E Grant Ave. ed i suoi edifici dall’architettura tipica cinese. L’area è consigliata per l’acquisto di souvenirs, dato il prezzo assolutamente concorrenziale rispetto ad altre zone turistiche della città.

san-francisco-low-cost

Painted Ladies at Alamo Square

Questa simpatica denominazione (le Signore dipinte) è stata usata originariamente proprio per descrivere gruppi di case a schiera di epoca vittoriana ed edoardiana di San Francisco e si è poi diffuso a rappresentare gruppi di abitazioni simili colorate in tre o più colori diversi. Le più famose della città si trovano per l’appunto ad Alamo Square, in un luogo chiamato anche “Postcard Row”. Queste case, costruite tra il 1892 e il 1896 sono diventate uno dei punti più fotografati della città, e sono apparse in circa 70 tra film, programmi TV e pubblicità.

Foto di Jamie BeverlyNicolas VollmerAntonio FucitoAdrian TombuPaul SullivanAurimas

Booking.com

© 2012 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....