Piano di Sorrento: un luogo da visitare tutto l'anno - Viaggi Low Cost

Piano di Sorrento: dentro la tradizione della Costiera Amalfitana

Piano di Sorrento: dentro la tradizione della Costiera Amalfitana

La perla della Costiera Amalfitana: Piano di Sorrento è il luogo ideale per una gita, in qualsiasi momento dell'anno, ma anche un ottimo punto di partenza per escursioni a Pompei, Ercolano, Amalfi e Capri. Panorami, cibo, spiagge e tanto relax!

di , | Cosa Fare

Booking.com

La magia di Piano di Sorrento: un comune capace di trasportarti nella tradizione della Costiera Amalfitana.
Una famosa canzone napoletana recitava “Vide ‘o mare de Surriento , Che tesoro tene nfunno, Chi ha girato tutto ‘o munno, Nun l’ha visto comm’a ccà, […] Ma nun me lassà, Nun darme stu turmiento, Torna a Surriento”.

Ed è proprio quello che ho fatto in un giorno d’estate, sono tornata nella cara Sorrento, per poter apprezzare di nuovo al meglio quello che ha da offrire, soffermandomi soprattutto a Piano di Sorrento.

Piano di Sorrento: Costiera Amalfitana

Si tratta di un comune italiano della città metropolitana di Napoli che occupa la parte centrale della penisola sorrentina sulla Costiera Amalfitana, confinando con i Comuni di Meta, Vico Equense e Sant’Agnello. A Nord la costa, costituita da alte falesie di tufo, guarda il Golfo di Napoli. Il Piano, l’antica Planities romana, viene dai propri cittadini per lo più indicato con i due toponimi di Carotto e Cassano: incerte etimologie che secondo i più rinvierebbero agli effetti di un antico terremoto che avrebbe danneggiato una zona (cà rotto) e preservato un’altra (cà sano). E Cassano – cassanesi i suoi abitanti, in contrapposizione a carottesi – è il nome della Marina: piccolo borgo di pescatori, giù, al fondo di ripidi tornanti sul margine dell’alta falesia di tufo sorrentino.

Il clima e la pesca

Questo comune ha un clima talmente favorevole che gode di un turismo fiorente durante tutto l’anno. Attirando turisti da tutte le parti del mondo, che non riescono a fare a meno di soggiornare su alcune delle sue spiagge più belle. Le spiagge di Marina di Cassano e di Caterina Beach infatti offrono ai visitatori acque limpide e punti di ristoro a pochi metri dal mare. Un piccolo porticciolo attrezzato per le imbarcazioni da diporto e da pesca rende questi luoghi ancora più suggestivi.

Cosa vedere a Piano di Sorrento

Fra gli edifici di maggiore interesse si annoverano: la famosa Villa Fondi de Sangro, edificio storico posto su una terrazza panoramica, che affaccia sul porticciolo del paese e attorniato da un giardino tipico sorrentino di agrumi, ulivi e piante esotiche.

Villa Lauro, una delle maggiori espressioni di architettura neoclassica, oggi sede di una società di navigazione.

Il Castello Colonna costruito nel 1872 sulle rovine dell’antica Abbazia di San Pietro e Cermenna. Questo palazzo ospita oggi diversi appartamenti privati, uno stabilimento balneare e un ristorante.

Da citare, inoltre: la Basilica di San Michele Arcangelo con la facciata in stile barocca, la Chiesa della Santissima Trinità con una torre campanaria quadrata e un orologio del 1765 e la Chiesa della Misericordia con una pavimentazione interna composta da piastrelle di cotto e maioliche con disegni di volute, fiori e lo stemma agostiniano del 1759.

Piano di Sorrento vanta anche una fiorente vegetazione di castagni, nella Selva di Santa Caterina, e di boschetti di faggi e querce, sia sul Monte Vico Alvano, che in località Scaricatoio di fronte Le isole Li Galli.
Diversi corsi di acqua sorgente attraversano la cittadina, come la Casa d’Ardia, Bassa Pezzella, Lamma, S. Massimo, Cassano.

Piano di Sorrento ha anche una spiccata vocazione commerciale, sono molti i negozi posti lungo la strada principale. Corso Italia è il luogo ideale per chi desidera dedicarsi allo shopping.

Un Hotel panoramico

Durante il mio soggiorno in questo magico e caldo luogo, una delle meraviglie del Sud, ho potuto provare per voi l’Hotel Klein Wien. Un hotel incantevole costruito a picco sul mare, nel punto più panoramico della Penisola Sorrentina.
Perfetto punto di partenza per scoprire tutte le splendide bellezze del Golfo di Napoli, di Sorrento e della Costiera Amalfitana.
Le camere con ampie terrazze o balconi privati offrono la vista sul mare o sui famosi aranceti sorrentini.
Ho avuto l’occasione, grazie a questo hotel a tre stelle, di svegliarmi ogni mattina e vedere come prima cosa il mare limpido della costiera ad aspettarmi per una giornata di mare. Ovviamente non prima di essere passata al ristorante dell’Hotel in cui ho potuto usufruire di una colazione del tutto abbondante.

Inoltre al suo interno è possibile consumare anche pranzi e cene con menù, arricchiti da piatti della tradizione classica sorrentina e napoletana. Tutto con il mare che vi fa da sfondo rendendo magica la vostra consumazione.

Le spiagge sono facilmente raggiungibili a piedi in 7 -8 minuti o tramite comodo ascensore comunale. E dispongono anche di un ampio garage (a pagamento) situato alle spalle dell’hotel.
Vi posso assicurare quindi che qualunque idea abbiate di un soggiorno turistico, qualunque sia la vostra personalità, l’Hotel Klein Wien, con il suo fantastico personale, è la location perfetta per trascorrere giornate indimenticabili in penisola sorrentina.

Ma cosa fare una volta fuori dall’hotel? Beh come avete potuto leggere sopra ci sono tanti posti da visitare nella zona. Ma se avrete tempo di allontanarvi dal luogo è possibile raggiungere anche mete come Pompei, Ercolano, Amalfi e Capri.

Una cena deliziosa

Durante il mio soggiorno ho preferito restare in zona. Dopo aver visitato i luoghi sopra citati, la sera ci siamo concessi una deliziosa cena a base di piatti tradizionali in un ristorantino del porto: Ristorante Fracatell’. Il servizio al tavolo era gentile, tanto da farci sentire coccolati. E come non nominare i dolci, che erano una favola. Il tutto è condito da semplicità e alta qualità, che rendono i loro piatti tradizionali cucinati come a casa, senza tanti fronzoli. E inoltre la signora Anna è così gentile, da informare e consigliare i suoi clienti, soprattutto sul pescato del giorno.

Piano di Sorrento non vi deluderà: il vostro soggiorno sarà davvero magico.

Booking.com

© 2019 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...