Norvegia, 10 motivi per visitarla in estate

10 motivi per visitare la Norvegia in estate

10 motivi per visitare la Norvegia in estate

Dieci più un motivo per visitare la Norvegia anche in estate. Cosa fare e cosa vedere, perché preferirla a tante altre destinazioni. Tutti i motivi nel post.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Wilderness

Montagne, foreste, ghiacciai, laghi, fiordi, spiagge, isole sferzate dal vento… La Norvegia, anche in virtù della sua bassissima densità di popolazione (appena 5 milioni e mezzo di abitanti per un territorio esteso più dell’Italia) ha veramente la wilderness nel DNA!

Chiunque ami il genere di emozione che solo la natura può dare, troverà nella Norvegia la terra promessa, e il bello è che non c’è bisogno di andare chissà dove o di spostarsi chissà quanto. Provare per credere.

2015-06-05 12.48.18

Attività Outdoor

Volete provare veramente la #norwegianwayoflife? Abbandonate, ogni tanto, la civiltà (un norvegese su due ha una casa in mezzo al nulla, hytte in lingua locale, proprio a questo scopo), e tuffatevi nelle attività all’aria aperta.

I norvegesi lo fanno fin da bambini (si dice che nascano con gli sci ai piedi) e pensate che è la stessa legge a imporlo, oltre, naturalmente, alla loro mentalità (il 25% delle ore di ginnastica deve essere fatto all’aria aperta).

Cosa fare? Non avete che l’imbarazzo della scelta! Vela, nuoto, escursioni sui ghiacciai, rafting, parapendio, bunjee jumping, sci di fondo, bicicletta, bird watching, whale watching, camminate nel bosco, scalate in montagna, più o meno impegnative, canoa. Superate l’iniziale, comprensibile, riluttanza, e lanciatevi, anche se non siete degli atleti provetti! Vedrete che tutto questo vi entrerà piano piano nel sangue, e farà parte di voi, anche quando il soggiorno nordico sarà finito, sarà il souvenir migliore della vacanza.

norvegia-viaggio

Festival e Concerti

Durante l’estate, i Norvegesi, come tutti i popoli nordici (dai canadesi ai tedeschi), amano divertirsi.
La prova? Andate a vedere tutti i festival che si organizzano, e rimarrete stupefatti.

Dai festival rock, ai festival vichinghi (Haugesund), ai concerti sulla spiaggia (Kristiansand), passando per le fiere gastronomiche (Gladmat a Stavanger su tutte) l’estate è tempo di festa e joie de vivre, anche a queste latitudini. Provate l’estate in salsa nordica e ne resterete conquistati.

Nightlife

Nelle città anche non troppo grandi c’è tutto un fiorire di locali, ristoranti e club, specie nelle zone vicine al porto. Dal jazz alla musica irlandese, alla salsa, ogni ritmo vibra dietro le finestre. Chi pensa che i norvegesi siano compassati farà bene a ricredersi.

2015-06-02 11.18.04

Architettura

Anche chi, come il sottoscritto, non impazzisce per l’architettura moderna, qui dovrà rimangiarsi le parole. Gli edifici moderni (oltre quelli storici, tenuti veramente a lucido) sono proprio belli. Il vetro, il legno e la luce la fanno da padrone e molte costruzioni (non tutte ma un buon numero) danno davvero l’idea di leggerezza. Non è un caso se gli architetti norvegesi sono tra i più apprezzati al mondo.

2015-06-05 13.40.09

Musei

I musei norvegesi, pur non avendo le sterminate collezioni che hanno quelli italiani, hanno il grande, grandissimo pregio di avere un approccio interattivo con il visitatore. Chi entra in un museo non è uno spettatore passivo che viene impietosamente bombardato di nozioni scolastiche, ma diviene soggetto attivo, invitato a sperimentare, mettersi in gioco, esprimere la propria creatività. Tutti i musei, anche i più piccoli, sono concepiti per coinvolgere il visitatore, che verrà così trascinato in un’esperienza piacevolissima. Dalla fabbricazione della lana all’affumicatura del pesce, passando per il toccare i giochi dei bambini, ogni esperienza nei musei è permessa, senza nessuno che ti guarda di traverso. Il paese dei musei 2.0 è a poche ore di volo.

Bambini

Se la Norvegia è un paese con un tasso di natalità tra i più alti, un motivo ci sarà. Il perché è presto detto. A parte i numerosi servizi dello stato (dall’istruzione gratuita ai prestiti agli studenti), i bambini sono oggetto di un’attenzione quasi “commovente”, a volte perfino eccessiva. Ogni ufficio pubblico (perfino le chiese) ha una zona dedicata a loro, nelle case i forni sono fatti in modo da non essere aperti dai bambini, i bambini non pagano o pagano meno in moltissimi luoghi (musei, autobus, monumenti).

Si arriva persino a non dare loro voti a scuola per non urtarne la suscettibilità.
Se volete portare i vostri pargoli/nipoti/cugini, sappiate che in questo paese sono in buone mani.

2015-05-31 13.13.22

Servizi

I servizi in questo paese funzionano veramente bene. Dalle stampe gratuite in comune, alle biblioteche aperte anche la domenica, agli uffici pubblici con i dispenser d’acqua, agli autobus che spaccano il minuto. Nonostante alcune pecche, ci saranno dei momenti in cui avrete la sensazione di spendere i vostri soldi (non pochi per la verità, ma questo già si sa) per qualcosa e questo, fidatevi, è impagabile.
Se vi sto convincendo, vi consiglio di visitare il sito Fly Go per trovare voli low cost per la Norvegia.

Multiculturalità

Nostalgia canaglia? Desiderio struggente del clima di casa? Niente paura! La Norvegia, anche in virtù della sua ricchezza (conquistata, bisogna dirlo, principalmente col petrolio), è uno stato ad altissima percentuale di immigrazione, dove però le diverse etnie non hanno eccessivi problemi di convivenza, a differenza di quanto accade in altri paesi. Un dato? Solo a Kristiansand (82000 abitanti, quinta città del paese) ci sono persone di oltre 130 nazionalità diverse! Che vogliate festeggiare l’Hanukkah o il capodanno cinese, qui ci sarà sempre un posto per voi, da qualche parte.

norvegia-estate

Allemans Retten

Last but not least, parliamo del vero e proprio asso nella manica, riservato solo ed esclusivamente agli intenditori. Questo termine all’apparenza impronunciabile sta ad indicare una cosa ben precisa, per certi versi sorprendente in un paese che certo non fa dell’essere economico il proprio punto di forza. Nel dettaglio, il “diritto del popolo” consiste nel libero uso del suolo pubblico. Sì, avete capito bene! Se uno si trova su suolo pubblico (un bosco, una radura, un lago etc) può, nel rispetto della legge, fare quello che vuole; pescare, raccogliere funghi, bivaccare.

E’ approfittando di questo che un buon numero di persone, gambe in spalla, partono in camper per questo splendido paese, campeggiando spesso gratis. Perché non seguire il loro esempio e partire per una vacanza on the road?

Di strade ce ne sono a bizzeffe! Dalla mitica E39 che costeggia il mare del Nord ai tracciati che si snodano all’interno (dominato da una lunga catena montuosa, simile in qualche modo ai nostri appennini, che taglia il paese in due), il vostro camper o la vostra auto saranno messi a dura prova, ma vedrete che ne varrà la pena.

2015-06-22 22.54.05

Il sole

D’estate il sole sembra davvero non volervi mai abbandonare. Godersi una birra fresca (da provare assolutamente quella del birrificio artigianale Nogne O) e guardare il sole tramontare alle 23 (avete capito bene! Non è un errore di battitura) vale da solo il prezzo del viaggio.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Booking.com

Mini guida

48 ore a Rimini, tour di 3 giorni low cost in Riviera

Cosa vedere a Rimini e dintorni

Un Tour di 3 giorni a Rimini per 48 ore tra divertimento, storia e cultura è possibile. Rimini non è una città grandissima, si gira molto bene in...