Montecatini, cosa fare oltre le Terme

Cosa fare a Montecatini, oltre le terme

Cosa fare a Montecatini, oltre le terme

Montecatini non è solo terme, ma molto di più. Ecco cosa più fare in Toscana, a Montecatini oltre alle terme.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Montecatini è una località toscana famosissima per le sue terme e per il buon vivere. Peccato che ultimamente non sia valorizzata per tutto quello che di bello ha da offrire. L’ho sempre vista come una cittadina retrò, troppo anni Venti per stare al passo con i nostri giorni ed ogni volta che ci vado, la mia impressione non cambia.

Terme Tettuccio, Montecatini

L’autunno e l’inverno sono stagioni perfetto per visitarla, sia perchè gli alberi che incorniciano le strade si colorano, sia perchè nel week end il centro storico si riempie di gente e l’atmosfera diventa subito festosa. Vi anticipo che non ci sono grandi attrazioni culturali e non vi parlerò di come sono le terme, perchè non le ho mai provate per un percorso benessere e non vi posso assicurare niente.

montecatini.funicolare

Però posso consigliarvi di andare a visitare la struttura del Tettuccio, le terme storiche di Montecatini. Sicuramente avrete visto la loro struttura su dépliant o manifestazioni che pubblicizzano la città, perchè il loro edificio è uno dei più belli della zona. In stile liberty, con un giardino curato e mosaici eleganti alle pareti, sembra di entrare in un lontano passato, dove ricchi signori si recavano a bere quell’acqua miracolosa per la digestione.

La mia bisnonna ci lavorava come mescitrice e mi raccontava che quelle erano acque deboli, come quelle del Rinfresco, mentre la sorgente Leopoldina, poco distante, erogava acque forti. Venivano (e vengono) bevute soprattutto da chi ha problemi di digestione. Gli altri edifici termali si trovano nelle vicinanze, proprio lungo il viale che costeggia il Parco delle Terme.

montecatini-cialde

Il Parco è una meta perfetta per i pic nic. Infatti, se alcune zone sono quasi boscose, nascoste da sempreverdi altissimi, altre zone sono ricoperte da immensi prati, che nelle giornate calde diventano il posto preferito dai bambini del luogo: come biasimarli?! Nel periodo natalizio, ci viene allestita anche la Casa di Babbo Natale, letteralmente presa d’assalto dalle famiglie.

Se avete voglia di una pausa golosa, proprio di fronte a una delle entrate del parco, troverete il negozio Bargilli, che vende le Cialde di Montecatini, la vera specialità cittadina. Sono dei dischi tondi di wafer sottile, ripieno di mandorle tritate, con lo stemma di Montecatini stampato su ogni lato: provatele con il gelato al pistacchio… mi è già venuta l’acquolina!

montecatini-vieuzze

Potete anche acquistare confezioni regalo, in confezioni di carta o in belle scatole di latta. Potete scegliere anche tra i cantucci o i brigidini, altra specialità del pistoiese. Il Bargilli è comunque un’istituzione, che ha aperto l’azienda nel lontano 1936 e tiene ancora alta la fama dei suoi prodotti.

Se volete fare shopping, potete scegliere tra il mercato stabile, che si snoda nelle vie di fronte al negozio di cialde, e il corso, pieno di negozi di tutti i tipi. Fate attenzione ai bar: uno più elegante dell’altro e anche in questo campo, il nome lo fa il Gambrinus, che d’estate ospita anche una sorta di caffè letterario.

montecatini-vie

Se vi siete annoiati di Montecatini Terme, raggiungete Montecatini Alto con la vostra macchina o meglio ancora, con la funicolare. I due trenini rossi si alternano sulla breve rotta dai primi anni del Novecento e assicurano un collegamento continuo tra il castello e la zona bassa della città. E’un’alternativa emozionante per visitare il borgo storico toscano.

La parte alta è infatti molto caratteristica, piena di viuzze intricate, chiese ordinate e negozi di artigianato artistico. Per una cena o un aperitivo, vi consiglio di fermarvi qua perchè è davvero romantico e si mangia bene un po’in tutti i locali della piazzetta, godendosi un bel panorama.

montecatini-alto

Per il dopo cena, Montecatini ha molto da offrire, sia per una bevuta più tradizionale sia per una serata in discoteca. Ci sono anche diversi discopub, indirizzati a una clientela over 30. Il mio preferito è il Lidò, le Panteraie, un punto di ritrovo storico sin dagli anni 50, quando nel punto più panoramico della città venne aperta una piscina in mezzo a rigoglioso giardino.

Poco dopo venne inaugurato il dancing e il Lidò è ancora così: è suggestivo soprattutto per la sua architettura. Un mix tra liberty, disco anni 70 e contemporaneo: una discoteca non può non essere un po’kitsch. Ottimi anche gli aperitivi della domenica, ma se il caos non vi piace potete sempre tenerlo presente per una tranquilla giornata in piscina.

Foto di Angelo AmboldiDave & Margie Hill / KleerRichard Barrett-SmallGraeme MacleanDaniel Enchev

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Booking.com

Mini guida

48 ore a Firenze, weekend low cost in Toscana

Weekend a Firenze? Cosa vedere in tre giorni

Firenze è una delle città più belle d'Italia, una città che i turisti prendono d'assalto ogni inizio primavera fino alla fine dell'autunno e a...